2 Ottobre 2022

Smalling un gigante no stop. Ora segna pure

Il numero sei della Roma è stato autore di una prestazione monumentale

Foto Tedeschi

La Roma non può fare a meno di lui. Chris Smalling guida il reparto difensivo giallorosso facendo sentire la squadra al sicuro con i suoi interventi decisivi, ma non solo. E’ suo il gol che ieri ha permesso alla formazione di José Mourinho di tornare a casa con i tre punti in tasca, espugnando San Siro con una vittoria che contro i nerazzurri mancava da sei anni.

Gigante no stop

Come analizza Il Corriere della Sera, ieri il numero sei della Roma è stato autore di una prestazione monumentale. Non solo per la rete, la seconda in campionato dopo quella contro la Cremonese, ma perché è riuscito a cancellare dal campo sia l’ex compagno Dzeko, sia Lautaro Martinez. Smalling è l’uomo partita di Inter-Roma, aggiunge Il Messaggero. Una garanzia per Mourinho, che non lo toglie mai, né in coppa né in campionato. Da inizio stagione ha giocato tutte le parti te 90 minuti, ad eccezione di quelle con Monza ed Helsinki. E’ un punto fermo della squadra con un totale di 826 minuti in campo, sopra di lui solo Ibanez (851′) e Pellegrini (855′). Ma c’è una sostanziale differenza: Chris è un classe ’89 (32 anni), Roger e Lorenzo hanno rispettivamente 23 e 26 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.