7 Maggio 2021

Roma, una piccola rivincita per salutare con dignità. Ora ‘inizia’ il futuro

Foto Tedeschi

ROMA EUROPA LEAGUE – La Roma chiude l’Europa League con una partita dignitosa e orgogliosa. I giallorossi terminano il loro cammino dopo 14 partite, al penultimo atto. All’Olimpico finisce con un meritato 3-2 santificato dalle reti di Dzeko, Cristante e Zalewski, con tantissime parate di De Gea.

Match dominato. Ma il miracolo non si avvera

Visti gli indisponibili, Fonseca, come ricorda La Gazzetta dello Sport, vara la squadra la squadra più anziana della sua storia in Coppa Uefa/Europa League (29 anni e 247 giorni) e rispolvera la difesa a quattro, con Mancini davanti fin quando Smalling getta la spugna per l’ennesimo infortunio. Il 4-1-4-1 che ne viene fuori consente il pressing alto di Pedro, Cristante, Pellegrini e Mkhitaryan per rubare palla e innescare subito Dzeko. La mossa giallorossa funziona perché gli inglesi concedono tre occasioni alla Roma in sei minuti, con De Gea bravo su Mancini, e con Mkhitaryan e Pellegrini che non trovano lo specchio. La Roma è viva, ma nel gioco di chi tira il pugno più forte, è lo United ad imporsi, con Cavani che al 39′ non sbaglia. Nella ripresa la Roma sogna il miracolo: 5 occasioni da gol, due realizzati da Dzeko e Cristante, ma è ancora una volta il portiere a tenere a galla lo United, facendo mezzi miracoli su Dzeko, Pellegrini e Pedro. Cavani di testa, su assist di Fernandes, segna il raddoppio, ma l’orgoglio consente al Roma di restare viva e Mkhitaryan al 29’ colpisce un palo. Al 38’, su cross di Santon, l’esordiente Zalewski tira e segna, con la deviazione decisiva di Telles (la Uefa dà autogol). Fonseca saluta la Coppa in modo dignitoso. Ora è tempo di guardare al futuro. Un futuro che ha nome e cognome: Josè Mourinho. Al tecnico portoghese sembra essere piaciuta la dimostrazione d’orgoglio dei suoi nuovi giocatori. Lo dimostrano i due cuori giallorossi dello Special One sotto al post della Roma a fine partita.

Leggi anche:
LA ROMA SALUTA L’EUROPA LEAGUE: E SPUNTANO I CUORI GIALLOROSSI DI MOURINHO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Blek ha detto:

    “..una piccola rivincita…” ..dignità..”! Diamogliela pure calla tanto questi non aspettano altro !