Uruguay, parla il CT Tabarez: “Viña sta bene, è pronto per il prossimo match”

Teresa Tonazzi
07/09/2021 - 8:00

Foto Tedeschi
Uruguay, parla il CT Tabarez: “Viña sta bene, è pronto per il prossimo match”

URUGUAY VINA TABAREZ – Il ct dell’Uruguay Tabarez ha confermato le indiscrezioni che scongiuravano lesioni per Matias Viña, che aveva tenuto la Roma in ansia uscendo anzitempo nel match contro il Perù. Durante la conferenza stampa tenuta dopo il 4-2 rifilato alla Bolivia, l’allenatore ha parlato del giocatore giallorosso e ha fugato ogni dubbio circa le sue condizioni. Queste le sue dichiarazioni: “Vina sta assolutamente bene. Ha avuto quel problema che lo ha fatto uscire contro il Perù, il giorno dopo della partita  ha fatto la risonanza magnetica ed è venuto fuori che stava assolutamente bene. È stata una mia decisione di non farlo giocare oggi. Ci sembrava opportuno che riposasse così da  essere pronto per la prossima partita”.

Leggi anche:
Brasile-Argentina viene sospesa

n
Vedi tutti i commenti (6)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Calendario folle e poco buonsenso. Gioca da acciaccato venerdì notte in Sudamerica e poi (necessariamente) riposa domenica…

  2. certo tanto a te se si infortuna durante il match importa poco….poi lo perde la Roma per magari un mese! Se ha avuto un problema sicuramente quel muscolo va gestito con attenzione. Tanto lo stipendio glielo paghiamo noi.
    Io capisco i CT delle nazionali, però non è possibile che siano i club a rimetterci.

  3. Lo paga la Roma quindi si facessero sentire se ha avuto un problema deve tornare e accertarsi che stia bene a Roma per giocare la prossima partita quí si rischia un altro caso zaniolo o spinazzola che per sacrificarsi si sono spaccati. La Roma non può stare a guardare

  4. consiglio a Pinto, per la prossima campagna a acquisti, solo giocatori italiani e non azzurri.
    Vendere tutti i sudamericani, tenersi solo gli europei fino a scadenza contratto.
    Provocazione ma fino a un certo punto
    Fine dei problemi

    PS
    Ricordo Salah che doveva andare in africa a giocare con l’egitto…ma anche basta