24 Novembre 2020

Stadio della Roma, l’ipotesi Flaminio prende quota e la Raggi si preoccupa

STADIO ROMA FRIEDKIN FLAMINIO – Il lavoro dei Friedkin a Trigoria prosegue. Tra le priorità della nuova proprietà c’è senza dubbio anche la realizzazione del nuovo stadio di proprietà, che potrebbe però sorgere in un’area diversa da Tor di Valle.

Stadio Roma, il Flaminio convince sempre di più i Friedkin: la ristrutturazione ad opera di Piano potrebbe essere l’alternativa a Tor di Valle

L’ipotesi Flaminio sta prendendo quota negli ultimi giorni. Dopo la breve parentesi del 1989-1990, la Roma potrebbe infatti tornare a giocare nel vecchio stadio. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, se arrivasse il via libera del Comune, i Friedkin sarebbero pronti a ristrutturare l’impianto. Il lavoro sarebbe affidato a Renzo Piano, che anni fa aveva già elaborato un piano per rivalutare la zona. I dubbi su Tor di Valle infatti aumentano e le altre alternative (Fiumicino e Tor Vergata) non sembrano convincere più di tanto. Il Flaminio sembra quindi la soluzione migliore. Spendendo una cifra pari a 350 milioni si potrebbe portare la capienza a 45.000 spettatori. Si starebbe valutando anche la possibilità di riutilizzare le ex caserme ora inutilizzate che si trovano nei pressi dell’impianto. Alcuni problemi relativi al traffico, all’ordine pubblico e al patrimonio archeologico però rimarrebbero.

Raggi preoccupata: cerca di contattare i Friedkin

Secondo quanto riportato da La Repubblica, il Flaminio convince sempre di più, ma a preoccupare la sindaca Virginia Raggi ora sarebbe soprattutto l’alternativa di Fiumicino e il sindaco Montino. Per questo durante il fine settimana avrebbe tentato di contattare i Friedkin, che da quanto è emerso dagli ultimi mesi però sembrano di poche parole. La realizzazione dello stadio sarebbe stata uno degli elementi su cui puntare per la ricandidatura, ma ora il discorso potrebbe complicarsi per la sindaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

37 commenti

  1. jerry ha detto:

    Non faranno niente.

  2. #Noalprogettopallotto ha detto:

    Bene. NO al progetto pallotto e quell’orrendo stadio…

  3. Nicola ha detto:

    Sarebbe solo un progetto stadio senza alcuna speculazione edilizia… certo dovrebbe farsi il progetto da capo e vedere cosa ne viene fuori ma a me non dispiacerebbe l’idea.
    Il problema della viabilità poi è un non problema dal momento che l’Olimpico è poco distante.
    L’area dei parcheggi dell’auditorium anzi potrebbe dare una mano… sempre che la smettano di farci parcheggiare a 2 km dallo stadio come avviene oramai da anni!

    • Stefano ha detto:

      L’olimpico è poco distante ed infatti raggiungerlo è un problema. I parcheggi saranno un problema come lo sono ora, non mi sembra che lì ci sia modo di fare un parcheggio in grado di ospitare macchine per 45000 persone. Io personalmente arrivati a questo punto spero lo facciano a Fiumicino, vicino all’autostrada, lontano da nodi cruciali (come la Roma-Napoli a Tor Vergata), sarebbe la scelta più sensata, ma capisco che rifare tutto dall’inizio sarà un problema non da poco

      • Fabione ha detto:

        Beh se ti viene in mente che con una fermata metro vicina ed autobus di tutti i tipi bisogna prendere la macchina, comincia tu eventualmente a non prendere il tuo cesso

    • Joe ha detto:

      Metropolitana e stop.
      Il flaminio è mezz’ora a piedi dalla metro a… volendo ci passa anche il tram con la corsia dedicata…
      Il Chelsea ha lo stadio in pieno centro, ci si va con la metro. Nessuno prende l’auto.

  4. guidone ha detto:

    Il Flaminio ristrutturato è una corretta e bella suggestione, ma esattamente come per Tor di Valle, Tor Vergata etc, l’impatto di 50mila persone che vanno e tornano da un quartiere è di notevolissima importanza. Infatti tutti sanno che per le partite all’Olimpico poco distante, si deve parcheggiare a kilometri di distanza e comunque tutto il traffico del quartiere viene pesantemente peggiorato (eufemismo…).
    Insomma i problemi sono notissimi a tutti, le soluzioni dovrebbero essere più del Comune di Roma che di un privato che investe. Temo che considerata la cronica mancanza di fondi del pubblico, tutto rimarrà sulla carta… Infatti, e anche questo come tutti sanno, Pallotta era riuscito a spuntare facilmente metri cubi di business park proprio come “compensazione” del risanamento del quartiere (vero o fittizio che fosse). Al Flaminio c’è da reinventarsi un’urbanistica… mi sembra di essere tornato all’Università il secolo scorso quando ci chiedevano di fare il piano struttura della seconda circoscrizione di Roma – mai attuato ovviamente dopo 40anni 🙂
    Nel frattempo mi accomoderò di nuovo e per molto ancora nell’Olimpico post-pandemia a godermi la Roma che vince!

