Sacchi: “Chi passa tra Milan e Roma? Due aspetti saranno fondamentali”

Marco Guerriero
30/03/2024 - 11:42

In vista del doppio confronto tra Milan e Roma in Europa League, l'ex allenatore Sacchi ha parlato delle qualità dei giallorossi e non solo

Sacchi: “Chi passa tra Milan e Roma? Due aspetti saranno fondamentali”

SACCHI ROMA MILAN – In occasione del suo 78esimo compleanno, che festeggerà settimana prossima, l’ex allenatore Arrigo Sacchi ha rilasciato alcune dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport, soffermandosi anche sul duello in Europa League tra Milan e Roma. Ecco le sue parole.

Milan-Roma, il commento di Sacchi

Partiamo dall’Europa League e dal derby italiano tra Milan e Roma. Come lo vede?
“Sfida aperta e mi spiego subito. Il Milan è stato piuttosto discontinuo nel corso della stagione, però in questo 2024 sta dimostrando di aver fatto dei miglioramenti. Non è ancora la squadra che io vorrei vedere, compatta e solida in ogni reparto, o perlomeno non riesce a essere sempre così. Ma ha margini di crescita e, soprattutto, ha esperienza internazionale”.

È sufficiente l’esperienza per passare il turno?
“No, serve il gioco prima di tutto. Ma il Milan, il gioco, quando azzecca la giornata giusta, ce l’ha. E adesso ce l’ha pure la Roma. Con De Rossi c’è stato un cambiamento radicale. La squadra ha idee, si muove secondo uno spartito, sembra completamente diversa rispetto al periodo di Mourinho. Non so che cosa sia successo, non essendo dentro all’ambiente giallorosso, però penso che questa Roma darà parecchio fastidio al Milan”.

Risultato? Chi arriverà in semifinale?
“Non sono un indovino, mi limito a dire che può succedere di tutto. Forse il Milan ha il vantaggio di giocare la prima a San Siro. Ma consideriamo che nelle partite di coppa sono fondamentali, soprattutto in primavera, l’aspetto psicologico e l’aspetto fisico. Come stanno i giocatori del Milan e quelli della Roma? Sono al top?”.

Le gare di campionato daranno indicazioni.
“I rossoneri ora andranno a far visita alla Fiorentina, e lì ci renderemo conto della situazione. La Roma sarà impegnata a Lecce, trasferta che apparentemente è alla sua portata, ma non si può mai dire. Ripeto: in Europa League sfida aperta, 50 e 50 di possibilità”.

Che cosa le piace della nuova Roma?
“Vedo maggiore intraprendenza. E poi è stato riesumato un giocatore come Pellegrini che io conosco bene perché veniva nelle nazionali giovanili quando ne ero responsabile. È un bravo ragazzo e un bravo calciatore”.

E il punto di forza del Milan?
“Se fanno un buon pressing, ma non sempre lo fanno, i rossoneri riescono a recuperare velocemente il pallone e a innescare gli attaccanti esterni che sono molto rapidi. Pulisic sta facendo molto bene, anche Loftus-Cheek si sta rivelando un buon acquisto. E poi c’è Leao, che non sai mai quello che ti può dare a causa del suo temperamento, ma ha grandissime qualità e può risolvere da solo i problemi”.

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU FACEBOOK!

Vedi tutti i commenti (4)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Te sei dimenticato dell’ arbitro!!!! Ricordate l anno scorso le 2 partite di champions contro il Napoli!!!??? La chiave della partita questa sara’!!!!

  2. Tutto dipenderà dall’arbitraggio Basta che non ci capitano direttori di gara come Taylor o Zwayer (coinvolto in uno scandalo riguardante le scommesse) e non ci sono problemi (Rosetti docet)

  3. Il problema sara’ l’arbitraggio si e’ capito bene che la Roma non e’ gradita, il Milan con la sua tradizione europea sara’ preferito, e’ questo il motivo principale che mi fa pensare al Milan favorito (70 – 30), altrimenti pensando a partite con arbitraggi super partes avrei detto 50 e 50

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...