Foto Tedeschi

ROMA JUVENTUS MOURINHO – Cominciano a formarsi due fazioni tra il tifo giallorosso. Secondo gazzetta.it, c’è la maggioranza dei supporters della Roma che pensa che Mourinho sia l’unica via per uscire dalla mediocrità. Una seconda branca, che è stufa e delusa e che mette dentro anche lo Special One. La squadra di ieri ha creato nell’ambiente un fuoco che brucia soprattutto tra le radio oggi più ascoltate che mai. In molti, continuano a stare con il tecnico soprattutto per la frase detta ieri ai microfoni di DAZN: “Ho detto ai giocatori che devo portare loro al mio livello, non andare io al loro”. L’emozione che mette tutti d’accordo è l’incredulità: il 4 maggio, giorno dell’annuncio di Josè Mourinho, la città era impazzita pensando che la squadra potesse essere stravolta in molto poco tempo. La realtà è molto diversa: in 21 partite ben 9 sconfitte più la bruttissima gita a Bodo. La società finisce sul banco degli imputati anche se meno del solito: tutti i tifosi infatti pensano che questa Roma possa valere più del 7/8 posto.

Leggi anche:
Oliveira sempre più vicino

39 Commenti

  1. Questo dev’essere il mantra dei prossimi 2 anni e mezzo:
    “Ho detto ai giocatori che devo portare loro al mio livello, non andare io al loro”.
    Sta alla società esaudire questo auspicio, acquistando giocatori all’altezza ed appoggiando Mou in ogni sua scelta.

      • Roma non è stata fatta in un giorno. Prendere una squadra settima dove le colonne sono giocatori medi e dove si devono regalare Dzeko Florenzi e Pedro, depauperata di tutti i rincalzi peraltro all’altezza dei titolari, e farla essere viva come ieri è un risultato. Ci sono stati anche errori arbitrali. Pesantissimi. Se li ignorate dubito della vostra identità giallorossa. Mourinho è bravissimo e fa i suoi errori, anche lui. Ma ha tre anni che vogliono tutti. Se pensate di vincere i campionati con Veretout Karsdorp Crissante Mancini e Pellegrini titolari vi ricordò che li abbiamo vinto con Totti Samuel Batistuts Emerson Montella Cafu Falcao Cerezo Tancredi Bela Maldera Bruno Conti Pruzzo Vierchowod e compagnia. E non sono i social e le radio il termometro bensì lo stadio mai così vivo e gioioso e pieno come quest’anno perché non c’è più la squadra lenta passiva all’indietro di Fonseca ma una squadra proiettata ad un futuro vincente. Ieri migliore partita per pressing e compattezza cibo al minuto 69. Poi Moutinho non tira i rigori, mi pare.

  2. La squadra non e neanche da 7/8 posto….
    Con tutti sani forse da 6……ma siccome non abbiam gran chein panca e forse 14..15 calciatori decenti e 7 o 8 da serie B ,la squadra e da 9/10 posto,siamo sopra per qualita a
    Salernitana, spezia,cagliari,samp,genova,venezia,empoli,udinese
    Di poco sopra ma proprio pochino al torino,bologna,verona
    Alla pari con noi Lazio,fiorentina,sassuolo
    Inferiori di
    Juve,inter,milan,atalanta,napoli e non di poco….anche con l 11 titolare….
    Percui 6 o 7 posto possibile piu probabile 8..9..10 posto…
    Dipende dagli infortuni e da chi arrivera,non capisco cosa aspettiamo a comperare un mediano e uno stopper,fra mancini,ibanez e kumbulla se li mescoli non fai chiellini a 35 anni

    • La vedo come te Fabio, potenzialmente la squadra, come valori non va oltre il 6° posto, abbiamo delle lacune in rosa troppo evidenti, molti giocatori sono da bassa classifica di serie A ai quali non puoi chiedere molto di più se non sbagliare il meno possibile. Squadre come il Sassuolo hanno molta più qualità in rosa, si è visto contro di noi e si vede ogni domenica in campo. Dobbiamo capire che a questa squadra possiamo solo chiedere più concentrazione e meno errori ma devono essere prima consapevoli di essere mediocri altrimenti se pensi di essere un campione come Ibanez finisci per esagerare commettendo errori di supponenza. Andiamo avanti e Forza Roma

  3. La domanda però sorge spontanea:
    qual’è il livello attuale di Mourinho?
    Apparentemente, al momento, le scelte effettuate dalla panchina non sono molto rassicuranti.