  5. Artemisio ha detto:

    Beh, una zona progettata e riqualificata da Renzo Piano, cosa dire? Il progetto e’ arduo, pero’ sarebbe un gran bel valore aggiunto per l’intera citta’. Stiamo parlando di un architetto che, di certo, ha una visione olistica del progetto.
    A quanto ricordo, lo stadio flaminio non crea piu’ traffico di quanto lo genera normalmente lo stadio olimpico. Il problema di Tor di Valle e’ solo che non genera ingorghi per le partite, ma va a creare un quartiere in una zona senza infrastrutture adeguate.

  6. giacomo ha detto:

    il Flaminio? Ma non è lo stadio dove la Lazio aveva previsto il suo impianto? o sbaglio?

  7. Manu72 ha detto:

    Un cantiere il Flaminio da poco meno di un miliardo di euro x uno stadio con poca capienza e senza garanzie di sicurezza viabilità. Con una necropoli sotto da bloccare lavori x anni. Per usufruirne 3 volte al mese? I matti non sono solo i tifosi anzi, ma soprattutto tutti quei personaggi che hanno di fronte un microfono. Baggianate da deficienti!

  8. gerlando ha detto:

    Col cavolo che la rieleggono!

  9. Blek ha detto:

    Nel mondo gli stadi si costruiscono nelle periferie delle città, Tor di Valle è stata boicottata dal comune di Roma perchè non gli costruivano l’autostrada sotto casa, improvvisamente è stato ritirato fuori il Flaminio, dentro Roma, ed ecco che improvvisamente la viabilità, i parcheggi e tanto altro non sono più i problemi. Spero tanto che i Friedkin non si facciano convicere solo perchè è un’opera già presente. In ogni caso sarà uno spasso vedere la Raggi o chi per lei risolvere i problemi che pretendeva essere risolti da Pallotta a Tor di Valle.

  10. Thomas ha detto:

    Porto io Dan e Ryan a fare un giro al Flaminio e vedi come cambiano idea. Ma comunque e’ sicuramente una boiata quindi non conviene neanche pensarci

  11. Manu72 ha detto:

    Invece di farci uno stadio che darebbe la possibilità di crescere alla società x poter competere con le squadre inglesi e tedesche, non assumiamo moggi, tanto in questo schifo di paese chiamato Italia, vince chi ruba!

  12. NICOLA ha detto:

    Fare causa al comune e chiedere i danni e fare lo stadio a Fiumicino.
    Questo si meritano questa massa di INCAPACI,corrotti.
    Almeno uno stadio da 60000 spettatori.

  13. Luca ha detto:

    a mio parere come non avevo dubbi da anni…lo stadio non si fara´ne a Roma e nemmeno a Fiumicino Civitavecchia Anzio Pomezia…e cosi via……ancora molti illusi come se 10 anni non son bastati

  14. SOLO LA ROMA ha detto:

    Lo stadio a Tor di valle riqualificherebbe una zona, adibita adesso a discarica, si sistemerebbe finalmente la via del Mare (una delle strade più pericolose d’Italia), la metro Roma-Lido fatiscente e continuamente rotta, sarebbe vicino al raccordo e alla Roma Fiumicino. Ma chi ci governa continua a tergiversare, per meri scopi politici e personali. È ora di finirla e lo dico da tifoso e cittadino di Roma. Come disse qualcuno, “via i mercanti dal tempio”.

    • Franco ha detto:

      Non è così: la via del mare si sistema per pochi km, lo svincolo del GRA è una tragedia già oggi visto che per chi viene da ovest, e va al centro o va a Ostia, deve usare lo stesso svincolo (già intasato, con code chilometriche business park a parte), il TRENINO (non è una metro) è disastrato e non sarebbero certo 5 treni della Regione e 5 dei proponenti per sopportare il carico di 30.000 pendolari e 20.000 tifosi quando la Roma (almeno una o due volte al mese) gioca partite infrasettimanali.

