TONI a Sky:Una partita tutt’altro che facile soprattutto nella parte centrale vero Luca?”Si non è stata facile perchè l’Udinese è una squadra che gioca bene ed era in forma dopo aver battuto bene il Palermo, sapevamo che ci poteva mettere in difficoltà. E invece siamo stati bravi noi subito ad andare in vantaggio, poi loro non hanno molltato, hanno recuperato ‘sta partita poi però noi siamo stai bravi a tornare fuori e fare due gol per chudere la gara”Oggi una squadra con tanti talenti, Menez con due attaccanti; tu come la pensi in questo senso?”Mah come la penso? Abbiamo un allenatore bravo che sa scegliere come andare in campo anche in base agli avversari. Anche l’Inter quando ha giocato con il Chelsea ha giocato con tre attaccanti. A volte non conta se giochi con uno, due o tre attaccanti ma che tutti gli 11 diano una mano, che a una volta a turno o io o Mirko o Jeremy riusciamo a dare una mano ai centrocampisti, l’importante è trovare i giusti equilibri, penso che se giochi con tre attaccanti e fai quattro gol devi giocare con tre attaccanti” (ride)Toni vai ai Mondiali? “Si!(ride) Penso di dover andare, poi se proprio non mi vuol portare fa lo stesso e andranno altri”Il gioco che crea la Roma ti da una mano? Perchè è una squadra che costruisce tante palle gol in una partita…”Penso che giochiamo e facciamo tanti gol; ne abbiamo fatti tre a Livorno e quattro stasera, quindi è una squadra che adesso gira, soprattutto per noi attaccanti che abbiamo tante occasioni. L’importante è farle certe occasioni, come stiamo facendo. Adesso siamo li, abbiamo riaperto un pò il campionato, cercheremo di vincerle tutte e poi vediamo quello che succedrà”BURDISSO a Mediaset Premium:Ora l’Inter..”Partita importantissima. L’inter arriva sabato prossimo e adesso ci dividono 4 punti , sarà una grande gara. Una partita dura questa di stasera, forse la prima partita che abbiamo fatto pensando allo scudetto”C’è stato un momento in cui la paura è tornata a farsi viva”Si ma siamo stati sfortunati sui loro due gol. Ci mancavano 4 giocatori importanti ma abbiamo vinto ugualmente”Si parla nello spogliatoio di scudetto?”Si si parla e 2 anni fa la Roma nelle ultime 3 partite la Roma è stata vicina a vincere lo scudetto. Adesso invece siamo a meno 4 a nove partita dalla fine,m ci dobbiamo credere”La partita di stasera conferma l’importanza di giocatori come Toni. Tu nell’Inter avevi Ibrahimovic, credi che questo tipo di giocatore ora manchi all’Inter?”Si l’inter ha cambiato gioco, forse per questo sta soffrendo. Luca è un grande giocatore e uno come lui è troppo importante così come lo era Ibra per l’inter”Ranieri ti ha chiesto una relazione dettagliata sull’Inter?”Tutti la conoscono, sappiamo che è la squadra più forte”
 
