SUPERLEGA CEFERIN – Il numero uno della UEFA, Aleksander Ceferin è stato chiaro e diretto nei confronti dei club che non hanno ancora preso ufficialmente le distanze dalla Superlega. Se Real Madrid, Barcellona, Juventus e Milan, non diranno addio alla competizione che oramai si è sgretolata, le porte di Champions ed Europa League per loro rimarranno definitivamente chiuse.

Leggi anche:
Dal Pino attacca Inter e Juventus

Un piano anti Superlega

Inoltre, Ceferin, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, starebbe pensando ad un piano UEFA per rafforzare il sistema e imporre delle sanzioni ai cosidetti club “ribelli”. Questi sarebbero i punti su cui verterebbe il progetto del presidente sloveno: 1) il vincolo nelle coppe; 2) il vincolo nei campionati che le federazioni nazionali attueranno il prima possibile e che il presidente Gravina porterà in Consiglio federale lunedì: chi si iscrive a Serie A e Liga, per dire, s’impegna alle coppe europee, altrimenti è fuori; 3) sanzioni etiche e anche disciplinari verso i ribelli. Il tema sanzioni è caldo. Le multe sono possibili. I dirigenti di Real Madrid, Barcellona, Juventus e Milan sono stati avvisati e nei prossimi giorni prenderanno decisioni a tal riguardo.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

3 Commenti

  1. Una bella sanzione alla UEFA che, a quanto si legge in giro, abbia PAGATO i club iscritti alla superlega per uscirne?
    No eh?!!!!

  2. Pensaci, la notizia che i club inglesi siano stati pagati arrivano da quotidiani vicini al Real Madrid.
    Poi pagare le inglesi? se hai letto le notizie del governo inglese di martedi notte dicevano che avrebbero bloccato l’ingresso ed i Visti di Lavoro per tutti i giocatori stranieri acquistati dai club ribelli. Visto che il Regno Unito se ne uscito dalla UE può tranquillamente vietare l’ingresso ad europei etc.

    Poi la UEFA pagava le inglese? a che serviva se era intervenuta la Politica Europea, Macron, Johnson, il Vice UE etc

Comments are closed.