  15. ANTONIO ha detto:

    Il Flaminio una pazzia pura….non esistono posti per parcheggiare e poi pensare di ampiarlo a 45000 è ridicolo….se la Roma lotta per lo scudetto 45000 li fai solo di abbonati… credo che la soluzione migliore sia Fiumicino…Comune diverso quindi eviti di dare soddisfazione alla Raggi e porti il la stessa e tutto il Comune di Roma in tribunale….per un risarcimento

  16. A.S.R. ha detto:

    Il progetto di Pallotta poteva pure andare bene a livello di design e infrastrutture, ma i problemi erano due: 1 – L’area di Tor di Valle era ed è inadeguata per mancanza ingente di servizi e strade da rifare; 2 – Chi avrebbe pagato 800 milioni di € per realizzare lo stadio? Pallotta, come l’ultima era Sensi, voleva fare uno stadio con soldi di altri per farlo diventare di proprietà proria, impensabile anche se poteva essere parzialmente finanziato da sponsor.
    Davvero pensate che il Flaminio sia la decisione migliore? Per “servizi” forse sì anche se non mi affiderei totalmente su quelli di Roma, traffico a non finire in quella zona e le strade non possono essere allargate.
    Ipotesi migliori: Fiumicino – Roma Tor Vergata – Eur/Ostia (rifacendo ovviamente tutta la strada che porta a Ostia per la viabilità).

  17. YELLOW&RED LIVES MATTER ! DAN , CACCIA LI SORDI! FACTA,NON VERBA ha detto:

    A Roma vogliamo uno stadio da almeno 90.000 posti. Solo lo stadio! Fatelo dove ve pare e a chi volete farlo fare. È certo che a Tordivalle non lo vuole nessuno se non Parnasi e chi gli vanta crediti. Perdipiù ormai il progetto Eurnova è obsoleto di 10 anni. Basta con la storiella che è colpa della politica: le responsabilità sono di chi ha sclto eun area sbagliata (o meglio giusta per i loro interessi). Basta fandonie!

    • Blek ha detto:

      La colpa è di chi aveva incluso l’area di Tor di Valle nell’elenco dei siti utilizzabili, se tu scrivi Tor di Valle io posso scegliere Tor di Valle!!!

  18. gino ha detto:

    Un restauro affidato a Piano su un’opera di Nervi sarebbe di tutt’altro prestigio rispetto al lavoro affidato all’anonimo architetto americano.

  19. MISTER_SPITFIRE ha detto:

    Stadio a Testaccio agli ex Mercati Generali oramai ridotti ad un cratere in disuso …

    Una bella bombonera o un bel Sarrià con accanto ben tre fermate merto B … Piramide-Garbatella-San Paolo …

    A due passi dal quartiere storico di Testaccio …

    Questa sì che é una suggestione ….

    Anche il Flaminio AMPLIATO con un secondo anello andrebbe bene, per quanti non lo sapessero lì la Roma del ’42 vinse il suo primo scudetto quando sorgeva lo stadio del PNF … e l’italia del ’34 il suo primo mondiale …

    La Raggi se mettesse l’anima in pace … tanto COMUNQUE VADA NON LA RIVOTA PIU’ NESSUNO ST’INCAPACE …

    • luperque ha detto:

      Il problema è che i Friedkin si faranno convincere dal risparmio,da Scalera ed altri interessati all’idea.
      Questi sono ricordi che devi sollecitare a chi non conosce la Storia della ASRoma.Che ne sanno se al vecchio Stadio Torino non ci hanno mai messo piede?

  20. MISTER_SPITFIRE ha detto:

    Stadio vicino lo storico quartiere di Testaccio nella cratere aperto degli ex Mercati Generali

    Ben 3 fermate accanto della metro B Piramide-Garbatella-San Paolo (non la sola misera Tor di valle)

    Una bella bombonera o un bel sarrià e vai cor tango

    Anche il Flaminio RISTRUTTURATO CON UN SECONDO ANELLO va più che bene … in quel campo la Roma del ’42 c’ha vinto il primo scudetto quando sorgeva lo stadio del PNF … e l’itaia ci vinse il primo mondiale nel ’34

    TANTO L’INCAPACE CHIACCHIERONA FUFFAROLA LAZIALE NON VERRA’ ELETTA CON O SENZA STADIO …

  21. Fabione ha detto:

    Volevo ricordare a tutti gli ignorantoni incivili e zoticoni vari che vorrebbero arrivare al Flaminio in auto che nei pressi dello Stadio c’è una fermata metro e linee autobus provenienti da tutte le zone di Roma. E che nei paesi civili, vedi Spagna Germania ed Inghilterra gli stadi (anche da 80000 persone) si trovano in centro città e si svuotano in un quarto d’ora senza cafoni automuniti.

