VIRGILIO: “Lo sceicco? L’importante è che la Roma abbia una visibilità internazionale”

22/02/2013 - 21:25

SENTI CHI PARLA…ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu,Senti chi parla… alle radio“, diventa quotidiana. Ogni giorno, in questo spazio, potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano, raccolti dalla nostra redazione.

(AGGIORNA)

Virgilio a Manà Manà Sport: “Lo sceicco? Un signore che ha società importanti, ha possibilità economiche molto importanti così come Pallotta. Una figura che ha capito che è conveniente investire in un club come la Roma, i ruoli verrano definiti dopo. L’importante è che la Roma abbia una visibilità che vada oltre le Alpi”.

Chiara Zucchelli a Rete Sport: “Lo sceicco? Se parla pochissimo lo comprendo e io preferisco parlare della partita di Bergamo che è molto importante. Il comunicato di ieri? La Roma l’avrebbe evitato, è stata una richiesta precisa della Consob”.

Daniele Lo Monaco a Rete Sport: “E’ importante che da certi personaggi la Roma si tenga sempre molto distante. Michele Padovano nella Roma non deve entrare. Padovano ha un fortissimo legame con Luciano Moggi. Noi però siamo la Roma, siamo un’altra cosa”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Bisognerebbe capire bene se l’interessamento dello sceicco sia diretto o indiretto. Se fossi indiretto potrebbe partecipare economicamente senza rispettare le regole del fair play finanziario, un po come hanno fatto alcuni investitori del Psg. Per il momento non mi esalto, visto le esperienze passate, e conoscere meglio questo personaggio. Inoltre capire bene come entri all’interno della Roma: prenderà una quota di Pallotta?”.

Luca Fallica a Tele Radio Stereo: “Se c’è qualcuno che porta i soldi per costruire lo stadio, costruire una squadra più forte il tutto per guadagnarci…ma magari! La formazione di domenica? Non farei il 3-4-2-1 senza Totti”.

Marco Valerio Rossomando a Tele Radio Stereo: “La gestione di Andreazzoli sembra ormai puntare su due punti fermi: la difesa a tre e Pjanic nel ruolo di regista. Quindi credo che sia lecito ipotizzare che giocherà basso a Bergamo. Molto è da capire dove giocherà Florenzi che oggi è stato provato molto in avanti, quasi come un trequartista”.

Fabio Petruzzi a Rete Sport: Lo sceicco? Non vedevo l’ora. Bisogna attendere ora ma è molto importante che ci siano persone disposte a spendere per questa squadra”.

Patrick Vom Bruck a Rete Sport: “Domenica non sarà facile: l’Atalanta sta facendo un pochino meno bene dello scorso anno ma è sempre una squadra ostica. Non nego che la presenza di Padovano al fianco dello sceicco mi inquieta ma il suo ingresso nel club è molto importante, sia per quanto riguarda gli investimenti che opererà che l’aumento di internazionalizzazione che porterà”.

Stefano Desideri a Rete Sport: “Domenica il campo non sarà in buone condizione e a Bergamo sarà una grande battaglia. La Roma deve andare li con grande spirito agonistico. Il terzo posto? Nel calcio non si sa mai…imbrocchi il filone positivo e l’entusiasmo cambia. Basta vedere cosa sta facendo il Milan”.

Fabio Maccheroni a Radio Mana Mana Sport: “Io vorrei che la Roma trattasse con un allenatore forte. Comunque vada Andreazzoli va ringraziato e messo al fianco del nuovo mister o a fare quello che ha sempre fatto. La Roma deve impostare il programma con un allenatore di un altro spessore”.

Michele Giammarioli a Radio Mana Mana Sport: “Se fosse confermato Andreazzoli vorrebbe dire che la Roma è arrivata terza e ha vinto la Coppa Italia. Se fosse così siete sicuri che la società penserebbe a un altro tecnico?”.

