Montali:
“La squadra resterà in ritiro fino a domenica, poii vedremo”
 
Ranieri a Sky
Sulla partita
“Abbiamo giocato bene, abbiamo creato tante occasioni da gol. Per fortuna siamo riusciti a pareggiare, siamo rientrati nel secondo tempo con la voglia di vincere questa gara ma l’espulsione ha condizionato la partita. E’ un peccato, i ragazzi stanno dando il massimo ma non è sufficiente. Dobbiamo dare ancora di più. E’ una Roma senza sette giocatori. Noi non ci accontentiamo del rendimento però ci sono dei periodi in cui non ne va bene una. La squadra non è serena perché sta facendo degli sforzi più forti di quelli che faceva prima. All’inizio vincevamo e adesso non accade più. Dobbiamo solo rimanere sereni e continuare a lavorare”.
Lei ha detto: “Questa non è la mia squadra. Ci dobbiamo preparare a una stagione di grandi sacrifici“. Cosa significa?
“Certo, perché se siamo partiti da zero punti e stiamo lavorando, non si possono prendere in giro i tifosi. Poi, certo che è la mia squadra, ereditata. Adesso stiamo cercando di migliorarla. Io ho detto questa frase in un contesto, quando mi è stato chiesto: “L’ha plasmata la sua squadra?” Ho detto: “Non è la mia squadra, ci sono tanti giocatori che stanno fuori, non ho potuto fare un mercato perché io sono entrato in corsa quando era già finito tutto”
Quale sarebbe la sua squadra?
“Se io vengo preso in corsa, come fa? E’ la mia squadra e la voglio la mia squadra. Ormai è diventata mia”.
 
Ranieri in sala stampa:
“Motta farà accertamenti per via del problema accusato durante la gara”
 
Ranieri a Mediaset: Voleva lavorare sulla difesa, per cancellare gli errori della Roma”E’ un peccato, oggi bella partita, abbiamo creato tante occasioni da gol. Nel calcio ci sono questi momenti che crei tanto e non riesci a chiudere la gara. Noi abbiamo creato occasioni e loro hanno avuto solo due occasioni e due gol. Poi c’è stata la scellerata espulsione di Taddei, che ha condizionato notevolmente la gara”.Tre sconfitte consecutive”Fanno male, è un periodo che non si riesce a vincere, i ragazzi stanno lavorando. Ci deve stare più serenità da parte di tutti. I ragazzi stanno dando il massimo”.Che ambiente si aspetta a Roma?”Con serenità o senza serenità ne verremo fuori lo stesso. Noi vogliamo vincere, la società vuole vincere, i tifosi vogliono vincere. Se siamo uniti e compatti ce la faremo tutti insieme”.Ci sono episodi che mettono a repentaglio tutto ciò che costruite, disattenzioni”Su palla inattiva basta un attimo di disattenzione, ed è un peccato perché la partita stava andando bene. L’unica cosa che io conosco è il lavoro. I ragazzi sono seri, questo momento passerà. Ci siamo riuniti e abbiamo deciso tutti di andare in ritiro proprio per cercare ancora più serenità”.Sull’espulsione di Taddei”Lui dice che ha preso una manata, evidentemente ha detto qualcosa all’assistente. Non ci sono giustificazioni per una cosa del genere. Lui doveva mordersi la lingua. Può essere che l’arbitro non veda un fallo, lui doveva stare più sereno. Come dicevo, con serenità da parte di tutti usciremo da questo momento. Io ho uno spogliatoio stupendo, sono bravi ragazzi. Stanno facendo un grande sforzo. Prima vincevano negli anni passati, ora lavorando allo stesso modo non vincono più. E non riescono a capire il perché. Con serenità ne verremo fuori”.

Brighi a Roma Channel“L’espulsione di Taddei? Non ho visto niente. Spesso anche io ho mandato a quel paese gli arbitri. Nel primo tempo siamo andati meglio di loro, l’espulsione ha influito tanto. La strada è quella giusta, però. Ora dobbiamo uscire da questo momento. Ora è inutile parlare di obiettivi. Gli errori di Vucinic? Può capitare, speriamo che possa sbloccarsi sia per lui che per la squadra”.
 
Marino a Mediaset:
“L’espulsione di Taddei? Dipende dalla gravità delle parole. Se l’ha espulso significa che è volata qualche parola in più”.
 
CONTINUA