    • Artemisio ha detto:

      Ottimo!

    • Riccardo (AR) ha detto:

      io posso prendere anche l autobus e la metro …. ma devono fare le linea fino ad Arezzo … ahahahah … non tutti i tifosi della ASR sono di Roma città ,,, magari io vengo 6 volte l’anno a vedere la partita a Roma e se proprio fanno uno stadio da 40/45mila posti e vengono venduti tutti i posti con gli abbonamenti ( magari , vuol dire che siamo forti e vincenti ) io posso stare anche a casa per “”” Amor della As Roma “” magari un tifoso di che vive a mezz’ora dalla Capitale e ha l’abbonamento , sicuramente non ha i mezzi per venire senza auto …. dai … i parcheggi ci vogliono … io credo di aver visto tanti stadi in Europa e meno che dentro la città di Londra dove ho visto le partite all’ Emirates , Stamford Bridge , Olympic Stadium … e onestamente non ci sono parcheggi …. MA , c’è una rete capillare di mezzi pubblici che a Roma ed in tutta Italia ce la scordiamo !!!! anche lo stadio per eccellenza Inglese e cioè Wembley … è pieno di parcheggi
      poi in Francia in Germania in Spagna onestamente i parcheggi ci sono negli stadi nuovi … non esiste non concepire dei parcheggi ….
      comunque facciano come vogliono ma lo facciano , altrimenti una pietra tombale sopra e Olimpico a Vita con adeguate correzioni , viabilità , parcheggi , mezzi pubblici , navette ect ect chi più ne ha più ne metta per migliorare l’Olimpico … figura indegna, ma tant’è la novella dello Stadio della Roma stà diventando un romanzo una telenovela , basta … con buona pace di tutti
      ma se come credo e penso i nuovi proprietari non sonoo sprovveduti , costruire lo stadio gli interessa , e molto … per svariati motivi
      a questo punto mi permetto di lanciare un idea … dove come e perchè , non mi interessa, Renzo Piano o chi per lui , può andare bene tutto … Ma la Sud deve essere come il muro del Westfalenstadium con la bellissima Die Gelbe Wand ….. la Sud non può essere un opera architettonica …. deve essere un muro impressionante di ” Lupi ululanti ” un inno alla sottomissione psicologica …. un timore per chi entra e non veste i colori della AS Roma … una scarica di adrenalina per i Romanisti , tutti ….. la Sud è un icona mondiale del tifo …. deve rimanere tale …. le curve con 2 o 3 anelli non si possono vedere …. la Curva Sud è la Curva Sud , deve essere un blocco unico a 2 metri dal campo !!! …. dividerla è un controsenso !!!!!!! un abominio , …. visto che si parla di riprogettazioni varie , mi sento di dire la mia …
      FORZA ROMA

    • Penitenza ha detto:

      Non fa una piega Fabione
      Però nei paesi civili i trasporti pubblici sono validi: le metro sono perfette e gli autobus non vanno a fuoco…
      un abbraccio e forza Roma

    • Franco ha detto:

      Esatto!

  22. Mister No ha detto:

    Lo stadio Flaminio non è un”ipotesi percorribile e non capisco perché venga pubblicizzata, forse in questa fase fa comodo a qualcuno. Per il lavoro che svolgo seguii l’idea di Lotito per il Flaminio, si fece prima a chiudere che ad aprire la documentazione. Completamente irrealizzabile

  23. Asr ha detto:

    Manco questi hanno capito cos’è l’as roma ….Friedkin uguale pallotto!
    Stessa mentalita’….il pallottismo continua!
    Stadio da 80.000 posti

    • unodepassaggiobis ha detto:

      IL progetto di Pallotta per lo stadio a Tor di Valle,irrealizzabile o no, non ha niente a che vedere con un progetto alternativo e ridimensionato a danno dei tifosi.Non ci sono metri di paragone.Comunque è tutta aria fritta perché non faranno niente.Non vogliono spendere più di tanto e se a Roma non fai girare soldi,non combini niente.

  24. Pikens ha detto:

    La Raggi si sta pentendo di aver tirato troppo la corda, ora verso Fiumicino così per lei un ulteriore mazzata in campo politico elettorale, a caro prezzo per Roma uno stadio a Fiumicino ma non per la Roma che vedrebbe finalmente realizzato il sogno di uno stadio di proprietà dopo le prese in giro anche umilianti da parte della sindaca. Si renderà così conto di non aver fatto risorgere una zona degradata per solo puntiglio politico.