11 Dicembre 2021

Mayoral vs Gyasi, lo spagnolo dal futuro incerto contro il jolly bianconero

Foto Tedeschi

romanews-roma-mayoral-esultanza-romabologna

ROMA SPEZIA MAYORAL GYASI – Ricomincio da te. Dallo Spezia, che di danni alla Roma negli anni ne ha fatti, non ultimo la scorsa Coppa Italia, in occasione della figuraccia dei sei cambi. Un episodio che aveva incrinato irrimediabilmente i rapporti in casa giallorossa tra Fonseca e Dzeko. Ironia della sorte, in un momento delicato per i capitolini in campionato, per disinserire il freno a mano e ripartire è necessario passare attraverso i liguri. E allora Mourinho è pronto a rilanciare un giocatore che era in campo nel triste 3-0 a tavolino dello scorso inverno, Borja Mayoral, che a distanza lancia la sfida ad Emmanuel Gyasi.

Leggi anche:
Mayoral-Abraham: nasce la Roma dei cannonieri, Mou ci pensa per lo Spezia

Roma, Borja Mayoral

“La descrizione di un attimo, le convinzioni che cambiano”, scrive Tiromancino. E Borja Mayoral potrebbe essere colpito in pieno da queste note. Perché se il suo futuro sembrava ormai avere il Colosseo alle spalle, ora la sua partenza non è più tanto scontata. Ed è bastata una gara a far traballare quelle che sembravano certezze. Un gol di tacco con il cui ha allontanato tanta pressione, alcune critiche e forse anche un po’ di amarezza. E che gli è valso feedback positivi da molti tifosi, alcuni dei quali reclamano una sua più assidua presenza in campo, visto che ha collezionato sino ad ora sole 8 presenza, riuscendo però a decorarle con un gol e un assist. In 27 minuti in campionato registra il 100% di passaggi riusciti ed è anche stato in grado di arrivare al tiro. Mourinho dopo il CSKA Sofia si è sbilanciato con i complimenti: “La sua prestazione è una delle poche cose che mi è piaciuta”, ha detto. Tanto che contro lo Spezia potrebbe riconfermarlo al fianco di Abraham, complice anche l’assenza di Zaniolo (squalificato). I liguri sono la seconda squadra a cui ha segnato di più in Serie A (2), tra l’altro. Insomma, per il classe ‘97 spagnolo potrebbero aprirsi nuovi orizzonti a Trigoria, dovesse mantenere questo standard di gioco. La Fiorentina lo ha puntato per gennaio, ma forse i viola dovranno aspettare.

Leggi anche:
Spezia, Thiago Motta: “Mourinho è un’ispirazione per tutti. Nzola out con la Roma”

Spezia, Emmanuel Gyasi

Se Mayoral sta tornando ora a ritagliarsi il suo spazio nella Roma, Emmanuel Gyasi è uno dei punti fermi dello Spezia, che ha incrociato i giallorossi solo due volte (senza mai vincere). Tra le fila liguri è il primo in rosa per minuti giocati (1352), quinto per media km percorsi a partita (9,725) e terzo per tiri effettuati (23). Il ghanese è un’ala sinistra, ma può giocare a destra o come seconda punta. Insomma, scorrazza per il campo creando gioco e cercando varchi per i compagni. In 15 presenze ha registrato 3 reti ed è sempre sceso in campo da titolare. In più, 2 big chance mancate, una creata, 8 passaggi chance e anche un palo, oltre a 16 dribbling riusciti su 29. A questo si aggiunge una precisione con i piedi pari all’84,5%. Il classe ‘94 si presta anche in copertura, di certo non si fa pregare per aiutare i compagni in fase di ripiegamento: 69 palloni recuperati, 7 intercettati, 72 contrasti vinti (e 74 persi). Ed ancora, 18 tackle e 11 duelli aerei vinti (e 19 persi). Morale della favola, Gyasi cerca conferme e la prima vittoria contro i capitolini. Mayoral invece è pronto a rilanciarsi, magari a prendersi qualche piccola rivincita, per costruire il suo futuro. Proprio contro una delle sue “vittime” preferite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.