STADIO ROMA – Diciassette voti favorevoli, due non votanti, 29 assenti: con questi numeri l’Assemblea capitolina ha posto la parola “fine” al progetto Stadio della Roma di Tor di Valle, approvando la delibera per la revoca del pubblico interesse.

Determinanti i voti del Pd

Come fa sapere Il Tempo, determinanti per il passaggio dell’atto sono stati i voti del Pd Giulio Pelonzi e Giulio Bugarini e di Stefano Fassina la cui presenza e il cui voto consente di rimanere sopra il quorum di 16. Il Pd ha presentato una serie di emendamenti, con l’appoggio dei 5Stelle, che hanno cancellato dalla delibera alcuni riferimenti al possesso delle aree. L’approvazione di questi emendamenti è stata la chiave di svolta per l’accordo con i grillini e il voto finale a favore della revoca. Esulta Virginia Raggi: “Si apre un nuovo capitolo per rilancio città. Lo stadio della Roma voglio che sia realizzato. Lo chiede la città, lo chiedono i tifosi giallorossi e anche la società. Ci vedremo al più presto con i Friedkin: è il momento di far diventare il sogno di tanti realtà“.

Leggi anche:
STADIO, FIENGA: “SI APRE UNA NUOVA PAGINA PER LA ROMA”

15 Commenti

  1. Il sogno degli ultimi cinque anni dei Romani (Romanisti e non solo) si realizzerà in autunno, con le comunali.
    O quantomeno in quella data finirà l’incubo.

    • ‘Illusione’.Realtà non vaga.Cancellato definitivamente anche l’ultimo sogno di avere uno stadio.Vale anche per Matteo alla perenne ricerca di ‘pallottiani’.Questo è il vero incubo.

    • Se ci fanno votare… già si parla di prolungare alla fine dell’anno lo stato di emergenza… spero non si inventino altre scuse per tenersi le poltrone a tempo indeterminato…

  2. Game over pallottiani! La vostra vergogna più grande è stata cancellata definitivamente, ormai di voi non resta più traccia

  3. Che gente… Matteo vai a cagare… “I politicanti” ora che ti servono i voti dichiari di voler fare lo stadio per i tifosi… vergogna 8 anni di prese in giro… ora voglio vedere cosa si farà di quello spaccato di città abbandonato a se stesso da decenni, d’altronde la città è abbandonata tutta da decenni… aggiungo 2 miliardi di investimenti portati dai privati, non sapevate come dividerveli, questo è stato il vero problema… Alla fine Marino, che non ho votato, aveva portato un vento nuovo, ed infatti l’hanno fatto fuori… a che gente.

  4. devo dire la verita’ ..? mi spiace per la gente di Tor di Valle .. per il quartiere che era una fogna e una topaia e tale rimmarra’ nei decenni e nei secoli .. mi dispiace perche’ era in una posizione strategica, vicina alla Citta’ e all’ Aeroporto, mi spiace per la Societa’ che ha messo , perdendoli, tanti soldi per fare un progetto ad hoc, che prevedeva anche Hotel, Uffici, Negozi e un Centro Commerciale e in tanti, per mere ideologie politiche, si sono appellati al cubaggio del cemento per distruggere uno Stadio che avrebbe alzato il valore intrinseco non di Roma che ha Colosseo, Fontana de Trevi, Piazza Navona, Piazza di Spagna, Teatro Marcello, Il Tempio di Venere, la Bocca della Verita’ e tante altre Meraviglie conosciute in tutto il Mondo anche se trascurate alla esasperazione dalla attuale Giunta Capitolina, quanto per tutta quell’ Area di Sud Ovest di Roma, contenete l’ Appia Antica, la Tuscolana, la via del Mare, che porta ai vecchi porti usati dai Romani quando la Champions la vincevamo noi e poi noi e poi solo e sempre noi ..avete preso a calci la Storia e per la vostra filosofia di una Decrescita Felice .. beh .. decrescete VOI felicemente e toglieteve dal … ma quanto prima possibile , per cortesia ..

