Pietro Vierchowod, che di maglie ne ha indossate molte, ma soprattutto un tricolore sul petto con la Roma 25 anni fa, intervistato da Il Romanista, si sbilancia a proposito del campionato:”È una questione di testa, solo di testa. Quella che non avevate al derby. Ma io tra Roma e Inter non ho dubbi. Spero che lo scudetto lo vinciate voi”.
Poi sulla Champions dà un parere da esperto:”Per questo vi dico che lottare su tre fronti è impossibile. Vedremo che succederà in Champions, ma penso che la Roma dovrebbe mollare qualcosa. L’anno che la vincemmo con la Juve, (stagione 95/96, ndr) lo scudetto lo vedevamo lontano”.Ma la Roma non ha intenzione di lasciarlo all’Inter. E domani c’è l’Empoli.”Vince la Roma, senz’altro. Con la Lazio avete perso un’occasione unica, ma solo perché il derby sfugge a ogni logica. Qualche giocatore romanista ha staccato la spina troppo presto. Invece, una partita termina solo quando l’arbitro fischia la fine. Quella con l’Empoli, comunque, è una sfida che può ridare fiducia. I toscani fuori casa sono assolutamente battibili. Penso che la Roma possa riprendere la rincorsa sull’Inter”.Ma Pietro Vierchowod per chi tifa?”Tifare no. Diciamo che simpatizzo per la Roma. E poi l’Inter uno scudetto lo ha già vinto l’anno scorso. Ricordatevi, però, che non si può competere su tre fronti. Lo so per esperienza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here