21 Settembre 2022

Stadio della Roma: i Friedkin sondano i terreni di Rfi per paura dei ricorsi sull’ex Sdo. Berardi prosegue i contatti con le istituzioni

La società giallorossa viaggia spedita con la speranza di costruire il nuovo impianto nel minor tempo possibile

Il lavoro della Roma per la costruzione del nuovo stadio continua senza sosta. I Friedkin hanno individuato in Pietralata la zona giusta per la costruzione dell’impianto ed ora sono pronti per presentare il progetto in Campidoglio.

Giallorossi non preoccupati dai probabili ricorsi

La Roma è sicura di fare lo stadio a Pietralata. Secondo La Repubblica rimane da capire se sui terreni ex Sdo che sono stati per ora previsti. I terreni in questione però potrebbero avere delle problematiche con gli ex proprietari che starebbero valutando la possibilità di fare ricorso chiedendo la “retrocessione totale del bene”. La società giallorossa non sembra però preoccupata e continua spedita per l’avanzamento delle procedure. Il sindaco Roberto Gualtieri ha già annunciato della presentazione del progetto previsto ad inizio ottobre nelle stanze del Campidoglio. In contemporanea potrebbero arrivare i ricorsi degli ex proprietari. Per cautelarsi, i Friedkin stanno valutando possibili alternative nei paraggi. Ci sono stati colloqui esplorativi con la Rete Ferroviaria Italiana che ha dei terreni in quelle zone e che fa parte del gruppo Ferrovie dello Stato. A quanto risulta a Romanews.eu proseguono le interlocuzioni le istituzioni capitoline sul tema. A questo proposito ieri pomeriggio il Ceo Berardi è stato avvistato dalle parti della Prefettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 commenti

  1. giulio.cesare753 ha detto:

    mi sembra giusto, espropri un terreno per finalità pubblica e poi lo giri a privati… ennesima figura pessima del sindaco di Roma, sembra che la politica sia incapace di fare qualcosa di corretto, marino, raggi, gualtieri… dalla padella alla brace.

    • Riccardo ha detto:

      Ti sei dimenticato Alemanno.. o non lo hai citato di proposito?

    • massimo ha detto:

      alemanno un dramma

    • Domi ha detto:

      il silenzio è opportuno quando non si conoscono i fatti e gli antefatti. All’epoca i proprietari dei terreni ebbero dei ristori per l’esproprio ossia, credo, oltre 40 anni fa. Ora gli eredi vorrebbero indietro i terreni perchè vogliono più soldi questo il motivo reale. e poi lei crede alle favole …faccia lei.