TIKI TATTICA ROMA CAGLIARI – Diciassettesima giornata del campionato di Serie A: la Roma, sul palcoscenico dello stadio Olimpico, affronta il Cagliari. I giallorossi, quarti in classifica, vengono dal doloroso pareggio in trasferta con il Chievo; dall’altra parte, gli isolani, che navigano a vista dalla zona retrocessione, si sono ripresi dopo il difficile inizio di stagione grazie anche al cambio di allenatore con Lopez promosso al posto dell’uscente Rastelli.

GLI SCHIERAMENTI – Partendo dalla Roma, avanti con il solito 4-3-3, ma Di Francesco studia il solito turnover scientifico. In attacco, Dzeko e Schick possono partire entrambi dall’inizio (sarebbe la prima volta dal primo minuto), con l’esclusione di uno tra El Shaarawy e Perotti ed il dirottamento del ceco sulla fascia destra. Sull’altra sponda, Lopez è orientato a confermare il 3-5-2, presentato nelle ultime 5 occasioni con buoni risultati: una sola sconfitta ed 8 punti conquistati.

LA CHIAVE – Attacco contro difesa. Lo scenario al quale si va incontro vede la Roma condurre il gioco con il Cagliari ad aspettare, pronto a sfruttare le ripartenze. La strategia di Lopez è chiara: molta densità in mezzo al campo, con i tornanti predisposti a fare tutta la fascia e collaborare in fase difensiva. I giallorossi, dal canto loro, devono essere abili a spostare il gioco sugli esterni per aggirare il pressing avversario e poi affondare centralmente.

Mattia Emili