romanews-roma-francesco-totti-conferenza-addio-coni
Foto Tedeschi

TOTTI CAPRARI SERIE A – Francesco Totti ha messo a segno il primo colpo in Serie A. Si tratta di Gianluca Caprari, giovane cresciuto, tra l’altro, nelle giovanili della Roma. A breve l’esterno di proprietà della Sampdoria lascerà il Reset Group, la scuderia di Lippi, per entrare a far parte del ‘team’ CT10 dello storico capitano giallorosso. Il classe ’93 non ha mai nascosto la sua ammirazione per l’ex numero 10, ed ora insieme avranno la possibilità di trovare un club che punti sul giocatore romano, dopo l’esperienza con il Parma. Non è tutto, secondo Sportitalia, nel mirino ci sarebbe anche Piotr Zielinski. Il centrocampista del Napoli nei giorni scorsi ha incontrato lo stesso Totti a pranzo, e potrebbe quindi decidere di cambiare procuratore e affidarsi all’ex numero 10 giallorosso, il quale potrebbe occuparsi del rinnovo del contratto con i partenopei.

8 Commenti

  1. Ma perché continuate a propinarci le sequenze esistenziali tottiane? Noi vorremmo sapere della Roma e di oggi e del suo futuro. Totti è il passato, prima luminoso e alla fine decadente, ma basta. Avete sempre scritto fiumi di parole sul divo romano, ora riposatevi!

  2. Perche Totti e’ stato la Roma non un giocatore qualsiasi. Capito? Un capitano cosi non lo vedrai per secoli e Forse mai. Hai Capito o no??? Decadent sto c….

  3. Tranquilli! Io non ci perdo tempo. Mi dispiace per voi se dite un capitano per sempre. Io spero di trovarne tanti altri, uno più bravo dell’altro sul campo, non nella memoria. Comunque sempre e S O L O. FORZA ROMA e lasciamo da parte i divismi che non fanno vincere scudetti o coppe, ma ingrassano soltanto i divi adorati.

  4. Non nascono tanto spesso giocatori di un alto livello come Maradona, Pele’, Messi, Ronaldo, Totti, Mancini, Baggio .. in piu’. quando nascono e finalmente danno gioia e spettacolo agli appassionati di calcio, c’ e’ gente che , chissa’ per quale “malformazione mentale o fisica” , anziche’ goderseli, invita .. con forza, con grinta, con cattiveria, con malanimo .. gli altri a “capire la negativita’ dei fenomeni” .. e li chiama, i campioni .. vasi di coccio, divi adorati, falsi idoli .. e, per queste persone, magari anche tifosi, Totti non avrebbe mai potuto fare il Dirigente della Roma perche’ .. solo un giocatore .. no sa niente di come si fa il dirigente .. mah .. oh .. padrone dei tuoi pensieri seppur per me nebulosi, eh ! ma lasciami almeno dire .. mah !

  5. Decadente de che???? È stato decisivo fino all’ultimo minuto dell’ultima partita giocata. Ancora oggi a 45 anni per classe, carisma e carattere vale 10 pellegrini, 20 pastore e 50 kluivert, under, ecc.

  6. Totti è stato uno dei più grandi nel suo domain. È una caratteristica dei vincenti quella di mettersi alla prova in ambiti dove non si è testati. Totti ancora una volta dimostra di avere le palle, il futuro dirà se ha anche le competenze manageriali e la leadership per un ruolo di executive o se riuscirà ad acquisirle.
    Pallotta non ci ha creduto. Spero che Totti possa smentirlo come ha sempre fatto quando è stato messo in dubbio.
    Grazie Capitano per tutti questi anni e in bocca al lupo.

Comments are closed.