TOTTI CHAMPIONS LEAGUE SORTEGGI – Il dirigente ed ex capitano della Roma Francesco Totti ha rilasciato alcune dichiarazioni pochi istanti dopo il sorteggio degli ottavi di finale di Champions League. Queste le sue parole a Sportmediaset:

La Roma è forte, ma lo Shakhtar non va sottovalutato…
Per quello che c’era è andata bene. Non bisogna sottovalutarli perché sono forti tecnicamente e fisicamente, in casa giocano molto bene. Sarà una partita apertissima, ma più si va avanti e più è difficile.

Il campionato per loro si ferma, può essere un vantaggio?
Sì, un piccolo vantaggio. Da qua a febbraio possono succedere tante cose, pensiamo al campionato poi vicino febbraio penseremo a questa qualificazione che per noi è importante.

Di Francesco ha portato armonia…
Si, c’è tanta armonia perché si trova con i risultati, con la voglia di fare bene. Il mister si dedica a 360 gradi per far sì che la Roma sia in alto in classifica. Speriamo di continuare fino a fine stagione.

Ti ha sorpreso?
No, non lo conoscevo come allenatore. Mi ha impressionato tantissimo, migliorerà ancora.

La Champions la giocherete come il campionato?
Per noi il campionato è l’obiettivo principale, rispetto alla Champions sappiamo di incontrare sempre più avanti squadre forti, più forti della Roma. Il calcio riserva grandi sorprese, metteremo in difficoltà qualsiasi squadra incontreremo.

Come ti trovi nel nuovo ruolo?
L’armonia me la dà la squadra. Quando va bene, tutto va bene anche per noi dirigenti. Il direttore mi aiuta, il mister mi sta vicino. Lo staff mi fa stare tranquillo.

Vieni a trovarci? Qui c’è Tacchinardi…
Se non arriva nessuna richiesta io non vengo a casa degli altri, mi farebbe piacere (ride, ndr).

Dove può migliorare la Roma?
In un gruppo c’è sempre da migliorare. Trovare delle piccolezze per migliorarla non è semplice. Parleremo con il mister, con il ds Monchi e valuteremo la soluzione migliore da qui alla fine dell’anno, cercheremo di far diventare la rosa ancora più competitiva.

Oggi sei stato fatto fuori al posto di Xabi Alonso. Non eri stato bravissimo al sorteggio…
Non ho portato male alla Roma, siamo arrivati primi in classifica. Lo dissi che il problema non era nostro, ma di chi ci affrontava. Ora è diverso, è andata e ritorno, ci sono meno possibilità di sbagliare.

Totti ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport: “Sorrido sempre, ma c’è massimo rispetto per l’avversario. Sorteggio difficile, affrontiamo una squadra ben messa in campo, forte tecnicamente. Dagli ottavi incontri sempre squadre di livello, non dobbiamo sottovalutare nessuno. Sognare sia scudetto e Champions? Non dobbiamo scegliere, cercheremo di andare avanti in entrambe le competizioni. Il campionato è il nostro obiettivo principale, in Champions vogliamo andare avanti il più possibile anche se sappiamo che ci sono squadre più forti di noi. Roma da scudetto? Non voglio nominare questa parola, ma siamo una grande squadra ed abbiamo grandi potenzialità. Le critiche a De Rossi? L’ho sempre detto, Daniele è un punto di riferimento per la squadra e per la città. Ha sempre dato tanto e continuerà a dare tanto per questi colori. Gli errori ci stanno, ne ho fatti anche io, ma ha capito e va perdonato. Spalletti primo in classifica? Penso solo alla Roma, posso dire che l’Inter è una grande squadra e per adesso merita il primato. C’è ancora un girone intero, vedremo a fine stagione come sarà la classifica”.