TONI a Mediaset Premium:Come ti senti?”Sto meglio, seconda partita 90 minuti, biosngo di giocare per stare al massimo. Ams e segno los tesso va bene”Quante percentuali per il Mondiale”Io ci credo. Devo fare bene con la roma, poi deciderà il mister che sa quanto posso dare. Faro il massimo”
BURDISSO a Sky:”Sono contento. L’Inter rimane la più forte con la rosa più forte e questo non si discute, ma noi abbiamo tanta voglia e ci mancavano tanti compagni ma abbiamo fatto bene e di questo siamo contenti”Lo mettono in collegamento con Julio Cesar da Palermo, i due si salutano sorridentiPerchè subite tante rimonte?”Questa è una bella domanda. Non so, direi perchè siamo una squadra che gioca e lascia giocare e penso che non soloda quest’anno ma anche in quelli precedenti la Roma fa questo gioco, ma al di là di questo penso che abbiamo fatto una buona gara. Loro hanno fatto due gol, siamo stati un pò sfortunati, ma abbiamo fatto una buona gara in generale” TONI a Roma Channel:“Sono molto contento, abbiamo fatto una bella vittoria. Abbiamo portato a casa questi tre punti e abbiamo riaperto il campionato. Jeremy ha fatto una gran partita, una grande serata. C’è tutta una squadra che lavora per noi attaccanti. Io penso a far bene con la Roma, poi il ct sa quello che so fare. Poi vediamo. Sul 2-2 ci siamo guardati e ci siamo detti che non poteva finire come a Livorno. L’Udinese è una ottima squadra, può mettere in difficoltà chiunque. Mirko è forte, l’intesa con lui è nata immediatamente. E’ un genio, non lo vedi poi ti fa vincere la partita. Io mi metto al suo servizio e aspetto che lui mi possa dare la palla giusta”.RANIERI a Sky:Erano questi il lupi famelici che si aspettava, soprattutto Vucinic e Menez?“Ci speravo, perché sono giocatori di una classe cristalline e possono cambiare il volto di una squadra, così hanno fatto questa sera”.Meno quattro dall’Inter“Lo abbiamo detto, lo ripetuto anche ieri, ci mancano due partite per la fine del curvone che avevo detto tempo fa, poi vedremo a che punto staremo. Fisicamente stiamo bene, corriamo, lottiamo, questo è molto importante. Adesso abbiamo una partita difficile a Bologna e la partita molto importante contro l’Inter. Vediamo quello che succede in queste due partite e poi tireremo le somme e vedremo”.L’esperimento dei due attaccanti, Toni e Vucinic, assistiti da Menez, le è piaciuto, lo rivedremo?“Ha funzionato, mi è piaciuto molto, Sicuramente lo rivedremo, aspetto anche che rientri Totti. Per cui, andiamo avanti così, l’importante  è essere concentrati e determinati come siamo stati questa sera, davanti ad un grande pubblico”.Aveva detto che la Roma non trovava più le giocate di un tempo fa: si aspettava questo tipo di risposta?  “Mi aspettavo una grossa concentrazione, perché era un mese che non vincevamo, non perdevamo, ma ci mancava un po’ di brillantezza. La squadra era in forma, ma non in quella forma che ci aveva permesso in quattro mesi di vincere sempre ovunque. Per cui,pagavamo un pochino, un attimo, per far ritirare il fiato a giocatori che avevano speso tanto. Oggi, in piena emergenza, avevo chiesto a tutta la squadra di dare un qualcosa in più, proprio per non far notare che mancavamo giocatori importanti, che erano abituati a giocare, soprattutto a centrocampo, Taddei, Pizarro, De Rossi. Potevamo non avere una certa fluidità di manovra. Invece, i ragazzi si sono calati nelle difficoltà e sono stati molto bravi. Adesso c’è questa voglia di far bene, di continuare. Che mi si viene a dire che avevamo pareggiato a Livorno e così ero contento, mi sembra proprio follia è piena. Va bene, ci sta tutto, nel calcio italiano ci sta tutto. Mia nonna diceva , per cui, dobbiamo vedere tutto questo”.Quanto può distrarre l’Inter la Champions League? Può, in qualche modo, favorire la vostra rincorsa?“Credo che la rosa dell’Inter può giocare tranquillamente su tutte e due i fronti. Certo è, che la Champions League sono anni che gli vanno dietro e, vuoi, o non vuoi, un piccolo pensiero in più ce lo metteranno. Ma, hanno talmente tanta classe, tanta forza, che è veramente difficile. Però, no siamo là, il Milan è là, vediamo. Facciamo queste due partite e, poi, vediamo quello che succede”.FATY in zona mista:“I compagni mi hanno aiutato, devo trovare il mio valore, avevo viglia di fare una bella partita. Dopo il giallo ero un po’ frenato, non volevo correre rischi. A me piace entrare in tackle e avevo paura di essere a rischio. Un messaggio a chi non credeva in me? No, proseguo sulla mia strada, devo dimostrare di saper fare cose positive, sono molto felice di essere un giocatore della Roma. Io un nuovo Vieirà? No, basta paragoni. Sono solo Faty. Ma oggi abbiamo dimostrato che anche senza De Rossi e Pizarro possiamo giocare bene e vincere”.TOTTI da francescototti.com:”Dopo la vittoria di stasera per 4-2 contro l’Udinese faccio i complimenti a tutti i mirerei compagni. In particolare voglio elogiare la prestazione di Menez: ha giocato alla grande a livello individuale ma anche per la squadra, a favore di tutto il collettivo”RANIERI alle radio:”L’Udinese è una squadra che gioca bene con ottimi giocatori, sapevamo che erano in fase di rilancio. Noi non molliamo mai e dobbiamo rispondere alla critiche sul campo. Abbiamo fatto vedere che ci siamo e che non molliamo. Un plauso a chi gioca di meno e oggi ha giocato ma anche a chi gioca di più e che ha dimostrato cosa vuol dire il sacrificio” Menez?”Quando c’è di darli addosso sono il primo perché so il suo valore. Oggi è stato fantastico.”Nella sfida tricolore c’è sempre la Roma?”Si,ma noi siamo sempre coscenti della nostra forza. Dopo l’inter sarà finito il curvone  e vedremo dove saremo. Mercoledì c’è il Bologna che sta andando bene . Era un mese che non vincevamo e oggi volevamo la vittoria”Il centrocampo da inventare. Bene Brighi e Faty.”Matteo è la sintesi del giocatore ideale  che aiuta sempre la squadra. Faty non deve essere timido quando gioca e ha fatto una grande gara. Lasciavamo gli esterni dell’udinese scendere e per quello abbiamo sofferto un po’”Immaginiamo che i  suoi dubbi sull’attacco con il rientro di  Totti saranno belliisimi “Quando c’è l’abbondanza i dubbi sono splendidi problemi”È la partita perfetta?Si l’avevo pensata cosi, diciamo che mi aspettavo la prestazione e i ragazzi sono stati bravi a non disunirsi e a trovare la vittoria”Come mai la difesa a cinque?”Perché avevo messo troppi attaccanti( ride)”C’è qualche rammarico?”Si ce l’ho però so anche dei risultati che ci siamo presi”.Toni?”Si è inserito benissimo. È in grande forma. Oggi avevamo dato ai tre davanti il compito di farci ripartire. Devo fare i complimenti proprio a tutti”Di Natale?”Ci fa sempre gol è un giocatore stupendo”
 
