5 Giugno 2022

Stadio nuovo e i tifosi al centro del progetto: la nuova Roma dei Friedkin ha come modello il Manchester City

Foto Tedeschi

romanews-roma-dan-ryan-friedkin-scaled

ROMA FRIEDKIN – La nuova presidenza targata Friedkin è riuscita a riportare a Trigoria un trofeo che mancava da ormai 14 anni, il primo a livello europeo riconosciuto dalla Uefa. Oltre a ciò, un altro degli obiettivi principali della dirigenza è quello di far crescere la Roma e il suo marchio. L’ultimo accordo firmato tra la Roma e Fendi, ha testimoniato ancora una volta il tipo di approccio intrapreso dai Friedkin e i loro manager.

La visione della nuova società

Come sottolinea tra l’altro la Gazzetta dello Sport, tutto ciò era stato anticipato giorni fa dal responsabile dei ricavi del club giallorosso Ryan Norys: “l’obiettivo era cambiare il modo in cui il club ha operato storicamente e portarlo in questa nuova era”. Un totale cambiamento di visione rispetto alla presidenza precedente che, come rilasciato dallo stesso Norys nelle sue dichiarazioni a offthepitch.com, è stata paragonata ad altre realtà calcistiche attuali: “Quando sono arrivato il club aveva una visione ancora molto locale. Era molto Manchester City, quelli sembravano la loro cultura e i loro valori. Non per fare un paragone, ma la Roma è molto simile. Da una certa prospettiva dobbiamo essere sensibili ai prezzi per raggiungere direttamente i tifosi”. L’esempio più lampante è sicuramente quello del costo degli abbonamenti e del singolo biglietto per lo stadio. La Roma ha scelto di venire incontro alle persone, sicuramente provate dal punto di vista economico dopo due anni di pandemia, venendo ricambiata come accaduto durante quest’ultima stagione. “Con la Roma – ha detto ancora Norys – siamo molto più strategici non solo nel modo in cui manteniamo la cultura e l’ethos del club a livello locale, ma anche nel portare avanti il messaggio, nel coinvolgere i tifosi senza alienarli o farli sentire come se non fossero la cosa più importante”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti

  1. alberto ha detto:

    ma comprate i calciatori per vincere per favore, l’olimpico è l’invidia di tutto i tifosi del mondo, guardatevi i video del tifo.
    altro che stadio, quello serve a questi americani per cementificare, tutto qui!
    dopo quanto visto in quest’anno ancora una volta si parla di cessioni e di acquisto di bidoni, non cambiano mai questi americani rovinano tutto ovunque mettono mani, guarda la seria A ad esempio!
    Come mai questi americani fanno spesa da noi?

    • ForzaRoma ha detto:

      Come ha fatto la Juve con Ronaldo comprato per vincere la chempions o come il PSG che oltre a vincere la Liga francese non va? Non è così che si vince. Ci vuole una società seria, un ottimo staff tecnico e una base di buoni giocatori (i grandi campioni vanno nelle società che vincono o che strapagano) e un ottimo vivaio per tirare fuori ogni anno 1/2 nuovi giocatori. Non sono i campioni che vincono sono le squadre equilibrate e coese.

  2. PINCO ha detto:

    CHIACCHIERONE.MAI I PREZZI SONO STATI COSI’ BASSI DA QUANDO VADO ALLO STADIO(60 ANNI).
    PER IL RESTO,CON PAZIENZA SI FARA’ ANCHE IL RESTO.INTANTO,ANCHE SE LA TERZA COPPA D’EUROPA,L’ABBIAMO MESSA IN BACHECA.ORA, BISOGNA PRENDERE GIOCATORI FUNZIONALI A QUELLO
    CHE CHIEDE L’ALLENATORE. P.S.G. E’ UN ESEMPIO CHE,ANCHE CON TUTTI I CAMPIONI CHE HA,NON VA OLTRE
    PARIGI. DIVERTIAMOCI E FORZA ROMA