    • Mourinho ci garantisce richieste pressanti di giocatori ma chissà se ci accontentano. Se pensate che i giocatori dell’Atalanta o della Fiorentina o dei pigiamati siano migliori dei nostri…
      Comunque chi gli curava l’addestramento tattico è stato “dimissionato”. Ora c’è Foti, al quale chiedo una SQUADRA e non una cosa improvvisata. Chissà che non fosse li il problema.

  4. Viviamo infantilmente alla costante ricerca del Deus ex Machina, l’uomo solo al comando che risolva problemi in realtà strutturali e non legati al singolo…Mou peraltro è un allenatore in evidente declino, uscito dai radar dei top club europei. Ci sono i risultati degli ultimi anni a confermare tale realtà. Oltretutto, con un Abraham in più (Tammy sta facendo molto, molto meglio di quanto non fece lo scorso anno Dzeko) qui si riesce addirittura a peggiorare (sensibilmente) lo score già esangue dello scorso anno…Lo special one sta dando ad oggi un contributo netto negativo che sorprende anche chi, come me, non nutriva soverchie illusioni. La rosa è costosissima ma modesta (lo scrivo da anni fra le critiche dei VeryRomanisti), ma anche il manico ci sta mettendo del suo…

  5. Mou VATTENE
    Sei un inutile ex allenatore
    Dopo 9 mesi zero gioco, zero mentalità, solo scuse
    Chiunque con gli attributi si sarebbe già dimesso irrevocabilmente, ma tu no, ovvio, 8mln fanno gola, a costo di portarci in serie B
    Ahh no scusa, l’obiettivo annuale è (forse) domenica prossima battere il Cagliari, forse

  6. Nessuno mette in discussione l’allenatore, siamo sicuri che si all’altezza! Mi pare di ricordare che dopo il periodo Inter mi dite cosa ha vinto? considerata l’importanza delle squadre che ha allenato e non dimentichiamoci i calciatori che aveva? Ne vogliamo parlare Real Madrid, Tottenham, Arsenal, Manchester United, Chelsea e chi più ne ha e più ne metta

  7. L’altra stagione scrivevo a chi si illudeva pensando ad Allegri, scrivendo che un allenatore incide del 5%, al massimo nella categoria A, al 95% nelle categorie dei bambini, perché deve insegnare i rudimenti.
    Nelle categoria primavera l’allenatore ha ancora da dare molto a livello di insegnamento, da molto.
    In serie A vediamo l’impegno di Mourinho con il giovane attaccante africano, gli sta dando molto, ma da Smallingh in giu’ che deve dire? Sapete che dovete fare e non fateve pija dar momento der co*j*one, statece co a testa!
    Adesso hanno cambiato il tattico, cioè quello che passa ore ha studiare come sono messe in campo le squadre avversarie e fare rapporti al Mister, vediamo se è una figura chiave il nuovo.
    Io punterei anche su un allenatore mentale serio che si dedica a come devono stare mentalmente quei 95 minuti in campo.

  8. daje mourì, resisti, che almeno se togliemo dalle palle stì 4 tifosotti commentatori, tuttologi e io faccio mejo dal divano de casa mia!!! 😀 Questa è la vera rifondazione che serve alla Roma, caccià tutti stì laziali travestiti da Romanisti che se vanno a vedè solo Roma-Barcellona per guardare messi, invece che pe tifà roma!!!

    il tifoso occasionale alla roma porta male

  9. CARO MOU
    HAI MANDATO VIA ED ESLUSO
    JUAN JESUS
    DZEKO
    PEDRO
    VILLAR
    PEREZ
    ECC ECC
    TI SEI TIRATO L ODIO ARBITRALE , hai offeso e umiliato molti giocatori e tutto quello che sai dire è che La Rosa è questa ??
    E tu che di calcio non capisci una pippa ne vogliamo parlare ??
    AVETE TROVATO L’ORO A ROMA TU E LA COLONIA DEI PORTOGHESI, A MALINCUORE DEVO DIRE CHE ALMENO FONSECA ERA PAGATO PER QUELLO CHE VALEVA …VATTENE

    • Caro Peppe, dimmi uno di quelli nominati che sono mai stati apprezzati dai tifosi, forse Dzeko, adesso che anche l’allenatore la pensa come i tofosi, non va bene! Se le colonie italiana, francese, portoghese, non vanno bene proviamo con gli aborigeni australiani, chissà!

