25 Gennaio 2010

Toni, almeno un mese di stop

 
(Il Corriere dello Sport) – Luca Toni, che rabbia! Il centravanti tanto atteso dai tifosi della Roma, alla terza partita in giallorosso si è infortunato. Sabato notte è tornato a Roma con le stampelle, il dolore gli impediva di camminare. L’infortunio è sembrato subito serio. All’attaccante è stata appplicata una fasciatura compressiva, oggi sosterrà gli accertamenti presso il Policlinico Gemelli, accompagnato dal professor Spataro. I sintomi sono quelli di una distrazione muscolare di secondo grado, vale a dire uno stiramento ai gemelli del polpaccio sinistro. Alla Roma sperano di poterlo riavere in campo il 25 febbraio, in occasione della gara di ritorno di Europa League contro il Panathinaikos, ma c’è il rischio che lo stop sia un po’ più lungo.
 
RICADUTA – Quella di Toni è stata una ricaduta. Durante le settimana il centravanti si è allenato regolarmente, ma ha sempre fatto fisioterapia per il fastidio al polpaccio. Un risentimento muscolare che lo preoccupava, ma venerdì a Ranieri aveva dato la sua disponibilità. Sabato sera dopo tre minuti ha sentito una fitta: «Non mi è mai capitato un infortunio in quel punto. Pensavo di aver ricevuto un calcio da un avversario, ma mi sono girato e non c’era nessuno vicino a me. Allora mi sono impressionato. Sembrava una sassata» . L’infortunio, secondo Toni non è da ricollegarsi alla temperatura sotto allo zero di Torino: «No, non credo. In Germania giocavo a temperature anche più basse, è stata solo sfortuna, tanta sfortuna». La risonanza magnetica di oggi stabilirà meglio i tempi di recupero. Di sicuro un brutto colpo per Luca Toni, che aveva appena segnato una doppietta la settimana precedente contro il Genoa. Il centravanti vuol bruciare i tempi, si metterà subito al lavoro facendo fisioterapia. Con la sua assenza Ranieri dovrà rivedere i suoi piani. Domani contro il Catania potrebbe chiedere a Totti e Vucinic di fare gli straordinari. Già dopo la vittoria in casa della Juventus il tecnico stava pensando alla sfida di Coppa Italia, alla quale tiene parecchio, perchè vincere signficherebbe passare alle semifinali.
 
DECISIVO – Luca Toni è arrivato a Roma il 1° gennaio. Il giorno successivo è stato presentato e ha disputato l’amichevole disputata contro la Cisco al Flaminio. Il 6 gennaio l’esordio ufficiale in maglia giallorossa. Pochi minuti nel finale contro il Cagliari, che dopo il suo ingresso passò clamorosamente dallo 0-2 al 2­2. Pochi giorni dopo, il 9, Toni ha giocato la prima partita da titolare contro il Chievo all’Olimpico. Una grande prestazione, durante la quale è andato vicinissimo al gol e si è procurato un calcio di rigore (poi sbagliato da Pizarro). Domenica scorsa ha segnato i suoi primi gol in maglia giallorossa. Una fantastica doppietta realizzata all’Olimpico, contro il Genoa. Sabato sera, a Torino, tre minuti, prima di fermarsi. Ha tempo fino a maggio per conquistarsi la conferma della Roma e una maglia azzurra per il Mondiale in Sudafrica. Un mese, almeno un mese, se ne andrà così, per recuperare da questo maledetto infortunio.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.