Foto Tedeschi

RUI PATRICIO ROMA NUMERI- Rui Patricio si è già dimostrato decisivo con la maglia della Roma. Diverse infatti le parate salva-risultato del portoghese che confermano il fatto che l’ex Wolverhampton sia stato un grande acquisto, anche e soprattutto mettendolo a confronto con i portieri migliori d’Europa, vediamo qualche esempio.

Leggi anche:
Roma, via alla vendita dei biglietti per la gara con l’Inter di Coppa Italia

Rui Patricio tra i migliori in Italia e in Europa

Rui Patricio si è preso la Roma. Il numero uno della squadra capitolina sta ripagando la fiducia di Mourinho che quest’estate l’ha voluto fortemente. Il portiere giallorosso ha collezionato numeri invidiabili in questo inizio di stagione: 8 clean sheet, che lo portano a essere tra i primi 4 portieri della serie A per numero di porte inviolate. Spostando la nostra attenzione altrove, in giro per l’Europa, è da sottolineare il fatto che il portoghese in questa prima parte di stagione abbia collezionato più clean sheet di un mostro sacro dei portieri, Manuel Neuer. Infatti, il tedesco ha finora totalizzato 7 clean sheet contro gli 8 dell’ex Wolverhampton, nonostante il calciatore della Roma abbia giocato molti più minuti in campionato rispetto al tedesco , precisamente 2070 minuti, contro i 1710 di Neuer. Allargando la nostra ricerca alla Liga troviamo anche un altro dato interessante, ovvero che Rui in campionato registra in stagione più porte inviolate del numero 1 del Real Madrid Thibaut Courtois: 7 clean sheet per il portiere del Belgio e dei “Blancos”(in 1980 minuti) contro gli 8 del portiere capitolino (in 2070 minuti). Questi dati dimostrano sempre più che l’acquisto del classe 1988 è stato più che azzeccato da Mou e dalla società.

Leggi anche:
Mourinho, la cornice dell’Olimpico per le 100 panchine in Serie A: appuntamento con il Genoa

Rui Patricio numeri

Dopo aver comparato il numero giallorosso con due dei più grandi portieri del mondo ora focalizziamoci sulle statistiche del classe 1988. Il numero 1 della Roma ha totalizzato in questa stagione 23 presenze, con 30 gol subiti e 8 clean sheet e una media di 1 gol subìto ogni 69 minuti,1 rigore parato in Serie A e una media voto di 6,22. Parlando di penalty il portoghese si è sempre contraddistinto per la sua dote di ‘para-rigori’, visto che su 83 ne ha salvati ben 17, cifra non trascurabile. Numeri sicuramente migliorabili, quelli di questa stagione ma che dimostrano l’ottimo apporto dell’ex Wolverhampton, dopo 2 campionati nei quali Pau Lopez si è dimostrato tutt’altro che una certezza. La Roma finalmente ha trovato un numero 1 affidabile, che apporto sicurezza alla retroguardia e al suo allenatore.