9 Settembre 2017

Stop Schick: si teme una lesione

IL TEMPO (T.Maggi) – La sfortuna colpisce Schick. L’attaccante ceco, fiore all’occhiello della campagna acquisti della Roma, deve fermarsi prima ancora di esordire per un risentimento muscolare al retto femorale sinistro accusato nell’allenamento di ieri. Non ci sarebbe comunque potuto essere il debutto nella «sua» Genova perché il match con la Samp è stato rinviato per l’allerta meteo ma ora il classe ’96 rischia di saltare la prima in Champions martedì contro l’Atletico Madrid. Da Trigoria raccontano che il giocatore non si è fatto male in un contrasto ma da solo: una modalità che aveva allarmato Di Francesco che si era affrettato ad escludere la presenza del ceco per la trasferta al Ferraris, poi annullata. Nel pomeriggio Schick si è sottoposto agli accertamenti che hanno confermato le brutte sensazioni del tecnico e hanno evidenziato il piccolo edema muscolare: il calciatore starà fermo 48 ore prima di eseguire nuovi esami diagnostici che dovranno accertare con maggior precisione l’entità dell’eventuale lesione. Nel caso fosse di primo grado, lo stop potrebbe aggirarsi intorno ai 10-15 giorni e costringerebbe l’attaccante a saltare anche il Verona. È una grana inaspettata che arriva al termine di un’estate tormentata per il ceco: prima lo stop agonistico per il problema cardiaco che aveva bloccato l’affare con la Juve, poi l’idoneità sportiva ottenuta solo il 10 agosto e il ritorno in gruppo con la Samp il 22 prima del trasferimento alla Roma a fine mercato.

Dopo due settimane di lavoro, Schick stava dando segnali positivi come la tripletta in allenamento e sembrava vicino a ritrovare la giusta condizione. Ora la sfortuna si è messa di nuovo di traverso e questo infortunio, al di là del danno effettivo che potrà essere chiaro solo dopo gli esami, rischia di rallentare il percorso di atletizzazione dell’attaccante. Intanto la squadra, dopo il rinvio del match di Marassi, torna ad allenarsi oggi pomeriggio a Trigoria. Ci sarà anche Dzeko che in mattinata resterà vicino alla moglie, pronta a renderlo padre per la seconda volta. Di Francesco non concederà giorni di riposo ai giocatori che lavoreranno anche domani e lunedì prima del debutto europeo martedì sera. De Rossi, che avrebbe riposato contro la Samp per far posto a Gonalons, torna in lizza per il posto in regia. A parte Schick, l’infermeria si sta svuotando: Florenzi, che avrebbe potuto giocare dal primo minuto a Genova (Di Francesco è stato chiaro: «È pronto»), farà ulteriori progressi e si contenderà fino all’ultimo una maglia da titolare con Peres.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. mario rossi ha detto:

    Ohe` ragazzi, mo la storia comincia a puzzare e parecchio anche. Arrivano a Roma e alla Roma, e si rompono subito. Vogliamo cominciare a vedere se questi preparatori, preparano i giocatori a giocare o a rompersi?