    • Ti quoto al 100%. La domanda che mi viene da porre è questa.
      Roma ha un problema enorme legato allo smaltimento dei rifiuti, ormai tutti i comuni dell’hinterland si sono stancati di ricevere la nostra monnezza e quindi prima o poi andrà affrontato il tema di avere nel territorio comunale questo spazio. Se per uno stadio che avrebbe riqualificato un area degradata, sono stati creati comitati a difesa delle rane, comitati a difesa della tribuna dell’ex ippodromo, ostacolato in tutti i modi quest’opera, che succederà per un invaso legato ai rifiuti?
      La risposta ovvia porta a chiedere ad ognuno di noi se conviene continuare a vivere in un posto simile.

      • devono scomparire questi talebani del no e della decrescita felice .. Roma ha bisogno di almeno tre inceneritori termovalorizzatori .. come il no alla TAV come il no alle Olimpiadi a Roma .. come il no a quello che serviva per fare lo Stadio della Roma col rispetto delle cubature imposte dal piano regolatore e te lo conferma uno a cui Mr. Pallotta e’ stato da subito antipatico con quel tuffo in piscina tutto vestito, roba davvero da provincialotto pecoraro e non da cittadino romano e poi con tutti i buoni giocatori che ha venduto per fare soldi per fare trading con la Roma mi e’ andato proprio sul .. ehm .. lasciamo perdere .. Roma ha bisogno di un Sindaco e di una Giunta di gente esperta, capace, onesta e che faccia il bene di Roma e dei Romani ricordando come Roma non sia la loro baracca ma la Capitale d’ Italia che hanno ridotto ad una discarica a cielo aperto e ad uno zoo pure pericoloso per i cittadini che escono all’ alba di casa per andare a lavorare e che devono trovare o farsi un varco tra la monnezza .. poi, forse, respireremo tutti meglio .. Daje Roma e Forza Roma ..

  5. lo stadio della Roma, se si farà, sarà solo sui terreni di Caltagirone. L’ipotesi della ristrutturazione dell’attuale stadio Olimpico (nato dallo scempio della ristrutturazione dei mondiali 90) ha tanti di quei vincoli paesaggistici che non basterà corrompere tutti i Ministri e Soprintendenti per rimuoverli. Inoltre ha gli stessi problemi di Tor Di valle: no mezzi pubblici, no parcheggi e traffico impazzito per ogni evento. L’ex Velodromo poi manco a dillo… Vedremo.
    Capisco il povero Newthor che è rimasto scioccato da questi 5 anni di amministrazione venendo da decine di anni di ottima gestione della città dall’unità ad oggi. Alla ragazza Raggi riconosco il coraggio di aver spaventato (purtroppo non debellato) il gruppo Casamonica con cui tutti facevano affari da sempre (soprattutto fascio-leghisti) e con cui i “migliori” torneranno a fare affari una volta rimossa questa ragazza.

    • Il fatto che s ci critichi 5 anni di assoluto sfacelo, non è che vuol significare che chi c’era prima era apprezzato. Fermo restando che io rimpiango e rimpiangerò sempre l’era Petroselli. Il nulla comisco e soprattutto l’incomptenza rappresentato da questa giunta, non ha eguali nella storia dell’urbe.

      • e secondo te in 5 anni una città co du metropolitane e mezzo, senza na lira e con le mafie, che in comune facevano come je pare se poteva…
        Te dico solo Marino stadio approvato … Marino secco…
        Su Petroselli ( morto mentre lavorava pe la città) so d’accordo co te, ma io ce metterei anche Ernesto Nathan (sindaco 1907-19139)

  6. er bancomat Roma co’ tutto er magna magna é definitivamente terminato ….

    salutateme lo gnocchettaro de boston e er magnate Plastino formato XXXXL ungherese ….

    annate a formello

  7. @Toninho Capsico il tuo punti di vista e la difesa che fai della giunta attuale, ma ti ribalto la domanda. Quello che era questa città lo sapevi da prima. Che ti sei presentato a fare se sapevi che non si poteva fare nulla? Secondo me l’immobilismo di questa amministrazione è un pessimo esempio di occasioni perse. Su Nathan non posso dire nulla, non c’ero 😉

Comments are closed.