Un comunicato stampa è stato emesso due giorni fa e l’ad Rosella Sensi ha più volte dichiarato che la Roma non è in vendita, ma l’interesse americano per il club capitolino pare esserci eccome; solo che non sarebbe Casey Wasserman a voler acquistare la società, bensì John Joseph Fisher, californiano, uno dei leader mondiali dell’abbigliamento casual; Wasserman farebbe soltanto da mediatore per il tycoon di San Francisco che pare pronto a portare denaro fresco in grado di coprire i debiti della Italpetroli lasciando la presidenza onoraria ai Sensi. Dunque, non un fondo d’investimento con intenti speculativi, ma un gruppo interessato a investire nel calcio italiano, con un progetto che dovrebbe prevedere la costruzione di uno stadio di proprietà, lo sfruttamento mondiale del marchio Roma, il potenziamento del merchandising e, ovviamente, l’allestimento di una squadra ancor più competitiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here