MENEZ in mixed zone:Ti hanno fatto piacere gli applausi dell’Olimpico?”Molto, mi hanno fatto davvero molto piacere”
 
TONI in mixed zone:“Abbiamo fatto una gran gara contro una squadra in salute. Siamo lì. A questo punto si può anche sognare, siamo lì, cerchiamo di vincerle tutte, poi vediamo che succederà. La squadra sta bene, si diverte. Vediamo che succederà…”.Peruzzi, il vice di Lippi, era in tribuna per vedere te?“Angelo viene perché è un amico, lo conosco bene! (ride, ndr) A parte gli scherzi, devo fare bene con la Roma, fare più gol possibile. Il mister mi conosce, sa cosa posso dargli. Poi se verrà la nazionale sarà una conseguenza di quanto fatto con la Roma”.Con Vucinic ti trovi bene?“Mi trovo benissimo, perché è molto forte, e giocare con quelli bravi è facile. Menez? ha fatto una grande partita, avrebbe meritato il gol, ma ha giocato davvero da grandissimo. Anche lui è un grande giocatore”.Hai fatto un gol che non è esattamente nel tuo repertorio“CI sta di fare gol strani ogni tanto. Era fondamentale vincere perché adesso è importante tenere lontano il quarto posto. Cerchiamo di vincerne il più possibile. Io cerco di stare sempre meglio”.Lippi ha detto che le squadre italiane non rappresentano l’Italia perché sono piene di stranieri“Se le regole lo permettono…Le squadre più titolate preferiscono gli stranieri. In Germania non è così, il Bayern che è il club più titolato guarda molto ai giocatori tedeschi e ne ha moltissimi. In Italia si tende a dare più fiducia a un giovane straniero, mentre un italiano se fallisce una delle prime occasioni viene bocciato”
 
PERROTTA a Roma Channel:“Oggi i giocatori là davanti hanno fatto la differenza. A centrocampo non avevamo nessuno con qualità di organizzare il gioco, però ci siamo comportati bene. Vucinic e Menez hanno fatto la differenza, avevano il tasto su ‘on’”.
 
PRADE’ a Roma Channel“Una delle più belle partite del campionato. Con loro Sanchez e Di Natale, da noi Vucinic e Menez. Partita difficile, era iniziata benissimo, poi riaperta da un calcio di rigore dubbio. Poi è venuto fuori il carattere. Per mercoledì recuperiamo i squalificati. Menez ha giocato benissimo, talento assoluto. Ranieri ci lavora nella quotidianità. Sono contento della sua prestazione, ci dà carica. I pareggi dove ci hanno rimontato ci possono dare rammarico. Però dobbiamo guardare avanti. Vucinic quando sta in giornata è un killer, è uno dei giocatori più forti al mondo”.
PERROTTA  alle radio:”Grande prestazione nonostante le assenze. Non so come fanno a stare li perchè sono una buona squadra. Siamo motlo contenti perché ci mancavano molti giocatori”Adesso il Bologna e poi L’inter”Dobbiamo pensare  partita dopo partita senza illudere nessuno, noi siamo li vediamo cosa succede”Avete fatto fatica a centrocampo “Avevamo un centrocampo muscolare senza un regista. Abbiamo fatta fatica perché loro sono molto bravi a far girare la palla, ma i nostri attaccanti hanno fatto la differenza”Si parla di un momento diffiicle ma la roma non perde mai”Si diceva il contrario prima di stasera ma noi conosciamo la nostra forza e siamo tranquilli”.
VUCINIC alle radio:Che sapore ha questa tripletta e questa vittoria?”Molto bello perché avevo una dedica particolare da fare…”In tutta la settimana non ti eri allenato molto”Avevo questo problema al ginocchio e non sono riuscito ad allenarmi bene però oggi è andata alla grande”Servirà questo vucinic contro l’Inter?”Serviranno tutti contro l’Inter perché siamo tutti forti e importanti”Bestia nera dell’Udinese?”Si è possibile…”
 
