30 Maggio 2023

Marea giallorossa: a Budapest in 20mila

In occasione della finale di Europa League contro il Siviglia, la squadra di Mourinho potrà contare sull'apporto di 20mila cuori giallorossi

Getty Images

Curva sud tifosi

BUDAPEST SIVIGLIA ROMA – “Insieme scriviamo la storia”. É il messaggio apparso ieri a Trigoria che i tifosi hanno voluto lanciare nei confronti della squadra. Uniti e compatti. In vista della finale di Europa League tra Siviglia e Roma, gli uomini di Mourinho sentiranno il calore della propria gente. Dall’Olimpico, dove oltre 50mila assisteranno il match dai maxischermi, e direttamente dalla Puskas Arena di Budapest. Migliaia di sciarpe e fumogeni giallorossi sono pronti a supportare la squadra.

Siviglia-Roma, primi tifosi già arrivati a Budapest

I primi tifosi giallorossi sono arrivati in Ungheria già ieri, anche se poi il grosso raggiungerà Budapest tra la giornata di oggi e quella di domani, qualcuno arrivando anche a ridosso della finalissima, riporta La Gazzetta dello Sport.

Come sottolinea la Rosea, la Roma alla Puskas Arena sarà accompagnata da un’onda lunga di ventimila persone, un supporto fortissimo per cercare di andare a caccia della seconda coppa europea consecutiva. Un bis che in Italia è successo finora solo quattro altre volte: all’Inter (1964 e 65), alla Juventus (1984 e 85) e in due circostanze al Milan (1968 e 69 e poi 1989 e 90). La Roma, per riuscirci, conta forte sull’amore e la passione dei suoi tifosi.

Alla Puskas Arena ci saranno ovviamente i 15.500 tifosi della curva sud, quella di competenza del club giallorosso. Ma poi in tanti sono riusciti ad accaparrarsi i tagliandi che l’Uefa aveva venduto a fine aprile (tra il 21 e il 28) grazie al famoso secondary ticketing. Tanti ungheresi che hanno acquistato quei tagliandi li hanno poi rivenduti a tifosi romanisti o spagnoli, alcuni anche a prezzi esorbitanti (si parla anche di tagliandi ceduti a oltre 500 euro, quando i prezzi iniziali variavano in una forbice che andava dai 40 ai 150 euro).

Le previsioni parlano di una prevalenza di tifosi romanisti su quelli spagnoli, anche per le minori difficoltà per gli italiani a raggiungere Budapest. Sono infatti tanti anche i tifosi che si sono messi in macchina e hanno deciso di affrontare i 1.221 chilometri che separano Roma dalla capitale magiara. Cosa francamente più difficile per i tifosi andalusi, che in auto avrebbero dovuto coprire oltre il doppio della distanza.

Tanti anche i tifosi e gli ospiti vip: Totti con Noemi, il presidente del Coni Malagò, Antonello Venditti e poi Rosella Sensi, Mastrandrea, Perrotta, Candela, Verdone, Edoardo Leo, Noemi, Damiano dei Maneskin e il sindaco Gualtieri.  E se a Budapest saranno in tanti, molti di più saranno invece quelli che si ritroveranno allo stadio Olimpico, per vedere la partita in compagnia davanti ai sei maxischermi (più i due fissi sui tabelloni) che verranno allestiti nello stadio di casa (con i tagliandi venduti a 14 euro per gli abbonati e a 20 per tutti gli altri). 

Ieri si sono superati i 53mila spettatori, gli ultimi posti utili sono presenti ancora solo nei distinti nord, ma l’impressione è che già oggi la Roma possa ufficializzare l’ennesimo sold out, dopo i 31 già registrati in stagione per le partite giallorosse. Lo scorso anno, per la finale di Conference League contro il Feyenoord, si radunarono all’Olimpico circa 40mila tifosi, questa volta saranno molti di più.

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU INSTAGRAM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *