Foto Tedeschi

ROMA CROTONE TIKI TATTICA – In un campionato che può dire ben poco da qui alla fine, la Roma affronta il Crotone nella sfida valida per la 35° giornata di Serie A. La squadra di Fonseca, ormai, ha due soli obiettivi: uno è di difendere il settimo posto, che significherebbe Conference League, dagli attacchi del Sassuolo, l’altro è di chiudere in bellezza come chiesto dai tifosi nel confronto con Dzeko e Pellegrini di qualche giorno fa a Trigoria. Per gli uomini di Cosmi, invece, c’è ben poco da fare, già retrocessi in B dalla scorsa giornata. Solo Simy ha il suo obiettivo personale di trovare il 20° gol stagionale.

Gli schieramenti

Fonseca conferma il 4-2-3-1 visto nel ritorno di Europa League contro il Manchester United. In porta si rivedrà Fuzato, mentre al centro, complice l’infortunio di Smalling e l’infortunio di Mancini, ci sarà l’inedita coppia composta da Kumbulla e Ibanez. A centrocampo c’è dal 1′ Darboe insieme a Cristante, mentre Pedro, Pellegrini e Mkhitaryan sono a sostegno dell’unica punta Borja Mayoral.
Cosmi continua sulla strada del 3-5-2. In difesa Djidji, Golemic e Luperto con Rispoli e Molina sugli esterni. Zanellato, Cigarini e Messias compongono la mediana, con Simy e Ounas in avanti.

La chiave

Il Crotone punta a raggiungere rapidamente la metà campo offensiva con attacchi diretti e cercando di allargare il gioco sulle fasce. La Roma dovrà essere brava a disinnescare nel migliore dei modi le due principali fonti di gioco dei calabresi: Simy e Ounas. Per colpire la squadra di Cosmi, poi, non dovrebbero esserci troppe difficoltà. E’ la peggior difesa del campionato e, nonostante tendano a rimanere nella propria metà campo, la squadra spesso si ‘sfilaccia’ senza riuscire a mantenere la giusta distanza tra i reparti. E’ in questi spazi che la squadra di Fonseca, con gli inserimenti dei centrocampisti e dei trequartisti, deve andare a far male.