romanews-roma-spal-igor-zaniolo
Foto Getty

CONTI ALLA MANO – ‘Conti alla Mano’ è la rubrica ideata e realizzata da Romanews.eu per cercare di capire meglio il rendimento della Roma attraverso le statistiche avanzate. Ogni settimana proporremo gli spunti più interessanti, provando ad analizzarli e a spiegarli in modo semplice. Oggi parliamo del dominio avuto dalla Roma contro la Spal, come evidenziano le statistiche del match.

romanews-legenda-statistiche-2-2.jpg

Le statistiche di Roma-Spal: 68% di possesso palla e 6 occasioni da gol create per i giallorossi

La Roma ha vinto per 3-1 contro la Spal all’Olimpico. Un successo molto importante, frutto di una grande prestazione da parte dei giallorossi. Innanzitutto gli uomini di Fonseca hanno tenuto sempre in mano il pallino del gioco. Non a caso hanno avuto il 68% di possesso palla e hanno completato il 90% dei passaggi tentati. Si tratta in particolare di due record stagionali. La Roma però ha saputo anche sfruttare al meglio questo predominio. Sono arrivati infatti 25 tiri (secondo miglior dato della stagione), 21 passaggi chiave e 14 dribbling. Tanto che i giallorossi hanno creato alla fine ben 6 occasioni da gol, facendo registrare il proprio record stagionale di expected goals prodotti (3,7 xG, cioè l’indice di pericolosità dei tiri tentati). Il tutto concedendo appena 8 conclusioni e 1,11 xG agli avversari. Insomma quella contro la Spal è stata veramente la Roma più dominante della gestione Fonseca.

roma-spal-statistiche

Roma dominante anche nel primo tempo, nonostante lo svantaggio

Il dominio giallorosso però non è avvenuto soltanto nel secondo tempo, come l’andamento del risultato potrebbe far pensare. Lo stesso Fonseca nel post partita ha detto: “Lo svantaggio era ingiusto”. In effetti i suoi uomini hanno fatto registrare numeri importantissimi anche nella prima frazione di gioco. Tanto da prevalere nettamente sulla Spal per tiri (13 vs 4), passaggi chiave (12 vs 3) e dribbling (7 vs 2). L’unico difetto dei capitolini nei primi 45 minuti è stato quello di riuscire a produrre solo una vera occasione da gol (con appena 0,82 xG totali). Oltre ovviamente a quello di concedere in modo così ingenuo il rigore agli avversari. Pertanto lo svantaggio iniziale è stato frutto unicamente degli episodi, non della prestazione giallorossa, che è stata di ottimo livello anche nel primo tempo.

Altri spunti statistici del match: grande partita di Zaniolo e Perotti, Dzeko troppo impreciso

Guardando infine le statistiche dei singoli, saltano agli occhi soprattutto le prestazioni delle due ali giallorosse: Zaniolo e Perotti. Il primo ha realizzato 4 tiri, 4 passaggi chiave, 2 dribbling e 6 cross. Il secondo invece ha collezionato 4 tiri, 2 passaggi chiave, 5 dribbling e 1 gol su rigore. Molto bene anche Veretout in fase offensiva (5 passaggi chiave e 1 dribbling) e Diawara e Fazio in quella difensiva (4 palloni recuperati a testa). Chi invece ha un po’ deluso le attese è stato Dzeko. Il bosniaco ha lasciato a desiderare principalmente per i troppi errori realizzati in fase di rifinitura. Tanto da far registrare appena il 62% dei passaggi riusciti e ben 8 palle perse (nettamente il peggiore della Roma in questo aspetto). Numeri troppo negativi per un giocatore con le sue qualità tecniche.

(fonte dei dati: WhoScored.com, Understat.com, InfoGol e SofaScore)

Leonardo Gilenardi