STADIO ROMA – Massimo De Simoni, membro dell’ufficio di presidenza del PD Roma e candidato per il Partito Democratico all’Assemblea Capitolina durante un’intervista realizzata da Michele Plastino nel programma Voci nella Notte in onda su NSL TV ha rilasciato questa dichiarazione: “Di questa posizione ne ho già parlato con il partito e l’ho già condivisa con Roberto Gualtieri, nell’area di Tor di Valle quella roba che si voleva fare era troppa. Lo Stadio va fatto in un altro quadrante della città e non incastrarlo in un’area tipo Tor di Valle. Il quadrante di Tor Vergata si trova nel “cono” formato dalla linea A e la linea C della metropolitana, fuori dall’anello del Raccordo Anulare e consentirebbe di non far entrare i pullman dei tifosi dentro la città. Fra l’altro con gli oneri concessori derivanti dalla costruzione dello Stadio, il Comune potrebbe costruire una metropolitana leggera che metterebbe in comunicazione proprio le due linee metro. Lo Stadio lì diventerebbe un’opera straordinaria, potrebbe comunque vivere tutti i giorni anche con la collaborazione dell’Università di Tor Vergata. Questa mia posizione, lo ribadisco, è stata già condivisa con il candidato Sindaco e con il partito”.

Leggi anche:
ROMA-EMPOLI: GIA’ VENDUTI 27MILA BIGLIETTI. RICHIESTA TAGLIANDI ALTISSIMA

5 Commenti

  1. Caltagirone ora pro nobis – la vendetta!! fare lo stadio nello sprofondo di tor vergata sarebbe un’assurdità. dover costruire apposta una metropolitana… ma milioni di volte meglio tor di valle dove la metro già c’era!! spero nel gasometro.

Comments are closed.