romanews-roma-francesco-totti-hall-of-fame-ringraziamento-bacio
Foto Tedeschi

ROMA INTER TOTTI – La Roma perde per 3-0 contro l’Inter allo Stadio Olimpico ma ritrova una sua bandiera. Dopo due anni, si è rivisto in tribuna Francesco Totti che è stato ospite del main sponsor giallorosso del quale è diventato testimonial.

Leggi anche:
Totti e i Friedkin lasciano in anticipo la tribuna per progettare il futuro

L’ex capitano si è seduto vicino al CEO Berardi

La Roma e Francesco Totti si sono avvicinati. Come scrive Il Messaggero, da oggi l’ex capitano sicuramente non è un nemico come si è sentito per qualche tempo tanto da dover scappare dal club nel quale è cresciuto. Tutti minimizzano dicendo che questo riavvicinamento non è l’inizio di nulla in particolare. L’auspicio di tanti è quello di rivedere Totti in società perchè lui e la Roma sono una cosa sola e ieri l’Olimpico lo ha dimostrato di nuovo. I tifosi hanno accolto l’ex numero 10 con cori a lui dedicati e con uno striscione molto significativo: “Totti e De Rossi simboli del popolo romanista, bentornati a casa”. La serata è nata grazie a DigitalBits che ha affidato la propria immagine all’ex capitano con la conferenza stampa che ufficializzerà il tutto domani. Francesco Totti guadagnerà almeno 5 milioni di euro grazie ad una collaborazione pluriennale. Ieri sera, salendo in tribuna ha trovato Dan e Ryan Friedkin che gli hanno dato il classico “bentornato a casa”. Quando è salito in tribuna ha sentito tutto il calore dei tifosi e si è emozionato. C’è comunque chi è pronto a scommettere che domani, alla Nuvola di Fuksas, venga annunciato il suo ritorno alla Roma nella conferenza stampa organizzata dal suo nuovo sponsor. Manca sempre meno per conoscere il suo futuro.

5 Commenti

  1. I Friedkin sono strategici, Totti ha molte azioni della roma, qualche milione di euro, che non ha venduto quando la società ha fatto l’opa, quindi ci sta che i friedkin hanno fatto il contratto con la digitalbits a Totti per ricompensarlo dell’eventuale cessione dei titoli azionari

  2. caro Francesco .. la Roma , anche quest’ anno, non riesce a diventare competitiva nel Campionato di Serie A, non vincera’ la Coppa Italia e non vincera’ manco la Coppa del Nonno o come se chiama veramente .. manca un buon Portiere, un buon centrale, un buon terzino destro, un buon terzino sinistro, due buoni centrocampisti , uno che sappia recuperare palloni e l’ altro che sappia indirizzarli verso gli attaccanti e mancano attaccanti che segnino valanghe di gol .. non credo sia colpa di Mourinho, almeno non tutta, ma di una Dirigenza Tecnica che , fino ad oggi, ha fatto pena , per non dire pieta’ .. credo che con Totti e De Rossi nello staff Dirigenziale, avessero una importanza strategica, magari anche senza Pinto che non mi e’ mica piaciuto, tantomeno convinto affatto, la Roma potrebbe finalmente CREARE un gruppo giocatori davvero bravi che la possano portare almeno a poter competere in Italia e anche all’ estero .. sembra facile ma anche impossibile !

  3. Francamente a me digital qui digital li non interessa niente, io ho solo un auspicio che il figlio sia forte a giocare al calcio come il padre ha 16 mi pare, ci siamo quasi…

Comments are closed.