  10. Come premesso ieri partita che contava solo per l´incasso al botteghino e nulla piu´perlomeno per la Roma…partita divertente tra birra e panino alla mortazza per passare una domenica in modo leggero….La Roma e´ questa una squadra di pagliacci e un circo in movimento per l´ITALIA……siamo da 6 7 posto e lo dimstriamo sempre di piu´…..aspetterei il ciclo di Perdinho prima di tirare le somme , visto che qualsiasi altro allenatore non possa portare trofei o qualcosa in piu´….La Societa´punta a dimezzare i costi e vivere in salute..i titoli e trofei per loro e´come un copia e incolla della gestione Pallotta….

  11. Io la vedo così… Ho visto una Roma fantastica per 70 minuti. Poi per 10 minuti una Roma sciagurata ma psicologicamente, non tatticamente. Nel finale di nuovo una Roma superiore alla Juve ma troppo frenetica e sciupona perché offuscata psicologicamente dall’ansia di riparare. Mourinho vuole un gioco veloce e verticale di alto livello, e solo i giocatori di alto livello sono in grado di impararlo e praticarlo. Si evidenzia così chi non è al livello della Roma che si sta facendo. O chi riesce a fare quel gioco solo con uno sforzo tale che appena rifiata sbraca. Ma i giocatori stanchi vengono tenuti più del lecito perché mancano i ricambi all’altezza. Poi Mourinho sta cercando dei leader e fatica a trovarli. Infatti dice che c’è il talento ma manca la personalità. Attualmente di personalità vera c’è solo Pellegrini che sta crescendo tanto, e Rui Patricio. Gli altri sono tutti fragili, incompiuti. C’è il talento di Abraham e di Zaniolo, ed anche di Karsdorp, ma non ancora la giusta personalità. In difesa non ce ne è uno davvero pronto. Anche Miki è un giocatore straordinario quando le cose vanno bene ma scompare quando la squadra è in difficoltà. Capello il primo anno alla Roma arrivò ottavo, il secondo vinse lo scudetto. Mourinho farà molto meglio di lui. Non butterà uno scudetto a Venezia e non scapperà di notte. La Roma sarà il suo capolavoro. E il nostro orgoglio.

    • Ah, così ? Pellegrini sta crescendo tanto ? Così tanto da cascare come una pera cotta davanti al portiere per terra ? Per poi chiedere il cambio per un graffio, ad evitare fischi e insulti (meritati e sacrosanti) al fischio finale ? Le mani invece che alle orecchie se le mettesse . . . in tasca, per chi vuole capire. Partita indecorosa, condita dal solito egoismo e presupponenza, con la gemma della punizione assolutamente casuale (qualsiasi panzone cinquantenne che ha giochicchiato a pallone nei dilettanti, se prova venti volte la punizione dal limite prima o poi l’incrocio lo trova). Basta, il tempo è scaduto, lèvate la fascia e se possibile cambia aria.

  12. LETTERA APERTA: Caro Mourinho, io sono con te, comprendendo che la ricostruzione richieda cambiamento radicale (e con le scarse risorse ci vuole pazienza) e non aggiustamenti insignificanti, tanto per comprare. Inoltre ci vuole tempo e duro lavoro (giocatori che corrano più di 70 minuti), ma soprattutto non sbagliare campagna acquisti, come in passato, pensando ad acquisti alla Iturbe (anziché Jorginho) o Schick. Attualmente la squadra è scarsa sia tecnicamente (per stoppare una palla e ripartire, purtroppo con troppa lentezza, impiega un ….”quarto d’ora”), quando gli altri già son arrivati al tiro in porta, sia mentalmente (troppa paura di sbagliare …..che induce all’errore). Eppure sono convinto che oltre ad Oliveira a giugno basterebbe acquistare UN SOLO CALCIATORE da aggiungere a questa squadra alla Sergio Ramos, o Thiago Silva, o come erano i vari Zanetti, Maldini, Baresi, Scirea, per impostare la squadra. Un giocatore carismatico da 50-60 milioni con contratto di 5 anni, per ripartire. FORZA ROMA!

  13. Credo che il problema della Roma sia fondamentalmente la stupidità della maggioranza dei suoi tifosi che si lascia affascinare da un “Daje Roma” e da frasi da Baci Perugina tipo “Ho detto ai giocatori che devo portare loro al mio livello, non andare io al loro” non capendo il disastro sportivo ed economico-finanziario verso il quale ci sta portando questo incapace di allenatore
    Ogni volta è colpa dell’altro…della squadra, del VAR, dell’arbitro, del guardalinee, del singolo, del tempo…mai sua. Come se il gioco immondo che molti tifosi fanno finta di non vedere non sia responsabilità sua.
    Consiglio per i Friedkin: trasferire la squadra a Perugia e venire a Roma solo per la partita

  14. Diciamo che Mou è un allenatore adatto a grosse piazze e a gestire grossi giocatori. Non è un formatore di giovani a cui sa imporre schemi di gioco e di vita che permettono loro di crescere,come per esempio potrebbe essere un Andreazzoli o un Italiano o uno Zeman.
    A questo punto cambiare oggi è troppo tardi,ma se per caso la dirigenza già sa che al prossimo mercato non potrà fare concorrenza a PSG o club inglesi conviene con umiltà e rassegnazione già pensare al prossimo sostituto se no è tempo sprecato continuare con MOU.

