“Stare nella squadra di Francesco Totti è il massimo. Sognavo di giocare nella Roma”.”Ho preso solo un caffé da questa mattina, ma l’importante era stare qui ed allenarmi con i compagni.Appena sono arrivato, tutti i ragazzi mi hanno accolto molto bene. Spalletti mi ha detto se volevo allenarmi subito e io gli ho detto di sì”.”Non ci sono stati problemi per quanto riguarda le visite mediche, visto che a inizio stagione ne avevo fatte due: una con l’Empoli e l’altra col Valencia”.”Con l’Inter ho fatto il mio primo gol in serie A e ho vinto a San Siro, mi porta fortuna giocare contro questa squadra”.”Il campionato lo sto seguendo dall’inizio. La Roma gioca il miglior calcio, l’Inter ha una rosa più completa. Sette punti da recuperare, però, non sono tanti per vincere lo scudetto”.”Oltre a Totti mi piace molto Perrotta: sta facendo bene e molti gol che segna risolvono spesso tante partite”.”Spalletti è un tecnico molto preparato. Si vede la domenica in che modo manda in campo la squadra: molto compatta e determinata a portare a casa il risultato”.”Io posso giocare in qualunque posizione nei tre dietro la punta, ma l’importante è dare una mano alla squadra a raggiungere gli obiettivi che si è posta a inizio stagione”.”Panucci è stato il primo a venirmi dietro e a dirmi -Mettiti sotto che ci devi dare una mano-“.”Montella è uno degli attaccanti più forti in Italia: ha fatto più di 100 gol e non è facile superare quella quota. Mi basterebbe fare un pochino di quello che ha fatto lui con questa maglia”.”Non voglio dare colpe a nessuno della mia partenza da Valencia. Però non mi sono trovato bene con l’allenatore (Quique Sanchez Flores, ndr). Sia per la società che per me, quindi, era giusto che cambiassi aria. Il ds Carboni credeva e crede ancora molto in me ma non va d’accordo con il tecnico e per questo ho pagato io”.”Prima di giocare contro la Roma, avevo già esordito in Champions contro l’Olympiakos. Se non fossi entrato in campo durante quella partita, un pensiero alla Champions League con la Roma lo avrei fatto di certo”.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here