Foto Tedeschi

SALERNIATANA ROMA MOURINHO – Seconda giornata di campionato e ultima prima della sosta per le nazionali. La Roma, dopo aver vinto all’esordio con la Fiorentina ed essersi assicurata il passaggio ai gironi di Conference con la doppia vittoria sul Trabzonspor, fa visita alla Salernitana, domenica 29 agosto all’Arechi. José Mourinho ha parlato a Trigoria, per presentare il match contro i granata. Molti i temi toccati dal tecnico portoghese:

Leggi anche:
Mourinho stuzzicato dalla coppia Shomurodov-Abraham

Le parole di Mourinho

Come vede la partita?
“L’ allenatore della Salernitana ha tanta esperienza di calcio. Se giocano di nuovo a 5 sarà la prima volta in questo periodo che giocheremo contro una squadra con una difesa così. Trabzonspor e Fiorentina hanno difeso a 4. Sarà un modo diverso di giocare. Non ci interessa se sarà una neopromossa o i campioni come l’Inter ma noi vogliamo vincere. Dobbiamo trovare delle soluzioni offensive. Loro difendono bene e hanno tanti dietro. Sarà dura però dobbiamo trovare soluzioni.”

Come giudica la decisione di Ronaldo di andare via? Quanto perde il calcio italiano?
“L’unica cosa che dico è che mi sembra logico che se la Juventus è felice, Cristiano è felice così come lo United è il business perfetto. Non c’è bisogno di parlare di Cristiano. Sono 20 anni che vince e fa storia. Non cambia per la Roma ma per Simone Inzaghi.

Lei ci ha detto che il mercato è aperto. Tra le uscite c’è anche Mayoral?
“Conto su di lui, abbiamo bisogno di tre attaccanti. Due è un rischio troppo ampio per una stagione. Qualche volta giocheremo con due attaccanti. Abbiamo partite di giovedì in Conference League e due attaccanti è un rischio troppo grande. L’anno scorso ha fatto bene, è un bravo professionista. Non mi piacerebbe che lui andasse via.

Il mercato aperto a campionato iniziato le piace?
“Se sono tutti i campionati si. Se è solo uno o due no. Ho vissuto questo in Inghilterra ed è molto difficile. Tu non puoi comprare ma possono prendere i tuoi. Penso che a tutti gli allenatori piacerebbe avere la rosa completa i primi di luglio. Però se siamo solo noi italiani a pensare a questo, no non mi piace.

Visto che Abraham ha detto che è nato ala e può giocare con un’altra punta, state provando questo?
“Possiamo fare tutto. Sicuramente con dinamiche diverse ma questa squadra ha giocato anche l’anno scorso con tre dietro. Noi possiamo anche farlo in questa stagione. Come dicevo oggi nel calcio è molto difficile avere un solo modo di giocare o di fare la costruzione. Dobbiamo essere variabili non fissi. I calciatori devono trovare la dinamica ma anche la cultura tattica per giocare in modi diversi con ruoli diversi.”

Ha parlato di porte scorrevoli. Per la Roma il mercato in entrata dipende da quello in uscita. Vorrei un commento sul comportamento degli esuberi.
“Non è facile commentare questa situazione. Ci sono giocatori di profili diversi che hanno gente intorno a loro con profili diversi. Per esempio Pedro voleva giocare e per questo va rispettato, anche se ha scelto un club rivale della città. Quando un club decide che questa è una rosa e questi giocatori devono trovare una soluzione. Qualcuno vuole veramente giocare altri preferiscono altre cose. Ognuno è libero di fare quello che pensa. Nello stesso modo la società e io come allenatore dobbiamo essere liberi di prendere le nostre decisioni.”

2 Commenti

  1. il parassita e’anche cosi’ idiota che non si accorge del clima di sofferenza che crea alla Roma e a noi tifosi .. io mi sento preso in giro da questo elemento e non vorrei mai piu’ che qualcuno della Roma lo intervistasse ancora ..

Comments are closed.