23 Aprile 2020

Toldo: “A Euro 2000 c’era un grande Totti, aveva età e tranquillità per fare giocate importanti”

romanews-roma-totti-toldo

TOLDO TOTTI EUROPEO INTERVISTE – Torna a parlare Francesco Toldo. L’ex portiere dell’Inter è stato ospite oggi a Sky Sport e ha ripercorso alcune tappe importanti della sua carriera tra cui l’Europeo del 2000, perso in finale al ‘Golden Goal’ contro la Francia: “Fu un colpo duro da digerire, a due minuti dalla fine pensavamo di aver vinto poi arrivo’ il pareggio.
Eravamo in difficoltà anche per il giorno in meno di riposo – racconta Toldo -. E’ stata una delle più grandi delusioni, ma ho sempre pensato agli altri sport dove se si arriva secondi o terzi
si è comunque contenti, vorrei che fosse cosi’ anche nel calcio dove invece se arrivi secondo hai perso. Per me resta il grande Europeo che abbiamo fatto, anche se sicuramente quella finale è
la partita che vorrei rigiocare”. In quell’Europeo Toldo vide un grande Totti: “aveva l’età e la tranquillità per fare grandi giocate, infatti il suo cucchiaio in semifinale a Van Der Sar deriva da una serenità interiore incredibile. Poi in panchina avevamo Zoff, è sempre stato il mio idolo e me lo ritrovai come allenatore, pendevo dalle sue labbra”. Detto che sceglie Mourinho tra gli allenatori che ha avuto, Toldo ricorda i derby della Madonnina (“Non ne ho vinto tanti, ricordo quelli pareggiati in semifinale di Champions con il Milan, mi infortunai al ginocchio quando Sheva mi fece gol”), lui che da ragazzo era stato acquistato dai rossoneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Orazi e Curiazi ha detto:

    Infatti il colpo di tacco per Pessotto nel gol in finale e il suo così come il cucchiaio a Van der Sar ai rigori in semifinale, oltre ai gol segnati e agli assist forniti.