16 Settembre 2022

Super aiuti Covid, dalla Roma al Monza: ecco i sussidi del governo alle squadre di calcio

Dall’inizio della pandemia i club di Serie A hanno ricevuto danni notevoli, non avendo potuto giocare in lockdown e per lungo tempo non avendo aperto gli stadi al pubblico. Per questo, tra la fine del 2020 e la primavera del 2022, dieci società di calcio della Serie A hanno chiesto e ottenuto dallo Stato italiano aiuti Covid.

Gli aiuti

Come si legge su Verità e Affari, la somma per la precisazione è di 142,7 milioni di euro, e in gran parte è formata dalla garanzia al 100% fornita da Mediocredito centrale e Banca del Mezzogiorno su prestiti chiesti alle banche dai club. Sono di quattro tipi gli aiuti Covid ricevuti dal calcio: la parte del leone la fanno le garanzie statali sui finanziamenti chiesti dai club al mondo bancario. Poi ci sono contributi diretti alle società, sia dal governo centrale che da comuni e Regioni. Terza tipologia è quella dello sconto Irap previsto come agevolazione Covid: pagano meno del dovuto e quell’importo viene classificato come aiuto consentito dalle norme Ue. La quarta specie è meno nota. Si tratta di un taglio di contributi previdenziali ai propri dipendenti concessa a chi fra il 2020 e il soci non ha bussato alle porte dello Stato. Un premio che non tiene in alcuna considerazione le dimensioni e lo stato salute aziendale di chi lo riceve.

Sono tre le società grandi firme beneficiarie degli aiuti: il Monza, la Roma e il Torino. Il club di Silvio Berlusconi ha incassato solo un premio da 13.563.35 euro per non avere messo nessuno in Cig quando lottava in serie B. La società dei Friedkin ha invece beneficiato di tre decreti aiuti per un totale di 6,2 milioni di euro. Si tratta di garanzie statali su prestiti e poi del premio da 38.362,65 euro per non avere messo in Cig nessuno dei dipendenti. Infine il Torino di Urbano Cairo: due interventi di aiuto Covid per un totale di poco superiore ai 15 milioni di euro. E per 15 milioni di euro di finanziamento bancario lo Stato italiano ha fornito la sua garanzia totale il 14 maggio del 2021. Poi il 19 febbraio scorso nelle casse del Toro sono arrivati altri 84-358,94 euro di premio per non avere messo ma dello sconto ai contributi previdenziali dovuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.