Nicolò Zaniolo

Nicolò Zaniolo nasce a Massa, Toscana, il 2 luglio del 1999 e milita nella Roma dal 2018 al 2023. Di piede mancino, alto 190 cm e 79 kg di peso, può ricoprire diversi ruoli, dalla seconda punta al trequartista o ala destra. Veste ora la maglia del Galatasaray e dal 2016 è nel giro della Nazionale Italiana.

Nicolò Zaniolo: la carriera dell’ex Roma

Muove i primi passi a 5 anni, presso la Maria Rosa di Salerno, poi fa tappa nelle giovanili dello Spezia e poi, nel 2008, approda alle Giovanili del Genoa, dove resta due anni. Nel 2010 arriva la Fiorentina, e dopo tutta la trafila per Zaniolo si apre la categoria Allievi. Nel 2016 passa alla Virtus Entella e nel 2017 esordisce in Serie B contro il Benevento.

Stagione Squadra Presenze Gol
2010-2016 Fiorentina Under 17 22 5
2016-2017 Virtus Entella Primavera 22 9
2017 Virtus Entella 7
2017-2018 Inter Primavera 29 14
2018-2023 ROMA 128 24
2023 — Galatasaray * *
* In corso

Poi è la volta della Primavera dell’Inter, nel 2017, e, dopo essersi messo in mostra in Youth League, una volta viene convocato in prima squadra, da Spalletti, contro l’Atalanta (ma resta in panchina). In seguito il debutto con la Roma, nel 2018, al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid in Champions League. Poco dopo esordisce anche in Serie A, contro il Frosinone.

Il palmarés di Zaniolo

Nicolò Zaniolo ha sollevato trofei sia con la Roma che con il Galatasaray, ma non solo. A livello di giovanili ha vinto:

  • 1 Coppa Primavera nel 2017/2018 con l’Inter

A livello di club ha vinto:

  • La Conference League 2021/2022 con la Roma
  • Il campionato in Turchia con il Galatasaray nel 2022/2023

A livello individuale registra:

  • Premio Lega Serie A: Miglior giovane: 2018-2019

Il valore di mercato e lo stipendio di Zaniolo

Nicolò Zaniolo ha un valore di mercato di circa 27 milioni di euro secondo le stime Transfermarkt. Il classe ’99, si legge su Calcio e Finanza, ha un accordo con il Galatasaray che prevede 900mila euro netti per la stagione 2022/23 e un ingaggio netto da 2,75 milioni a stagione per i successivi anni di contratto, con scadenza al 30 giugno 2027.

Curiosità su Nicolò Zaniolo

  • È figlio di Igor Zaniolo, ex calciatore che ha militato nello Spezia
  • I genitori di Zaniolo gestiscono un bar a La Spezia
  • Nel 2019 rifila due gol al Porto, diventando il più giovane calciatore italiano ad avere realizzato una doppietta in Champions League
  • È il calciatore più giovane della Roma ad aver segnato nella fase a eliminazione diretta in Champions League
  • È il calciatore italiano più giovane della Roma ad aver segnato in nazionale maggiore
  • Nel 2019 vince il Premio Lega Serie A
  • Viene convocato da Roberto Mancini in Nazionale Maggiore nel 2018, prima ancora di esordire in Serie A

Gli infortuni di Nicolò Zaniolo

Alla sua giovane età, Nicolò Zaniolo ha collezionato già diversi infortuni, due dei quali molto seri. Il 13 gennaio del 2020, contro la Juve, rimedia una lesione del legamento crociato del ginocchio destro che lo tiene fuori 172 giorni. Poco dopo il rientro, a settembre dello stesso anno, in Nazionale, Zaniolo riporta un’altra lesione del legamento crociato, questa volta al ginocchio sinistro, e deve stare fuori più di 260 giorni. Il 18 gennaio 2021 risulta inoltre positivo al Covid, che lo tiene ai box 20 giorni.

Con la Nazionale italiana

Nicolò Zaniolo è nel giro della Nazionale Italia dal 2016, quando entra a far parte dell’Under 18, esordendo l’11 novembre dello stesso anno. Poi l’Under 19 e nel 2018 arriva la chiamata dell’Under 21, con cui debutta l’11 ottobre contro il Belgio. La chiamata della Nazionale maggiore arriva nello stesso anno, da parte del CT Roberto Mancini, prima ancora che Zaniolo metta piede su un campo di Serie A. Esordisce in nazionale il 23 marzo 2019 contro la Finlandia.

Quando è nato il figlio di Zaniolo e come si chiama la compagna

Nicolò Zaniolo è figlio di Francesca Costa e Igor Zaniolo, e ha una sorella di nome Benedetta. Il calciatore, in più, ha un figlio di nome Tommaso, nato il 23 luglio 2021 dalla relazione, ormai conclusa, con Sara Scaperrotta.