    • No è tempo sprecato. Non vorrei mai che se ne andasse… lo voglio in panchina anche l’anno prossimo. Dico solo che è bene che anche lui si senta messo in discussione.

      • Va bene Maurizio 100celle purchè gli si costruisca intorno una squadra al suo livello.Se no,come ha dichiarato MOU stesso, lui non è disposto ad abbassarsi di livello,non ne è capace.
        Se ne evince che se i Friedkin pensano a mercati in economia e ad ingaggi risicati,è naturale che con Mou si creeranno dei problemi e conviene cambiarlo con allenatori più adatti a una società mediocre. Allenatori che partono da 5 e riescono a ottenere sei o sette da una squadra,tipo Andreazzoli, Italiano od altri.
        E’ triste riconoscerlo ma è così.Per es. alla Lazio ormai ci si sono abituati,e grazie a questo,secondo me,negli ultimi tempi ottengono anche migliori risultati che la Roma.

  15. Follie, di anno in anno a ripetizione, con allenatori diversi. Avanti il prossimo…
    E allora ? Ambiente psicolabile (basta leggere commenti e commentatori…) che ovviamente non può non stinge su un gruppo già di per se non dotato di personalità solida. I giocatori non vivono in una bolla.
    Fino al 70esimo squadra con gioco e discreta personalità…poi alla prima difficoltà – proprio come i suddetti commentatori (o commentanti ?) – il crollo. Errori tecnici i calciatori, geremiadi del “l’avevo detto” i commentanti.
    Risultato…avanti un altro, Ventura o Guardiola, fa lo stesso, stesse imbarcate, stesse esaltazioni, stessi muri del pianto.

  16. Una sola frase vi calza benissimo “CIALTRONI” NON SIETE UNA SQUADRA SERIA DI PROFESSIONISTI SERI. ……. CHI INCOLPA MOURINHO si dovrebbe vergognare…… farsi battere da una squadra di morti !!!
    V E R G O G N A T E V I …..

  17. Concordo con la tesi della scarsità tecnica della squadra. In questi anni abbiamo comprato a peso d’oro giocatori mediocri, facendogli contratti da campioni. Abbiamo titolari che non possono giocare in serie A. Non sanno calciare il pallone e sbagliano anche gli appoggi più semplici. Con questa gente in campo, appena affronti una squadra vera vai in affanno. Ci vogliono almeno 4/5 titolari di buon livello. Poi dopo inizieremo a giudicare Mourinho. Nelle ultime 2 partite abbiamo aiutato a segnare 4 gol agli avversari. Così non si va da nessuna parte. Servono giocatori di livello.

  18. Prima ha firmato per prendere i 7,5 e poi ha iniziato a criticare tutti (i fuori rosa, le riserve , i primavera poi alcuni titolari, infine alcuni giocatori -vedi Shomurodov- che non può dire di non aver contribuito ad acquistare).
    Butta a mare tutto e tutti pur di salvare la sua immagine di allenatore forte e vincente. Ma che ormai appartiene al passato.La gente vuol seguirlo fino all’inferno : male, molto male.
    E’ finita l’era Monchi, finirà anche quella di questi portoghesi che si sono impadroniti della squadra.
    Resistere, resistere, resistere

  19. Parliamo anche della gestione manageriale… Prendiamo esempio dal Milan: quanto ha speso per T.Hernandez e Leao? Due signor-giocatori… La Roma, con T.Pinto, ha speso 30milioni per Shomourodov e Vina: due che sarebbero delle riserve (e, forse, nemmeno) in una squadra che gioca per il vertice in serie A; anzi, Vina, in questa squadra mediocre, fa pure la sua figura, non è il peggiore …
    Cambiano gli allenatori, cambiano i giocatori, ma la Roma almeno una volta all’anno fa figure di melma ! Sarà anche colpa dell’allenatore, se quest’anno ne abbiamo fatte già più del solito ? Che delusione!

Comments are closed.