DA PINZOLO GLI INVIATI ZOTTI-PROSPERI. CONFERENZA STAMPA – Dopo Iago Falque e Castan oggi è il turno di Iturbe: l’attaccante giallorosso alle 13.00 sarà di fronte ai cronisti nella sala stampa del ritiro di Pinzolo. Ecco le dichiarazioni integrali del giocatore.

ITURBE IN CONFERENZA STAMPA

Un finale da star e in mezzo tanti fastidiosi infortuni: cosa chiedi a questa stagione?
“Iniziare bene, sappiamo che le altre squadre si stanno rinforzando bene. Spero di non infortunarmi quest’anno, penso solo a lavorare”.

Cosa ti serve, cosa ti fa lavorare bene?
“Io sono sempre stato un professionista. Sono ancora giovane e ho tanta voglia di imparare e di allenarmi al 100%”.

Vedi il Milan e l’Inter più rinforzate?
“Noi siamo forti, sarà difficilissimo per noi quest’anno. Si stanno rinforzando alla grande, ma la Roma sta iniziando bene già con il preparatore fisico. Anche questo conta tanto, non solo i giocatori. Poi speriamo arrivi qualcuno a darci una mano”.

L’arrivo di Iago Falque?
“E’ un giocatore ottimo, è una cosa positiva per noi. Il mister deciderà tra chi sta meglio. Ci sono anche Ljajic e Pjanic che possono giocare lì”.

Ti è mancata la prima punta?
“Giocare con una punta è una cosa buona, come con Toni. Quando c’è lui gli puoi scaricare la palla. Anche con Francesco qui si può fare”

Le parole su di te di Sabatini dell’altro giorno?
“Le critiche ci sono sempre. Penso che non do retta a quello che mi dicono, a meno che non siano i compagni o il mister. Sono forte di testa, perché ho sempre lavorato anche con le critiche”.

Cosa è cambiato nella preparazione?
“Penso che con l’arrivo di Norman stiamo facendo una cosa buona. Si lavora di più. Non so dirti la differenza, perché penso solo a lavorare. E’ comunque una cosa positiva”.

Si è parlato molto del costo del tuo cartellino, cosa consiglieresti a Dybala vista la sua acquisizione così costosa?
“Non deve dar retta a giornalisti e tifosi. Deve solo lavorare tanto”.

La voglia di far vedere ti ha bloccato?
“Si, può essere. Sono arrivato con tanta voglia di dimostrare quello che facevo Verona”.

Iturbe quello vero, è quello di Verona o della scorsa stagione?
“Ogni giocatore deve lavorare per far meglio. A Verona ho avuto tante cose positive. Arrivavo dal River che non giocavo molto. Qui ho ancora molto da imparare e per fare bene”.

Due parole ai tifosi…
“E’ impressionante quanti siano arrivati da Roma solo per vedere gli allenamenti. E’ una bella cosa il loro sostegno. Speriamo duri tutto l’anno e non solo quando vinciamo”.

Scorsa stagione travagliata, molti problemi fisici. Si è instaurato un bel rapporto con Norman. Stai lavorando a livello psicologico?
“E’ un professionista vero, ha lavorato con la Germania, quindi qualcosa capirà. E’ positivo che sia qui con noi, ci aiuterà”.

(fine)

ROMANEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA IN TEMPO REALE

2 Commenti

    • Italia, popolo di santi, navigatori, allenatori e competenti di calciomerato, di plusvalenze, minusvalenze e di tifosi di altre squadre che vengono a rompere i co****ni in questo sito

Comments are closed.