31 Ottobre 2022

Verona-Roma, le pagelle: ‘Fatal’ Volpato. Zaniolo, dolcetto di Halloween. Cama-Va

I voti ai giallorossi dopo la vittoria al Bentegodi contro il Verona per 3-1 grazie alle reti di Zaniolo, Volpato ed El Shaarawy

Foto Tedeschi

Nella notte degli orrori, è il Verona a vedere i fantasmi. La Roma torna dal Bentegodi con tre punti preziosissimi e un tabù infranto per Mou (vincere contro i gialloblù). I giallorossi vanno sotto per un gol fortunoso dei padroni di casa, un tiro di Faraoni deviato completamente da Dawidowicz che spiazza Rui. Proprio l’autore del gol ‘cambia’ la gara, perchè una tacchettata scriteriata sulla coscia di Zaniolo gli vale il rosso alla mezz’ora del primo tempo. Dolorante, Nicolò si rialza e scarta il suo dolcetto di Halloween, ritrovando un gol che mancava in Serie A dal 23 gennaio. Bene Camara, da cui è partita l’azione, e, in generale, anche la difesa.

Il Verona sul pari si chiude nella sua metà campo, ma Mourinho la vince con le mosse dalla panchina, Matic fornisce un gran assist al giovanissimo Volpato, il quale segna ai veneti un gol bellissimo che fa pendere la bilancia in favore dei capitolini. Non è la prima volta, il classe 2003 ha colpito gli scaligeri anche l’anno scorso. Quest’oggi, oltre al gol, anche un assist. El Shaarawy entra col piglio giusto, e festeggia 30 anni con due gol in due gare.

Le pagelle

Rui Patricio 6: Suda freddo nel vedere un pallone sfilare a due passi dalla sua linea di porta. Kallon ci prova da fuori area, come ormai va di moda quando l’avversario è la Roma, ma Rui ci arriva anche se il pallone è stato leggermente deviato. La deviazione di Dawidowicz è invece fatale, perché cambia completamente la traiettoria della palla. Chiude la porta a Soleimani nel finale.

Mancini 6: Si fa quasi scippare palla da Tameze, meglio poi quando si lancia in avanti per trovare Zaniolo con un buon cross. Fa il suo, lotta su ogni pallone, poi lascia il posto a Matic. (Dal 66′ Matic 6,5: Ordinaria amministrazione a centrocampo, poi viene ‘contagiato’ da Abraham e di testa stampa la palla sulla traversa. Ma il suo uno contro uno è di brasiliana memoria, e la palla per Volpato è da ricordare).

Smalling 6: Fa capire già dai primi istanti ad Henry che lo spazio aereo è il suo, e sale in cattedra in ogni situazione che considera fuori dalle righe. Il corridoio che disegna per Abraham è alla Dybala, ma il difensore gialloblù gli rovina la festa.

Ibañez 6: Si fa sfuggire Faraoni e per la Roma è subito brivido. Legge bene le situazioni seguenti e, come sempre, in velocità dà filo da torcere a mezzo Verona. Ottimo l’anticipo sullo stesso Faraoni che poteva finire a tu per tu con Rui Patricio.

Karsdorp 6: La titolarità gli manca da un po’, ma trova subito l’assist giusto per Tammy, che si divora il vantaggio. Ci riprova poco dopo, sempre per il collega di Londra, purtroppo l’esito è lo stesso. Ripiega anche in fase difensiva, più di una volta, rimontando spesso e volentieri gli avversari. Prova pure la sponda per Abraham in area, forse avrebbe potuto andare lui.

Camara 7: Ha messo le tende nel centrocampo della Roma, recupera con mestiere un buon pallone in area di Hongla ed è spesso lesto negli anticipi. Non a caso brucia Tameze e ruba la palla sulla trequarti che porta al vantaggio. E’ bravo ad andare nello spazio, crea parecchi grattacapi alla difesa del Verona. (Dall’82 Shomurodov SV: Entra vivace e difende subito palla)

Cristante 5,5: Perde un pallone velenoso a centrocampo, ma si fa in quattro per recuperare. Un po’ impreciso negli stop nella prima frazione di gara. Prende anche un giallo evitabile. E’ un po’ in ritardo sul pressing, ma aiuta la retroguardia. Esce nella ripresa. (Dal 45′ El Shaarawy 7: La torta con 30 candeline è ancora fumante, e il Faraone va nuovamente in gol, e sono due in due gare. La verve, dalle sue parti, non manca mai, è davvero l’arma in più).