MONTALI alle radio:Quanto è importante questa vittoria?”Vittoria importante perché sapevamo che l’Udinese  era in forma e noi avevamo parecchie assenze. Siamo molto felici per la prestazione”Forse il miglior Menez” Tutta la squadra ha avuto un grande atteggiamento.  Abbiamo giocato da vera e propria squadra. Ci siamo aiutati tutti quando un compagno era in difficoltà subito ci aiutavamo”Come vi preparate a Bologna?”Ci eravamo prefissati questi obiettivi che erano queste due partite. All’Inter ci penseremo dopo il Bologna”Il Milan?”Dobbiamo guardare anche loro perché sono davanti Domani giocano con il Napoli e  li  vedremo in tv…”Come ha giocato la squadra?”La squadra ha giocato in maniera ispirata. Queste nove partite ci dovranno aiutare per ispirarci”.
 
PETTINARI  a Roma Channel:“Oggi si realizza un sogno. Giocare all’Olimpico è un’emozione unica. Giocare davanti a questo pubblico è una cosa impressionante. Devo continuare a fare come sto facendo, spero che ci sarà un’altra occasione come questa”.
 
BRIGHI a Roma Channel:“Avevamo tante assenze. Non era facile contro l’Udinese. Siamo stati a sbloccare, poi è venuta fuori la voglia di vincere. E’ stata dura, oggi avevamo meno palleggio. E’ andata bene. Sul rigore il fallo era fuori area. Abbiamo rosicchiato due punti all’Inter, dobbiamo staccare chi sta dietro e rubare punti a chi ci sta davanti. Adesso avremo una partita difficile a Bologna. Menez oggi ha fatto benissimo. Sappiamo quello che può dare. Oggi ha dimostrato tutto il suo valore, speriamo che possa continuare a farlo. Noi lavoriamo tanto, finchè reggiamo va bene. Speriamo che la condizioni ci sostenga fino alla fine”.
 
RIISE a Roma Channel:“Noi guardiamo sempre davanti, l’Inter è sempre favorita, noi pensiamo sempre a vincere, mancano nove partite. Tutto è possibile. Nel primo tempo è stata dura, stavo sempre tre contro uno. Nel secondo tempo è andata meglio. Sono molto contento per me e per la squadra”.
ROSELLA SENSI alle radio:Quanto sono importanti questi tre punti?”Tre punti importanti per le assenze e per il momento. Dobbiamo fare i complimenti ai ragazzi che non ci hanno fatto sentire le assenze”Vucinic?”Mirko è stato bravo ma voglio fare un plauso a tutti perché sono stati bravissimi tutti i ragazzi”Sul rigore ha chiuso gli occhi”Si ho chiuso gli occhi al rigore perché non li guardo mai”Sabato prossimo Roma-Inter”Dobbiamo pensare prima alla trasferta di  Bologna e poi all’Inter, sono tutte fondamentali”Ranieri?”Mi stavo dimenticando del Mister ma nella mia testa c’è sempre. Voglio dire grazie al Mister perché ci ha aiutato ad arrivare a questi 19 risultati Ci ha fatto rinascere ed una grande persona professionalmente e  umanamente”
 
VUCINIC (man of the match) a Sky:Ti è piaciuta questa Roma?“La Roma piace sempre, soprattutto quando si vince. Diciamo che ci siamo sacrificati tutti, perché mancavano dei giocatori molto importanti per questa squadra. Nonostante tutto, i ragazzi che sono scesi in campo al loro posto hanno contribuito molto a questa vittoria”,Un difficile inizio di stagione, poi, la tua evoluzione“Sono riuscito ad allenarmi con continuità. Il problema è che ho fatto tutta la preparazione ma, dopo la prima di campionato, ho avuto un piccolo intervento al ginocchio e, in pratica, sono stato fermo un mese”.L’Inter ha pareggiato, siete a meno quattro: sabato all’Olimpico si può scrivere la storia?“La cosa più importante è andare a Bologna e cercare di vincere”.
 AGGIORNA