Foto Tedeschi

STADIO ROMA CPI – Si chiude il capitolo Parnasi-Tor di Valle per il nuovo stadio della Roma. I terreni sono stati ceduti infatti alla CPI Tor di Valle, ovvero la società del magnate Radovan Vitek, per una cifra che si dovrebbe aggirare sui 50 milioni. Giuseppe Colombo, presidente di Cpi Propertu Group Italia e proprietario dei terreni dell’ex ippodromo, ha richiesto un incontro urgente al comune di Roma. Queste le parole riportate dall’AGI: “Si tratta di un invito a fare chiarezza in una vicenda che si sta protraendo da tanto tempodal momento che siamo proprietari dell’area con una convenzione in attesa di firma. Da parte nostra c’è la piena disponibilità a intavolare un dialogo costruttivo con tutte le parti coinvolte, al fine di non disperdere il lungo lavoro fatto fino a oggi ed anche per verificare i presupposti per poter portare avanti un importante progetto per Roma.” I vertici di Cpi Property Group sottolineano l’importanza dell’incontro perché “l’area acquistata è un’area urbana che attende di essere rigenerata da diversi anni, con una variante urbanistica già adottata e una convenzione pronta per essere firmata. La richiesta di avvio di un confronto operativo, oltre che rappresentare una legittima istanza del nuovo proprietario, è un concreto passo nella direzione di voler salvaguardare, in primis, gli interessi della Città anche nell’ottica di rimanere attrattiva per gli investimenti privati, anche d’interesse internazionale“.

Leggi anche:
Tor di Valle: Eurnova ha ceduto i terreni alla CPI di Vitek

1 commento

Comments are closed.