Foto Tedeschi

ZALEWSKI MOURINHO – Il caso social intorno a Zalewski e la scia di polemiche che ne sono scaturite, ha creato un ulteriore precedente in casa Roma e la necessità di istituire un codice etico legato ai social. Nei contratti dei giocatori sono già previste clausole inerenti i comportamenti antisportivi e il doping, soprattutto negli accordi con i vari sponsor, il mondo virtuale è sempre meno una novità con la quale dover fare i conti.

Un’ingenuità con poche conseguenze per il giovane giallorosso

Il video postato dall’amico del giovane talento giallorosso sulle storie Instagram, ha messo nei guai Zalewski, ragazzo di origine polacca, cresciuto nella Primavera giallorossa e diventato ben presto uno dei pupilli di Mourinho e, purtroppo, alle prese con un momento delicatissimo dopo la morte del papà. Zalewski, fa sapere La Repubblica, sarà probabilmente multato e riceverà una bella tirata d’orecchie da parte del tecnico portoghese, con la raccomandazione di fare attenzione. E a tutti i giocatori, in particolare ai più giovani, i Friedkin chiedono cautela e senso di responsabilità, convinti della necessità di un codice etico, inserito proprio nei nuovi contratti che tenga conto dei comportamenti da tenere sui profili social.

Leggi anche:
VERSO JUVE-ROMA: VINA E SMALLING PREOCCUPANO MOURINHO

1 commento

  1. Bah, in questo caso il social network “incriminato” non era di Zalewsky ma di un suo conoscente.
    Che non mi risulta sia un tesserato della Roma 😋

Comments are closed.