30 Aprile 2022

SABATINI: “L’assenza di Mkhitaryan pesa. Il Bologna è la squadra che al momento sta meglio in campionato; ” PRUZZO:” Mourinho si è dovuto inventare l’impossibile per creare un centrocampo”

SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Maida a Radio Radio Pomeriggio: “Cambierà qualcosa nella formazione. Io credo che non ci sarà uno stravolgimento ma qualche operazione gestionale ci dovrà essere perchè è troppo importante la partita di giovedì e i giocatori saranno anche abbastanza stanchi. Qualche novità penso sia doverosa, non per sottovalutare il Bologna ma per avere forze fresche sia domani che con il Leicester. Spinazzola non ha ancora i 90 minuti nelle gambe ma dal punto di vista fisico e atletico è pronto e penso una ventina di minuti potrebbe farli, in uno stadio pieno sarebbe molto bello per lui dopo tutto quello che ha passato. Veretout non ha assolutamente ripagato la fiducia che gli ha dato Mourinho. L’ingresso contro il Leicester è da 4. Non so quanto Mourinho voglia riproporlo contro il Bologna, ci sono più possibilità che giochi Bove. Quest’estate Veretout se ne andrà ma avrebbe dovuto giocare in maniera diversa. Contro il Bologna secondo me sarà una di quelle partite che la Roma fatica a vincere.”

Lengua a Radio Radio Pomeriggio:
“Io penso che forse Smalling potrà riposare. Non so se in attacco cambierà, la Roma dovrà giocare due partite in casa dove deve cercare di fare più punti possibili. La qualificazione in Europa non è assicurata quindi deve puntare almeno a fare 6 punti nelle partite in casa. Sarebbe sbagliato partire direttamente con il turn over. Deve cercare di mettere a riparo subito la partita con il Bologna e poi fare le rotazioni. Questa potrebbe essere la strategia giusta secondo me. C’è anche l’ipotesi Spinazzola che potrebbe esordire. L’assenza di Mkhitaryan è un bel guaio perchè Mourinho aveva puntato tanto su di lui. Con il Leicester giocherà Oliveira, con il Bologna o Veretout o Bove. La Roma però non ha un giocatore come Mkhitaryan, è unico e dà equilibrio alla squadra, è la mente. Secondo me è una perdita notevole perchè è un pezzo cruciale che è stato perso nel momento in cui la Roma si sta giocando la finale di Conference e l’accesso all’Europa League. Però con Mourinho gli infortuni sono notevolmente calati quindi la Roma deve ringraziare questo allenatore. La partita con il Bologna è una di quelle che la Roma deve vincere. Ha due punti di vantaggio su Lazio e Fiorentina, se vince e una delle due cade, i punti sarebbero cinque. Poi c’è anche lo scontro diretto con la Fiorentina, la Roma deve metterci la testa perchè l’obiettivo della stagione non è solo vincere la Conference ma anche arrivare in Europa League. Finire in Conference un altro anno sarebbe un guaio, adesso deve puntare l’Europa per rinascere e il prossimo anno bisognerà puntare la Champions.”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Senza Mkhitaryan sarà difficile: Mourinho si è dovuto inventare l’impossibile per creare un centrocampo. Bisogna andare avanti e cercare di fare più punti possibili partendo già dal Bologna. Battere questa squadra ultimamente è una grande impresa ha battuto l’Inter e ha pareggiato con Milan e Juve, staremo a vedere. Non farei grandi cambiamenti bisogna vincerla, se Veretout riesce a dare una mano fino a fine stagione non sarebbe male”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “La partita con il Bologna è fondamentale in ottica Europa League, non puoi pensare solo a giovedì ma lui saprà come gestire la squadra. Non credo che faccia la rivoluzione”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “L’assenza di Mkhitaryan pesa. Il Bologna è la squadra che al momento sta meglio in campionato. Nei momenti di difficoltà ci si ricompatta sempre, ci sono valori molto più importanti di un calcio d’angolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 commenti

  1. giovannib ha detto:

    L’assenza di Mkhitaryan non ci voleva, e proprio ora nel momento clou maledizione, questa è sfortuna allo stato puro. Ci vorrebbe davvero che Veretout ingranasse la marcia sul serio e tornasse a farci vedere quello che era, anche se l’assenza di Mkhi non è rimpiazzabile da nessuno, sopratutto per giovedì

  2. Vincent Vega ha detto:

    Il centrocampo è uno dei nodi più intricati della squadra. La Roma fa una fatica enorme ad uscire dal primo pressing avversario e in genere i difensori, anche per colpe proprie, certo, sono costretti a lanciare lungo, a caso. I palloni persi in uscita sono moltissimi. Cristante è quello che è, Veretout idem. Al successo di Mikhitaryan nella nuova posizione arretrata possono credere dei simpatici buontemponi, Pellegrini gioca appena qualche metro dietro Abraham…Il centrocampo andrà rivoluzionato se si vuole migliorare.

  3. Sandro ha detto:

    Per l’assenza di miky ringraziamo quei 2 foto modelli di Nicolò e Lorenzo che mentre l’armeno (il più forte in squadra) corre e si danna in un ruolo non suo, loro passeggiano in attesa del pallone buono per fare vetrina. Ragazzi Zaniolo ce l’ha messa tutta giovedì ma non l’ha presa mai, nel frattempo Pellegrini tolto il tiro/gol per il resto si è guardato la partita tutto il tempo.

  4. mauro59 ha detto:

    Parliamoci chiaro! La Roma esce ufficialmente dall’Europa oggi. I 20 giorni di Mkhitarian vogliono dire al massimo ottavo posto, neanche la Conference. Quindi niente Europa neanche la Conference. Non sarà una jattura, se è vero che Mourinho si appresta ad iniziare un Campionato che è il 71mo consecutivo di serie A per la Roma, farlo senza impegni Europei almeno tende a scongiurare pericoli funesti del 71…Alla mia veneranda età non ho mai visto la Roma in B, meglio far di tutto per non vederla.