Mimmo Ferretti a Tele Radio Stereo: “Mazzarri alla Roma? Sinceramente mi lascia sorpreso. Lui è uno che non punta molto sui giovani, basta vedere Insigne che sta quasi sempre in panchina. Non capirei il suo arrivo in una squadra composta principalmente da giovani. Atalanta? Un match duro in cui i giocatori d’esperienza saranno fondamentali”

Marco Cherubini a Tele Radio Stereo: “Senza Totti e De Rossi, Pjanic deve prendere per mano questa squadra. Il bosniaco secondo me ha tantissime qualità per ora ancora inespresse pienamente. Atalanta? E’ un match duro storicamente per la forte rivalità che c’è e loro stanno vivendo un momento difficile da cui vogliono uscire. Modulo? Credo che, considerate le assenze, si andrà verso un 3-5-2 e spero nel rilancio di Florenzi”

Ugo Trani a Rete Sport: “Che partita sarà quella contro l’Atalanta? Loro sono una squadra difensiva, un pò come la Sampdoria. Bisogna stare attenti, l’equilibrio trovato va confermato contro l’Atalanta”.    

Riccardo Galopeira a Tele Radio Stereo: “La Roma ci ha messo del suo sempre anche per perdere le partite. Mi piacerebbbe pensare che adesso si sia definitivamente cambiata marcia. Mi sarebbe piaciuto andare a Bergamo con Totti e De Rossi visti gli infortuni di Castan e Destro, ma la Roma ha le carte in regola per fare bene”.

Mario Corsi a Centro Suono Sport: “Certo dare le notizie due anni prima per due anni dopo, comincia ad essere una storia buffa. Oggi, in molti, si complimentano con Baldini perchè ha portato l’arabo alla Roma. Sempre quelli che, guarda caso, fino a poco tempo fa ritenevano questo personaggio uno straccione. Io dico: attenzione, aspettiamo. Aspettiamo, ci vuole un pò di tempo, non ci gasiamo, non cominciamo a dire 100, 200, 800 milioni e cosi’ via”.

Stefano Carina a Radio Radio: “Di questa storia, sinceramente, se ne capisce molto poco. Lo sceicco, in questo momento, non acquista azioni di Unicredit ma interviene con un accordo di partnership con Pallotta: questa è una cosa importantissima da sottolineare. E’ Pallotta che vende sue quote. La Roma allora è più solida? Questa è la domanda che dobbiamo porci”. 

Roberto Renga a Radio Radio: “Il comunicato dice che sono stati fatti dei preliminari. Come sapete i preliminari nel calcio, come nella vita e nell’amore, contano ma in realtà devi arrivare al dunque. Quindi, è come se non fosse successo niente. Io, per la verità, sono un pò preoccupato perchè ho cercato di avere informazioni su questo signore ma nè a Perugia nè in ambienti romani nessuno mi ha saputo dire nulla su di lui. Nessuno lo conosce. Questo mi lascia un pò perplesso”. 

Sandro a Elle Radio: “Non credo che la volontà dello sceicco sia quella di detronizzare James Pallotta, ma è quella di fare della Roma, economicamente parlando, una grande potenza. Questo è possibile solo andando a raggiungere vittorie importanti a carattere nazionale, ma non solo. E’ normale che tutto questo fa parte di una strategia iniziata con l’avvento della cordata americana”. 

Max Leggeri a Radio Manà Manà Sport: “Direi che la notizia più importante da dare è che questo sceicco esiste. L’arabo, il giordano, l’imprenditore, il tycoon, chiamatelo come vi pare esiste e non è mera fantasia di alcuni organi di stampa. Però mi sembra ancora prematuro parlare di affare fatto. Il comunicato parla di un accordo preliminare e questo vuol dire che prima dell’intesa definitiva si devono creare delle particolari condizioni. Restiamo con i piedi per terra”.  

Fulvio Stinchelli a Radio Manà Manà Sport: “L’ingresso dello sceicco nel pacchetto americano? Non posso che vederlo con grande gioia. In un momento come questo, se vengono soldi freschi da fuori: ma che Dio li benedica. Anche perchè ci dobbiamo convincere che il successo nelle grandi competizioni calcistiche, è assicurato soltanto dai soldi. Se hai molto denaro alle spalle ti rispettano tutti di più. Purtroppo oggi funziona in questo modo”.  

Scommetti sulla serie A, per te 50 euro di bonus e ti regaliamo il 100% della tua prima scommessa!

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*