progetto-stadio-grattacieli
Foto Getty

STADIO ROMA GRANCIO – Continua l’infinita telenovela sullo Stadio della Roma. Oggi a parlare in assemblea capitolina è stata Cristina Grancio, consigliera del Gruppo Misto, che ha fatto il punto sulla situazione. Ecco le sue parole.

Le parole della consigliera Grancio sul tema Stadio della Roma

“Due giorni dopo le dichiarazioni di Frongia che affermava ‘I proponenti e gli uffici hanno concluso i lavori sul piano tecnico. Da adesso inizierà realmente e formalmente l’iter politico’, mi viene recapitata la risposta alla mia istanza di accesso agli atti fatto a seguito delle affermazioni dell’Amministrazione proprio sulla conclusione dell’iter tecnico, che avrebbe messo convenzione e variante urbanistica sul tavolo della sindaca. Nella sostanza sul tavolo della sindaca non c’e’ nulla, se non la mancanza di trasparenza che su Tor di Valle sembra regnare sovrana. La mancanza di trasparenza, che contribuisce a perpetuare le ombre che hanno accompagnato lo stadio di Tor di Valle, cosa cela? Un tentativo di forzare la mano alla volontà politica dei consiglieri, creando di fatto, una situazione favorevole alla Roma di Pallotta, più appetibile sul mercato alla voce ‘vendita’ con un progetto stadio non ancora tramontato? Forse un tentativo di galleggiare, quello della sindaca, fino al termine del mandato per non prendere atto di non essere riuscita a portare a termine la modifica al progetto di Marino, finendo in quello che ora, tecnicamente, e’ in un “cul de sac”.

8 Commenti

  1. Sta Grancio non si era piu’ sentita….mo ricomincia a rompere I cog…ni, e’ in cerca di visibilita’ o cosa? PS. Ho visto una sua foto…e’ pure brutta!!!

  2. Guardi meglio .. ci dovrebbe essere un Progetto Stadio ASRoma di tanti volumi e tante pagine pare g’a con l’ approvazione di tutti gli Enti interessati .. va bene che VOI non lo volete far costruire questo Stadio, l’avete detto tante volte e anche recentemente, pure se fate finta di “servire” i cittadini, avete remato sfacciatamente contro alla faccia del Proponente, di chi aveva Approvato i vari documenti e del Popolo Roamista che invece lo Stadio lo vuole eccome .. non come un simbolo ma per vedere BENE la partita perche’ chi e’ un po’ miope all’ Olimpico non ci puo’ mica andare .. meglio comprare la partita in TV anche se poi sono piu’ le delusioni che le gioie .. ma lo Stadio significhera’ anche meno spese e piu’ introiti , indispensabili per poter finalmente avere una Roma piu’ completa e piu’ forte .. capisco che siete pure della Lazio ma avete comunque una bella faccia a dire ANCORA, dopo ANNI, che i documenti non sono chiari .. vergogna ..

  3. A Grancio n’artro annetto…..poi le elezioni….poi a lavora’….se te riesce de trova’ un lavoro!!!Con quella capoccia che te ritrovi,sarà un difficile!!! Però poi sempre contà sul redditto di cittadinanza!!! Che ve lo sete acchittato apposta!!!

  4. La Sindaca sarà in un cul de sac, ma la Grancio c’ha la faccia come il cul de sac. Ma perché non va a lavorare questa, invece di esser pagata dallo stato per far del male alla città.

  5. Intanto la Grancio e’una dipendente dell’ATER del Comune di Roma. Pertanto concluso il mandato ritorna al suo posto di lavoro. Politicamente, ho notato che la questione stadio ne ha fatto una questione personale. Fregandosene dei problemi reali nelle Periferie Romane. Penso al X Municipio. Penso al fallimento politico del centro destra e del centro sinistra in merito ATAC e AMA. Penso alla manutenzione del Verde e delle strade, le stesse Periferie, lasciate nel piu’ totale degrado, che fa la Grancio, fregandosene dei problemi reali dei cittadini, si pone il problema dello Stadio a Roma. Va be facciamocene una ragione e buonanotte al secchio.

Comments are closed.