14 Agosto 2022

Spinazzola: “Ci sentiamo più forti, possiamo giocarcela con tutte le altre squadre”

Foto Tedeschi

SALERNITANA ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Salernitana-Roma, match valido per la 1a giornata di Serie A.

Spinazzola a DAZN

Era la prima di campionato e fa storia a se, ma la squadra deve imparare a gestire?
“Dobbiamo tenere più la palla ma il primo tempo andavamo parecchio a vuoto sulla pressione e ci facevano girare tanto. Correvamo male e a vuoto e quando hai palla sei più stanco. Con la qualità che abbiamo potevamo fare meglio. Dovevamo stare 3-0 a fine primo tempo.”

Come stai?
“Molto bene. Sono felice ma posso migliorare ancora tanto”

Meglio nel secondo tempo…
“Avevamo molti più spazi con loro che attaccavano. Quando avevamo palla nel primo tempo erano molto chiusi e non trovavamo le giocate. Fino alla fine le gambe andavano”.

Il secondo tempo cambiando posizione di Dybala e Zaniolo era per farti giocare di più?
“Secondo me era per uscire con Nicolò che aveva più spazio a destra”.

Che aria c’è intorno a te? Sembra cresciuta la squadra?
“Quando vinci un trofeo e arrivano questi calciatori ti alzano il livello. Ora sta a noi crescere e fare meglio dell’anno scorso in campionato”.

Che aria c’è nello spogliatoio? Che traguardo avete prefissato?
“Ancora è prestissimo. Ci guardiamo intorno e sappiamo che siamo migliorati. Normale che ti senti più forte e che te la giochi con tutti”.

Spinazzola a Sky Sport

Abbiamo visto le immagini Conte Tuchel. Vi siete menati anche voi oggi?
“Pensavo peggio, è stata una partita molto tranquilla (ride, ndr)”.

Poteva essere un risultato più rotondo…
“Sì, senza dubbio. Nel primo tempo potevamo stare 3-0 con tranquillità. Ma era la prima partita e i nostri attaccanti segneranno e non sbaglieranno quelle occasioni. 3 punti, abbiamo iniziato bene”.

Con gente di qualità tu e Karsdorp spingete di meno?
“No, è la partita. Loro difendevano a 5, poi è normale che quando Zaniolo, Dybala e Abraham hanno più spazio noi stiamo più indietro. Ma è stata la partita”.

Cosa possiamo dire agli avversari, bisogna aspettarti basso? Salti sempre il primo…
“Mi sento ancora di migliorare tanto e lo farò, c’è tanto lavoro da fare e sto lavorando tanto per migliorare. C’è una partita a settimana ora, ma dopo le partite saranno riavvicinate e voglio essere pronto. Non diciamo nulla agli avversari (ride, ndr)”

Mi dicono che quando Mourinho sente qualcosa dice ‘mi raccomando è una stagione importate’, lo ha fatto con voi?
“No, ancora no. Ha detto di pensare partita dopo partita. Ma è normale che quando arrivano giocatori di qualità ed esperienza, guardi lo spogliatoio e pensi di essere migliorato e che puoi fare molto di più di quanto fatto l’anno scorso in campionato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.