Zalewski 5,5: Viene sbalzato a destra e a sinistra, letteralmente, per cause di forza maggiore. Resta in ombra per buona parte della gara, ma visti gli straordinari che sta facendo e che dovrà fare in questo periodo, è comprensibile che le energie vadano ben dosate. (Dal 56′ Belotti 6: Ha una buona opportunità ma perde una frazione di tempo e si fa rimontare da Depaoli in area, il suo tiro quindi ne esce depotenziato. Con grande determinazione riesce a tenere palla in campo e lasciar partire un potente tiro-cross che impegna Montipò).

Pellegrini 6: Più assistman che goleador quest’anno, non trova le corde giuste nel primo tempo, nella ripresa arretra a centrocampo. Ed è subito efficace in scivolata su Lasagna, sradicando un pallone pericoloso dai suoi piedi. Oggi, però, non trova la matita dei suoi miglior disegni. Qualche schizzo per Belotti nello spazio. Impensierisce Montipò su punizione.

Zaniolo 7: “Tanta voglia di segnare”, ha detto, e glielo si legge negli occhi. Il primo suggerimento è però per Pellegrini. Poi ci vuole il raddoppio costante di Faraoni per tamponare i suoi strappi. Dawidowicz lo fa rotolare a terra di dolore per una tacchettata sulla coscia (e prende il rosso), ma quando si rialza sa come far male. Nel giorno delle streghe spezza la maledizione del gol, un’esultanza contenuta, ma che sa di liberazione. Chiede il cambio, stremato e malconcio. Gioia e dolore, come Jack Skeleton in Nightmare Before Christmas. (Dal 56′ Volpato 8: A Verona se lo ricordano bene, e dopo stasera di certo da quelle parti non si sarà fatto degli amici, perchè con un sinistro da manuale beffa Montipò, e poi si toglie lo sfizio di mandare in gol anche El Shaarawy con un corridoio col contagiri. Un sorrisone a fine partita che profuma di futuro).

Abraham 5,5: Le statistiche dell’anno scorso fanno ben sperare, ma sbaglia un gol praticamente fatto dopo aver eseguito tutto bene e saltato con classe Montipò. Ha chance di rifarsi due minuti dopo con un gran tuffo di testa su punizione, ma è sfortunato che la palla termina fuori di poco. Resta al palo, letteralmente, una seconda volta, solo che da questa giocata nasce il tap-in di Nicolò.

Mourinho 7 : Deve gestire una squadra stanca e martoriata dagli infortuni alla porta di una settimana di fuoco. Sa come motivare tutti, come portare i suoi a dare tutto ciò che è possibile. Con il Verona, è arrivato lo scacco matto. La sua Roma deve sopravvivere fino alla sosta, so far so good. Le scelte di formazione saranno pure state praticamente obbligate, ma i cambi li indovina tutti, Matic, El Shaarawy e Volpato, che insieme a Zaniolo proiettano i giallorossi al quarto posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

14 commenti

  1. papa max ha detto:

    D’accordo nei voti dati .. forse un po’ generosi con Abraham che stasera sbaglia l’impossibile ..

  2. gerlando ha detto:

    Patrizio 6
    Mancini 6
    Smalling 6.5
    Ibanez 6
    Kardorps 6
    Cristante 5
    Camara 7
    Zalewsky 5
    Pellegrini 5.5
    Zaniolo 6.5
    Abraham 4.5

    ElSha 6.5
    Belotti 6
    Volpato 7.5
    Matic 6.5
    Shomurodov sv

    Mourinho 6

  3. mar ha detto:

    Per me Matic per la mezz’ora che ha giocato oggi merita per lo meno 7 in pagella, ha dato un senso alla superiorità numerica

  4. Vincent Vega ha detto:

    Rui Patricio 6 qualcosa deve fare anche con Verona in 10
    Mancini 5 spesso in difficoltà
    Smalling 6,5 piede ruvido ma tiene da solo la barra col Verona in 11 incontenibile
    Ibañez 5 spesso in difficoltà
    Karsdorp 5,5
    Zalewski 5 non spinge, nemmeno in superiorità numerica. Sembra un pensionato
    Cristante 4 ronf-ronf-ronf persino Mou è costretto ad eclissarlo. Inguardabile
    Camara 6 almeno sembra muoversi
    Pellegrini 4 nullo, impresentabile, manco col Verona 10 da vedere qualcosa
    Abraham 5 NON-SI-PUÒ
    Zaniolo 6 almeno nella prima parte qualcosa tenta
    ElSha 5,5 bello il gol (a partita finita) male tutto il resto.
    Volpato n.g. gol fortunoso
    Matic 6 per lo spunto
    Mourinho 3 squadra inguardabile, peggio del già basso livello consueto.

