9 Febbraio 2022

Sfuma la Coppa Italia per la Roma: ai giallorossi ora rimane la Conference League

Foto Tedeschi

INTER ROMA COPPA ITALIA – Termina a San Siro il cammino della Roma nella Coppa nazionale. La sfida all’Inter per l’accesso alla semifinale è dei nerazzurri che vincono 2-0 con reti di Dzeko e Sanchez. Gara sempre in controllo per la squadra di Inzaghi, ci ha provato tardivamente la Roma ma senza troppa convinzione. Resta la Conference League per mettere un trofeo in bacheca, e bisognerà lottare per un posto in Europa League.

Leggi anche:
Dzeko meglio di Mourinho: nella notte degli ex l’Inter va in semifinale

Quarti di finale subito indirizzati verso l’Inter, Abraham e compagni senza grandi idee

Dopo l’omaggio del mondo interista per Mourinho, accolto da cori e striscioni, si giocano i quarti, raccontati da Il Tempo, con l’avvio che è tutto nerazzurro e trova subito la (solita) rete da ex di Dzeko su una imprecisione della retroguardia della Roma. L’Inter crea colpendo la traversa con Barella e impegnando Rui Patricio, la Roma sembra in difficoltà e senza idee con l’attacco che fatica a mantenere il possesso. Come spesso accade in questa stagione, la gestione dei cartellini da parte dell’arbitro Di Bello è rivedibile (severissimo con Zaniolo e Mourinho, dimentica di ammonire Brozovic dopo un fallo su cui ha concesso vantaggio). Dopo l’intervallo la Roma sembra più convinta, e sfiora la rete prima con Oliveira e poi con Zaniolo: sul 22 giallorosso, partito comunque in offside, Skriniar aveva fatto un intervento miracoloso sulla linea di porta. Ancora protagonista Rui Patricio che nega a Barella la rete, il portiere lusitano non può nulla sul bolide di Sanchez che pesca l’incrocio e smorza l’entusiasmo della Roma nel momento migliore dei capitolini. Arriva il triplice fischio ed è successo per Inzaghi ed i suoi, che affronteranno la vincente tra Milan e Lazio. Saluto malinconico ai suoi ex tifosi per lo Special One che per tornare agli antichi fasti dovrà impegnarsi parecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 commenti

  1. Vincent Vega ha detto:

    Avoja.

  2. gio ha detto:

    Come tutti gli anni ad agosto vinciamo tutto a febbraio stiamo fuori da tutto……che schifo

  3. NICOLA ha detto:

    Altro anno buttato e progetto (Pinto Mou) che lascia molti dubbi…..
    I giocatori sono scarsi xò l allenatore ha le sue colpe.

  4. lupus ha detto:

    ASRoma, gestione proprietaria fallimentare. Mandano email per farti comprare i biglietti, le magliette ed altre fesserie ma di creare una squadra competitiva non se ne parla. Questo è il ‘progetto’.

  5. gio ha detto:

    ce rimane il panino con la coppa…..

  6. Vecchie maniere ha detto:

    Progetto naufragato, finiremo ottavi se ci dice bene….A giugno mi auguro in una bella rivoluzione

  7. Federico ha detto:

    La Roma è tornata Rometta, una partita buona, una affossata dagli arbitri e una negativa.

    Per la Conference non siamo ridicoli, abbiamo preso otto gol dal Bodo e scompariamo ogni volta che la posta è un po’ più alta.

    È una squadra abituata e rassegnata a perdere, non aggredisce non contrasta e vede le sfide più importanti come un peso.

    I giocatori hanno paura e tristezza nello sguardo oppure reazioni isteriche, oppure indolenza.

    La faccia giusta ce l’hanno Rui Patricio e Zaniolo, poi Miki e Smalling, però 33enni. Punto.

    Pellegrini Cristante e Mancini sono l’emblema della Rometta che dai tempi di Anzalone non arrivava nelle prime sei per due anni consecutivi da fine anni Settanta.

    • Vincent Vega ha detto:

      Condivido quasi tutto, con una notevole eccezione, Mikitharyan è dal girone dello scorso anno che non struscia palla, uno dei più negativi davvero. Personalmente terrei esclusivamente Abraham e Zaniolo.

  8. luca ha detto:

    ma quale coppa dovrebbe vincere questa squadra, questi non vinceranno mai nulla manco la coppa del nonno gli danno perchè ha nel nome coppa, l’unico che salvo è allenatore che a mio avviso non ha colpa…certo secondo me dovrebbe fare un 4-3-3 ma lui vive i giocatori quindi lui sa in che condizioni sono messi!
    basta vedere sti 4 scappati di casa come giocano, ci ho giocato al calcio mai visto gli errori che fanno questi (e sarebbero professionisti?), non so boni nemmeno a passarsi la palla a 3 metri, non fanno una verticalizzazione, non una diagonale azzeccata, passaggi arretrati scolastici e che non servono a nulla, non corrono, sbagliano i lanci, sulle palle alte non ci arrivano mai per primi, che gli deve fare mou?
    è una accozzaglia di errori, sembra che per una sfortunata coincidenza astrale tutto il peggio del peggio è piombato in questa società, i due seduti in tribuna per primi ed a scalare tutti gli altri, un DS che sembra andare in giro a chiedere l’elemosina ogni volta che si apre il mercato, informazione sulla roma calcio che prende in giro i tifosi, ti inviano mail per comprare magliette, biglietti etc etc, ma non fanno mai una squadra decente, vonno solo li sordi.
    i nuovi proprietari sono qui da 3 anni quasi, questo è l’anno 0 (ogni anno è l’anno 0), aspetta al prossimo calcio mercato ogni volta c’è quello che arriva dopo, si parla di calciatori che poi non arrivano mai, vedi zakaria (5 milioni l’ha pagato la juve – altro che abbiamo i debbiti, la juve ne ha il doppio quasi della roba – ed è una srl quindi agnelli non può metterci soldi di tasca sua….quelle che usano i due panchinari poltronieri in tribuna sono tutte scuse)
    5000 giorni senza un titolo, aimè come immaginavo (anche se con l’arrivo di mou mi avevano fregato) e dicevo, con i nuovi in tribuna seduti come pesci lessi li sopra non sarebbe cambiato nulla e così è stato, con gli americani prevedo purtroppo altri 1/2000 giorni per finire in B, spero davvero di sbagliarmi…