19 Agosto 2022

Villar: “Dovevo andare via da quella Roma, aspettavo un’opportunità mai arrivata”

"A Roma sono andato da 100 a 0 e ho perso la fiducia"

Foto Tedeschi

Gonzalo Villar ha parlato a Il Secolo XIX. L’ex giallorosso, ora in forza alla Sampdoria, è tornato sulla sua esperienza alla Roma e su quali possano essere stati i motivi per i quali l’avventura non è mai decollata. Di seguito uno stralcio dell’intervista.

Le dichiarazioni

A Roma ho provato la sensazione di passare da 100 a 0′ e di perdere la fiducia. Da essere nel giro dei titolari (con Fonseca) e di disputare un buon Europeo Under 21 a non giocare per 22 partite di fila (con Mourinho). Mi è sembrato un po’ strano… Capisco che nel calcio a uno piace di più un gioco, ad altri un altro. Me lo sono spiegato così. Io anche non giocavo ho sempre dato il massimo, ho sempre rispettato i compagni, non ho mai fatto polemica, aspettando un’opportunità mai arrivata. La scelta di andare a Getafe a gennaio si è rivelata affrettata e sbagliata, perché non era una squadra adatta alle mie caratteristiche, ma sentivo di dover allontarmi da quella Roma. Non da Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 commenti

  1. nercervellosolaroma ha detto:

    questo p;erde sempre l’occasione de sta zitto … nella sua intervista la ragione per cui non sara mai nessuno …

  2. CAP ha detto:

    Se penso che sono state date opportunità a gente scarsa come Oliveira, Felix, Vina e Shomurodov e non a te e Mayoral…

    • Newthor ha detto:

      Sia Villar che Mayoral di chance ne hanno avute e nemmeno poche.
      Dopodiché l’allenatore ha scelto di dare fiducia ad altri, cosa più che legittima e che ha portato alla vittoria della Conference League.
      Non mi pare che né Mayoral (che era cmq in prestito dal Real ed il cui riscatto avrebbe richiesto 20M€!) né Villar abbiano fatto cose indimenticabili al Getafe…
      Se Villar dovesse rilanciarsi a Genova saremo tutti contenti di rivederlo a Trigoria.
      Diversamente si porrà il problema di trovare una squadra interessata.

    • Solide realtà ex Sogni di Latta ha detto:

      CAP tu, veramente, confronti, Villar con Oliveira? Sei un grande giocatore di bocce….

    • Mezzanotte ha detto:

      CAP, se Oliveira è scarso, tu capisci di calcio come io capisco di filologia. Ma per piacere, prima di scrivere a vanvera almeno documentiamoci e comunque le “belle statuine” in campo servono a poco. Buona giornata e sempre Forza Roma.

      • CAP ha detto:

        Mezzanotte e l’altro sopra di te, Oliveira è talmente forte, che a soli 30 anni è ridotto a giocare nel prestigiosissimo campionato turco, acquistato per ben 3 milioni di euro… e sarei io quello che non ce capisce de calcio?

  3. alessio ha detto:

    Finalmente si inizia a valutare i giocatori per quello che fanno in campo.
    Contano i fatti e non episodil…..ADIOS GONZALO!

  4. Gandalf ha detto:

    Meno chiacchiere e più fatti. Adesso hai l’occasione di dimostrare se vali una squadra di serie a di metà classifica o se la tua dimensione è la serie b spagnola.

  5. elconde ha detto:

    Il nuovo Kakà (cit. P-boys)

  6. simonsaved ha detto:

    Non capisco tutti quelli che danno addosso a Villar gratuitamente… è arrivato dalla b spagnola a due spicci e per una stagione sembrava destinato a essere un probabile titolare. Adesso c’è una diversa impostazione di gioco e non si è adattato. Pazienza. Per me resta un buon giocatore. Se vi ricordate gente come Davids che nel milan fu dato via perché non rendeva, oppure henry alla juve, o Pizarro all’Inter…. poi sono esplosi altrove

    • BARYSTA ha detto:

      Hai citato dei nomi che,se per caso Villar dovesse diventare il 50% di uno di loro(pizarro),già sarebbe un fenomeno.Comunque glielo auguro.

  7. CAP ha detto:

    Il mister è un grande, non si discute, ma non dimenticate che le sue grandi toppe le ha prese pure lui: De Bruyne, Salah e Lukaku erano giocatori del Chelsea, sono stati mandati via tutti da lui… non dico che Villar sia un campione, ma nemmeno uno così scarso come volete far passare voi.

  8. Sergio ha detto:

    Certo è strano, un anno e’ una rivelazione, l’anno dopo uno scarto.
    Non discuto Mourinho, le sue scelte, ha sempre ragione Mourinho nelle sue decisioni, ovviamente, sono convinto che la sua strategia è quella di affidarsi ad un gruppo ristretto di calciatori uomini di fiducia, vedi Pellegrini, Crisante, Mancini, ecc… e con loro decidere chi fa parte del gruppo e chi no, poi se salta il rapporto con questi senatori salta pure lui, come è successo con le ultime squadre inglesi che ha allenato.

  9. serj9090 ha detto:

    Gonzalito, anche tu dimentichi che il tracollo è iniziato a fine stagione 2020/21, quando il buon Fonseca stava in panca, tanto che Darboe esordì anche per tappare il “buco” che tu avevi lasciato. E pensare che sognavo grandi cose per te…