7 Dicembre 2022

Tahirovic, recupero vicino: Mourinho punta su di lui in vista del Bologna

Il classe 2003 è soltanto l'ultimo dei giovani lanciati da José Mourinho durante l'esperienza sulla panchina giallorossa. Con il recupero dall'infortunio sempre più vicino, lo Special One conta su di lui in vista della ripartenza del campionato

Foto Tedeschi

Uscito acciaccato durante una delle amichevoli disputate in Giappone, il centrocampista giallorosso Benjamin Tahirovic procede spedito nel suo percorso di recupero. Nei suoi confronti il mister José Mourinho si era espresso in questo modo. “Vi dico già, per non farvi una sorpresa, che presto Tahirovic giocherà e magari lo farà da titolare perché vedo una grande crescita da quando si sta allenando con noi”. Con la seconda parte di stagione che si avvicina, il classe 2003 può rappresentare una risorsa valida all’interno della rosa.

Mourinho pronto a concedere qualche minuto a Tahirovic anche contro il Bologna

E chissà che non possa prendersi anche la titolarità. Come sottolinea il Corriere dello Sport, il giocatore svedese dovrà sopportare ancora cinque giorni di stop prima di tornare ad allenarsi al Fulvio Bernardini sotto gli occhi dello Special One.

Il ragazzo adesso scalpita dall’idea di potersi giocare le sue carte e diventare a tutti gli effetti un componente della squadra dei grandi. Perché ha conquistato la fiducia del tecnico portoghese tra allenamenti ed amichevoli. Dalle parti di Trigoria, c’è chi è convinto che entro febbraio il ragazzo rientrerà addirittura tra i titolari.

Aspettando il rientro di Wijnaldum, Benjamin potrebbe essere l’elemento ideale per dare quel dinamismo al centrocampo che né Matic né Cristante hanno nelle corse. Il tecnico punta su di lui, in Portogallo il ragazzo dovrà continuare a convincere per poter strappare qualche minuto contro il Bologna, e chissà, successivamente anche una maglia da titolare. Mourinho vuole puntarci forse ed è sicuro che Tahirovic risponderà presente come hanno fatto gli altri “bambini”, come li ha definiti, lanciati da lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 commenti

  1. ke ha detto:

    meglio venderlo subito appena sta bene, come i vari bove, volpato, zalewsky … bisogna fare cassa, bisogna vendere e puntare sull’esperienza , i migliori sono i 35 enni, meglio ancora se 38 enni … è quello che vuole mou
    la roma (come sempre) odia i giovani, sono solo un inutile (e temporaneo) fastidio

    • Ciccio ha detto:

      Perché Bove Volpato e Zalesky a chi sono stati venduti genio ? A volte penso che certi commenti vengano postati nella speranza di vivacizzare un dibattito ormai inesistente. Prova a confrontarti con elconde… Dovreste capirvi 😁😁😁