26 Luglio 2022

Un parking da 4 mila posti sotto lo stadio della Roma

Si studia la possibilità di realizzare i parcheggi per lo Stadio direttamente sotto l’impianto

Uno degli obiettivi dei Friedkin alla Roma è quello di rendere il club al livello delle migliori società europee e per farlo un punto imprescindibile è la costruzione dello stadio di proprietà. Su questo fronte, continuano interrottamente i contatti con il Campidoglio.

Il parking

Come analizza Il Messaggero, mentre da un punto di vista sportivo la Roma si muove presentando, oggi, Paolo Dybala all’Eur, la società giallorossa si muove anche sul fronte Stadio con la prima riunione fra i tecnici del Campidoglio e lo Studio Gau, incaricato di progettare il nuovo Stadio di Pietralata.

La scorsa settimana, una delegazione dello Studio è andata in Comune per incontrare i tecnici di Urbanistica e Mobilità e affrontare i nodi legati al trasporto pubblico e privato. Si studia la possibilità di realizzare i parcheggi per lo Stadio direttamente sotto l’impianto.

Lo Studio Gau ha, infatti, chiesto ai tecnici comunali di valutare l’idea di sfruttare l’orografia della zona che è collinare per costruire dai 3 ai 4mila posti auto sotto terra, direttamente al di sotto dell’impianto. Si tratterebbe di tre livelli interrati, ciascuno autonomo dagli altri e ciascuno da almeno mille posti auto, che offrirebbe parcheggi a disposizione per circa 6.900-10.000 persone.

I funzionari comunali hanno preso atto di questa idea, ma hanno fatto presente che sarà necessario elaborare una soluzione progettuale che privilegi il trasporto pubblico anziché quello privato. Nella prima bozza di lavoro presentata al sindaco Gualtieri a fine aprile, i parcheggi sembravano essere localizzati nelle aree, di proprietà di Ferrovie dello Stato, adiacenti i binari ferroviari.

Altro tema affrontato, quello dell’impatto acustico in relazione all’adiacente Ospedale Sandro Pertini: qui il Campidoglio è stato molto chiaro. Isolare l’ospedale da un punto di vista acustico è una priorità assoluta. Anche perché l’isolamento acustico del nosocomio potrebbe diventare uno degli elementi su cui costruire la futura delibera di pubblico interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti

  1. giulio.cesare753 ha detto:

    io non li farei proprio i parcheggi, giusto 100-200 posti come area per le autorità. Se la gente vuole và con i mezzi, bisogna cominciare a cambiare mentalità se vogliamo fare una squadra grande, bisogna iniziare dalle piccole cose. Ecopass e 50€ a ingresso nell’area.

    • Nicola ha detto:

      Certo! ma garantendo il trasporto pubblico fino a notte inoltrata, ovvero con incontri serali potenziamento fino alle 02:00, a prescindere dai motivi di sicurezza scaturiti dalla pericolosità delle tifoserie avversarie. Altrimenti è demagogia.

    • Emanuele ha detto:

      I servizi pubblici sono insufficienti, ci sono 2 metro e un pezzo. Gli autobus dopo le partite all’olimpico arrivano dopo 30-40 minuti. Se veramente volessero privileggiare i mezzi pubblici potrebbero farlo sin da ora. Ma come si fa a pensare di non usare la macchina a Roma?