27 Luglio 2022

Völler: “Pellegrini merita la fascia da capitano. Abraham-Dybala, che coppia”

Le parole di Rudi Voeller sulla Roma che sta nascendo

Rudi Völler, ex calciatore, è stato intervistato ai microfoni de “il Diabolico e il Divino”, trasmissione condotta da Giuseppe Falcao e Simone LP in onda su New Sound Level 90FM. Ecco, di seguito, le sue parole:

Un grande capitano della storia è un tuo grande amico, Giuseppe Giannini. Vedi similitudini con Lorenzo Pellegrini?

“Non si possono fare paragoni, Pellegrini è un grande giocatore e merita la fascia da capitano della Roma.”

Non ho visto così tante partite della Roma l’anno scorso, ho visto quelle del finale di stagione e Pellegrini è un grande giocatore e merita di essere il capitano della Roma. Questa è una bella cosa ma è molto difficile fare i confronti, c’era un’altra maniera di giocare a calcio 30 anni fa.

Su Tammy Abraham:

“Il mio Leverkusen voleva prenderlo, ma sono contento sia alla Roma. Che coppia con Dybala!”

Anche noi al Bayer Leverkusen volevamo prendere Abraham, ha un grande talento da centravanti e sono molto contento che sia andato alla Roma. Sono convinto che con Dybala dietro di lui possono costruire un tandem perfetto.

Hai parlato di Dybala, che giocatore è per te Paulo Dybala?

Lui non è velocissimo ma ha un talento nel suo piede che è incredibile, ha fantasia, può dribblare in tutte le situazioni ed è eccezionale ed è il compagno ideale per tutti gli attaccanti.

Ci sono e ci sono tanti numeri 9 importanti in Italia, qual è quello che ti piace di più?

“Patrik Schick, che ora gioca per noi. Calciatore e persona eccezionale.”

Il giocatore che mi è piaciuto di più della Roma lo abbiamo ora al Leverkusen ed è Patrik Schick. È un calciatore eccezionale è una persona eccezionale e sono contentissimo che sia venuto qui.

Che ne pensi delle dichiarazioni di Negelsmann sulla forma fisica di De Ligt? È un campanello d’allarme per il calcio italiano?

“Non credo a quello che ha detto Negelsmann. Dipende dall’allenatore, a questi livelli devi essere in forma per forza.”

Oggi non credo che queste frasi siano vere, quando si gioca a questi livelli devi essere in forma per forza. Spesso dipende dall’allenatore e dal team dell’allenatore ma non ci sono tante differenze nei diversi campionati. Mourinho nella Roma farà sicuramente allenamenti come ha fatto con il Chelsea, il tottenham, il Real Madrid.

Come ti spieghi la seconda esclusione consecutiva dell’Italia dai mondiali?

“L’Italia ha pochi attaccanti, segna poco. Forse tra un paio d’anni…”

Secondo me l’Italia non è la squadra più forte d’Europa e nonostante questo ha meritato di vincere l’Europeo. Il problema dell’Italia è solo davanti, negli altri reparti non ci sono problemi. Ci sono pochi attaccanti ed è il problema più grande, forse tra un paio di anni arriva qualcuno.

Zagadou è stato accostato alla Roma, ti piace come profilo?

Può essere un buon acquisto, è bravo ma non credo sia uno che sposta gli equilibri.

Sei ancora amico con qualcuno dei tuoi ex compagni?

Passano gli anni per tutti, io però torno spesso a Roma e ho contatti con qualcuno, ogni tanto mi sento con Bruno Conti e con Giuseppe Giannini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.