10 Luglio 2019

Stadio della Roma, Marino: “Spero si faccia ma non sono molto ottimista. Con me sarebbe stato già inaugurato”

STADIO DELLA ROMA MARINO – Ignazio Marino, l’ex sindaco di Roma, ha parlato questa mattina a Radio Roma Capitale. Tanti i temi trattati, ovviamente si è soffermato anche sulla questione stadio della Roma. Queste le sue parole: “Spero che lo stadio della Roma si faccia ma non sono molto ottimista. Se fossi rimasto al governo di questa città in un mandato lo stadio sarebbe già stato inaugurato. Ci sono state decisioni successive che hanno creato conflittualità e problemi anche dal punto di vista della giustizia. Spero che non venga sprecata un’occasione incredibile che creerebbe almeno 5mila posti di lavoro per l’avvio del cantiere ed un indotto economico rilevante per Roma”.

SUL PROGETTO – “Noi trovammo un progetto disegnato con un grande interesse da parte degli imprenditori privati. Con l’aiuto determinante di Giovanni Caudo, professore di urbanistica a Roma Tre, noi chiedemmo al presidente della Roma di cambiare quel progetto, di investire centinaia di milioni di euro in opere pubbliche. Parliamo di metro, ponte carrabile e ponte pedonale sul Tevere, un grande parco attrezzato, il raddoppio della capacità di trasporto su ferro per portare il 60/70% degli spettatori allo stadio con mezzi pubblici. Tutto questo è stato cancellato dalla Raggi ed è stato detto che le opere pubbliche saranno a carico dei cittadini, nonostante la legge preveda il contrario. Resto stupito di come sia stato possibile cancellare una progettazione così puntigliosa. Tutto è stato abbandonato e quello che manca è proprio una visione della Capitale d’Italia. Ogni mattina viene lanciata una nuova idea e resta abbandonata dopo qualche tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

19 commenti

  1. MEJO LA AS ROMA! ha detto:

    il movimento 5 stelle e la raggi pagheranno molto caro (non solo per lo stadio) il ritardo e l’idiosincrasia nei confronti della AS Roma e di questa proprietà….. Il danno (tutti i danni) per il “notevole ritardo” per l’inizio dei lavori qualcuno dovrà pagarlo, no?…… Tutte le grandi società europee hanno il proprio stadio di proprietà, noi ancora no. Perciò ci stanno vietando di essere una grande società o una grande squadra.
    E chi vi voterà la prossima volta? I vostri parenti? E poi?……By bye virginia…..

  2. criPtico ha detto:

    Beh, ma nessuno aveva detto se il “cambiamento” sarebbe stato in meglio o in peggio. Speriamo che con l’evidenza dei fatti di questi giorni, mesi, anni, la cosa ormai sia chiara a tutti. Peccato per chi fu fatto fuori dal fuoco amico, perchè evidentemente era troppo fuori dalle schifose logiche che gestiscono questa città

    • Plusvalenza ha detto:

      Peccato che quello non e’ uno stadio ma un quartiere, peccato che i collegamenti non ci sono, peccato che i soldi per le infrastrutture fatte prima non ci sono, peccato che nel frattempo un proponente e’ andato in galera, peccato che nel frattempo la Roma e’ usata come “bancomat” per interessi avulsi a quelli sportivi.
      Forse per voi sono dettagli perche’ il vostro padrone vi obbliga a scrivere, pero’ molti hanno capito.
      Via pallotto e NO al quartiere.

    • [CAT] Marks ha detto:

      Esatto, se mai Marino si ripresenterà alle elezioni lo voterò a scatola chiusa, fosse anche solo per fare un dispetto a quel fuoco amico. Che deficienti mamma mia!

  3. giulia2014 ha detto:

    Marino e entrato nel mio negozio promettendo un risarcimento dopo l’alluvione accaduto nel 2014 …a prima porta …..ancora sto aspettando…..mi ha fatto spendere per le procedure di rimborso oltre i 2500 euro …..parlano sempre che fanno i fatti quando sono altri in carica..poi quando c sono e sempre lo stesso bla bla bla ….

  4. criPtico ha detto:

    hai paura che ti tolgano il reddito di cittadinanza? 😉

  5. Manu72 ha detto:

    Infatti lo hanno fatto fuori il suo partito x uno scontrini e una vettura parcheggiata nale.. sempre la sx dicono beei renzi che parla della vendita della Roma (!) E come disse Capello cera il motivo xché i russi Non la comorarono la Roma allora qui bisogna capire che forse la Roma potente calcisticamente non la vogliono compresi quei tifosi che sono contrari e ti credo…mafia!

