19 Settembre 2022

Zaniolo, scatto sul futuro: da solo mette paura alla difesa dell’Atalanta e convince i Friedkin

La bella prova dell’attaccante è arrivata davanti agli occhi di Dan e Ryan Friedkin

Foto Tedeschi

Una delle note positive della gara di ieri è il ritorno in Serie A di Nicolò Zaniolo dal primo minuto. Il numero 22 ha recuperato completamente dalla lussazione alla spalla che l’aveva tenuto ai box per tre settimane: in campo le sue qualità tecniche e la forza fisica sono fondamentali per creare occasioni e pericolosità.

Scatto sul futuro

Nicolò Zaniolo, a testa bassa, ha ripreso la strada di casa con addosso i segni da cavaliere mediale dopo un torneo, si legge su La Gazzetta dello Sport. Inutile nasconderlo: l’attaccante è un guerriero, di quelli che uno vorrebbe sempre al proprio fianco. Contro l’Atalanta è stato protagonista di più duelli rispetto a tutti (23), vincendone la metà. Non solo. Perchè Zaniolo è anche il romanista che ha ricevuto più falli (5).

Ma come spesso capita nel calcio, Nicolò la vetrina se la prende per un altro motivo: il rigore che la Roma ha reclamato, senza che Chiffi desse un seguito alla protesta. Nel forcing del primo tempo dopo lo svantaggio, l’attaccante è entrato in area ed è stato trattenuto da Demiral, ma non è caduto a terra. È sufficiente per non fischiare? È stato l’interrogativo retorico che Mourinho ha rivolto al direttore di gara senza ricavarne soddisfazione.

La bella prova dell’attaccante, comunque, è arrivata proprio davanti agli occhi di Dan e Ryan Friedkin. I soliti sussulti di mercato dicono che presto, magari proprio durante la sosta, potrebbero cominciare finalmente i colloqui fra Tiago Pinto e l’agente del giocatore, Claudio Vigorelli. L’obiettivo della società è quello di rinnovare il contratto fino al 2027, il traguardo del giocatore è quello di guadagnare più o meno come i top player della squadra, almeno 4 milioni a stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.