13 Novembre 2022

Torino, Juric punta sui ‘piccoli’ Miranchuk e Radonjic per chiudere al meglio il 2022

Il Torino di Milan Juric sarà la prossima avversaria della Roma. L'ex Radonjic e Miranchuk le armi offensive dei granata

Foto Tedeschi

romanews-juric-romatorino

Oggi la Roma affronterà il Torino per l’ultima partita ufficiale del 2022. La sfida si giocherà allo Stadio Olimpico alle ore 15 tra le due formazioni che segnano meno tra le prime 10 di Serie A. I granata di Ivan Juric hanno vinto l’ultima partita in casa contro la Sampdoria per 2-0.

Prossimi impegni

Roma-Torino (15° turno Serie A, 13 novembre, ore 15, Stadio Olimpico)
Torino-Verona (16° turno Serie A, 4 gennaio, ore 14.30, Stadio Olimpico “Grande Torino”)
Salernitana-Torino (17° turno Serie A, 8 gennaio, ore 12.30, Stadio Arechi)
Milan-Torino (1/8 di finale Coppa Italia, 11 gennaio, ore 21, Stadio San Siro).

Come arriva il Torino alla sfida

I granata di Ivan Juric, dopo un inizio molto burrascoso, stanno risalendo la classifica a suon di risultati. La squadra piemontese ha raccolto 9 punti nelle ultime cinque partite raggiungendo la 9a piazza dietro all’Udinese. Problemi offensivi come dimostrano le sole 15 reti segnate, la peggiore tra le prime 11 del campionato. Una situazione che sta però migliorando, dato che il Torino ha segnato almeno un gol nelle ultime 4 uscite. In difesa le cose vanno leggermente meglio anche se sono 16 le reti subite. La difesa a 3 di Juric sta funzionando meglio ora tanto da non subire più di una segnatura dal 1 ottobre con la sconfitta in casa del Napoli capolista.

Punti di forza e debolezze

La difesa si sta rivelando il punto forte del Torino. Il terzetto davanti a Milinkovic-Savic sta sempre di più apprendendo le richieste del tecnico ex Verona diventando un reparto di ottimo livello. Buona anche la stagione del portiere serbo che ha già effettuato 39 parate e che sarà presente ai Mondiali 2022 in Qatar. In attacco le cose vanno peggio come dimostra il dato sul fuorigioco. I granata sono la terza squadra, dietro a Verona e Cremonese, ad essere andata più volte in offside. Questo dimostra anche il tipo di gioco molto verticale degli uomini di Juric che non hanno la punta di stazza ma preferiscono il fraseggio e lo sfruttamento dello spazio.

Le scelte di Juric

Sarà il 3-4-2-1 il modulo scelto da Ivan Juric. In porta confermato Milinkovic-Savic. Qualche dubbio in più in difesa con Schuurs che potrebbe non farcela, al suo posto pronto Zima con Buongiorno a fungere da centrale. A centrocampo confermato Ricci, fresco di convocazione con la Nazionale Italiana con Linetty a fargli da supporto. Altro dubbio riguarda Lukic, il capitano non è al meglio della forma e potrebbe non esserci. In attacco Vlasic fungerà da punta centrale con Miranchuk e Radonjic a supporto. Possibile convocazione di Pellegri che non è al 100%.

La probabile formazione

TORINO (3-4-2-1): 34 Milinkovic-Savic; 6 Zima, 4 Buongiorno, 13 Rodriguez; 17 Singo, 77 Linetty, 28 Ricci, 27 Vojvoda; 59 Miranchuk, 48 Radonjic, 16 Vlasic.
All. Ivan Juric

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.