  6. fv ha detto:

    certo resisti, ci piace la capitale con i sorci in mezzo alla spazzatura non raccolta da settimane, le voragini per strada, gli alberi che cadono sulle capocce, gli autobus che vanno a fuoco, i cantieri aperti da anni con la cicoria che ci cresce in mezzo

  7. Lupi grigi ha detto:

    Forse hai sbagliato volevi dire Lotito resistiiii e continua a portare campioni a Formello basta Wallace basta Patrick Berisha badelj ……….. era questo vero ?!!!! Agahahahah forza roma

  8. Joe ha detto:

    Tu tifi Lazio, non Roma, giusto?

  9. tuljulien ha detto:

    Per me è inconcepibile che una società non riesca a costruire a Roma uno stadio in 8 anni..o meglio che non riesca neppure ad iniziare i lavori. A Milano hanno presentato oggi il progetto..vediamo quale stadio verrà fatto prima. A Torino ci hanno messo 4 anni. Uno può avercela con Pallotta, con Spalletti, con Totti ecc..ma non si può essere felici se nella capitale d’Italia non si riesce a creare nulla. Si poteva dire subito no a Tor di Valle, e magari insistere per Fiumicino..ma il teatrino politico locale è stato ed è nauseante. E poi si invoca lo sceicco..l’emiro..che giustamente va a Milano, perchè lì fanno l’EXPO, le olimpiadi e riqualificano quartieri interi senza perdere tempo. Sicuramente anche lì girano gli interessi privati, la camorra, l’ndrangheta…ma le opere vengono realizzate. A Roma gira la stessa mafia..ma in più non viene realizzato nulla. Se mi dici no all’olimpiade perchè ci sono le buche da sistemare, “ni” allo stadio perchè ci sono sempre le buche da sistemare..ed alla fine l’unica cosa che rimane sono le buche..c’è qualcosa che non va..altro che emiro..

    • masci giacomo ha detto:

      niente altro da aggiungere! dieci minuti di applausi. soprattutto riguardo le olimpiadi. poteva dire: “ok, però controlliamo noi tutti i passaggi e chi sgarra è fuori!”, però c’era da stare in campana e non erano in grado di assolvere questo compito.
      FORZA ROMA sempre e comunque!

    • [CAT] Marks ha detto:

      Sono con voi sull’incredibilità delle pastoie mafioso-burocratiche romane, ovviamente.
      Però quando le vogliamo confrontare con quelle torinesi occorre farlo in modo corretto.

      La juve ha definito le proprie idee sullo stadio tra il 94 e il 98; ha discusso con il Comune di Torino (proprietario dei terreni) fino al 2002, quando ha acquisito da esso il diritto di superficie sull’area, per 25 milioni di € (non gratis, come anche spesso si dice erroneamente).

      Il piano prevede sin da subito, oltre allo stadio, molte altre strutture anche commerciali. Questo tanto per sfatare l’altro mito che vuole che qua si costruisca per soldi e altrove per amore del calcio.

      Nel 2008, 6 (SEI!) anni dopo l’acquisizione dei terreni) il CdA della juve delibera la costruzione dello stadio; il “Delle Alpi” viene demolito quasi completamente tra la fine del 2008 e l’estate 2009. Il 30 giugno 2009 comincia la costruzione del nuovo impianto, che mantiene alcune strutture di quello vecchio.
      Lo stadio viene terminato a settembre 2011, e viene inaugurato l’8 del mese stesso. L’11 la prima partita ufficiale.

      Dunque anche tralasciando la fase decisionale, le beghe burocratiche e i “bisticci” con il comune, e contando solo il tempo trascorso dall’acquisizione dei terreni alla prima partita, di anni ne sono passati 9; non 4.

      Forza Roma Sempre!

  10. Plusvalenza ha detto:

    Chi c’e’ c’e’….No al quartiere e s’abbracciamo…

  11. tuljulien ha detto:

    …..poi arriva l’emiro che viene a comprarsi la Roma solo per far contenti quelli che s’abbracciano tutti concentrati negli sfottò da derby..mentre altre squadre si giocano le partite vere in Europa negli stadi di proprietà..ma tanto all’emiro che gli frega..si mette sul comodino la foto degli abbracci ed è contento!

  12. Pikenns ha detto:

    Ma a Milano mica ci stanno i grillini, poi si lamentano se portano tutto a Milano.

  13. FORZA MAGGICA ha detto:

    se vabbè ciao

  14. Fabio ha detto:

    Ormai Roma e’ una città da 3* mondo. Non abbiamo più nulla. Potevamo avere le Olimpiadi. Cancellate. Potevamo avere lo stadio e la città dello sport. Cancellato.
    . Ma de mondezza e metro chiuse non ci possiamo lamentare.
    Tutti felici per le Olimpiadi a Milano e il nuovo progetto del nuovo quartiere con stadio a Milano.
    Ma Roma che male ha fatto ?

  15. gino ha detto:

    L’ultimo atto di Marino sindaco: colata di asfalto al posto dei sampietrini nell’ultimo tratto di via dei Fori Imperiali.
    L’ex sindaco si intende di architettura come la Raggi di fisica quantistica.