  5. Marco65 ha detto:

    Molto bene Camarà e molto bene El Sharawi che entra e fa sempre bene è incredibile come uno con la sua tecnica e velocità non sia titolare fisso in questa Roma. Inutile commentare ancora Pellegrini si deve fermare non è in condizione non basta correre avanti e indietro senza prenderla mai e poi quando sei in in possesso palla o in contrasto ti mancano le gambe e vai sempre per terra.

    • Itti54 ha detto:

      Solita disamina corretta e bene esposta. Quando Pellegrini ha recuperato due palloni a centrocampo facendo due cose utili, li ha immediatamente restituiti agli avversari. Il resto penoso, e faccio fatica a capire perchè Mou, stratega esperto e illuminato, non possa prescindere da questo giocatore che per me resta una ballerina in mezzo al campo, fisicamente inadeguato. OIpotesi formazione per il derby, che rimarrà ipotesi tanto Mou non cambierà mai :
      Rui Manc Small Iban. Poi sulle corsie esterne Zalew ed Elsha, in mezzo, dove la lanzie può darci più fastidio, Camara Matic e Crist. Zaniolo dietro all’imprescindibile Abraham (Belotti è addirittura peggio) e ci portiamo la partita a casa. Chi manca ? Pellegrini, ma mi spieghi qualcuno cosa manca alla squadra da me ipotizzata.

  6. marco ha detto:

    Non si può aspettare fino quasi al 90° per vincere 11 contro 10 e contro l’ultima in classifica. Da 2/3 partite non è più il brillante Ibanez delle prime giornate, ha giocato tanto e un pò di stanchezza ne condiziona il rendimento. Solito grande immenso Smalling mentre solito immensamente inutile Pellegrini. Ottimo Camara Ottimo Volpato e bene il mai deludente el sharawi. Il resto della truppa 6 politico.

  7. Gianni ha detto:

    Abraham si muove bene, purtroppo non ce coje più. Belotti purtroppo come al solito. Pellegrini e Cristante non se possono guardà, abbiamo vinto 9 contro 10.
    Per fortuna che c’è Volpato !

  8. Alessandro Roscetti ha detto:

    …tutti soffriamo i nostri limiti in ogni campo
    questa è prova di coraggio lavoro esperienza incoscienza attenzione accortezza passione
    …perdono perché avevo paura di questa partita ma… dopo il lavoro e stanco ce so annato pe’ sostenere… aspettavo la sconfitta!!!
    …mo sto a gode’

    • Alessandro Roscetti ha detto:

      …li voti li lascio a chi più ne ha più e competente di me ma io sono felice… non mi aspettavo tanto eppure purezza lavoro perseveranza sacrificio attenzione prudenza e pazzia hanno prodotto un capolavoro
      Grazie Roma che…

  9. Luigi Cucs Gam ha detto:

    abraham non merita piu’ del 3

  10. giovannib ha detto:

    Qual’e la cosa che vi spinge a pubblicare ogni cosa senza senso che scrive Vincent Vega? Forse solo per creare un pò di dibattito, sicuramente non perché ciò che scrive sia interessante o qualcosa che sia anche solo lontanto parente della realtà, vive in un mondo tutto suo, vedendo cose che non esistono, anche io credevo agli Ufo da bambino ma poi sono cresciuto

    • Marco65 ha detto:

      Trovo invece molto corretti i commenti e le pagelle di Vincent Vega basta vedere le partite e quello che succede in campo:
      ronf ronf ronf Cristante e’ una perfetta sintesi del suo modo di giocare a un certo punto mancava solo il cuscino.
      Trovo solo un po’ generoso il voto a Pellegrini e il gol di El Shaarawi merita un voto in piu’ : gesto tecnico eccezionale.

  11. Amor ha detto:

    Pellegrini 4
    Abraham 4
    Inguardabili!!!!!