Foto Tedeschi

ROMA SMALLING – Non è stata un’annata semplice per Chris Smalling. Tanti, troppi problemi fisici lo hanno tenuto per lungo tempo lontano dal campo, senza permettergli di dare un contributo davvero tangibile alla squadra giallorossa. La prossima, con la maglia della Roma, dovrà essere la stagione del riscatto.

Leggi anche:
Roma, ecco l’estate di Mourinho. I Friedkin vogliono uno show per lui

Roma, per Smalling vacanze in Giamaica

Aveva assolutamente bisogno di staccare la spina Smalling dopo un anno da incubo. Come scrive La Gazzetta Sportiva, in questi giorni il difensore è in Giamaica con la famiglia. Una vacanza di sole e mare, ma fatta anche di visite a villaggi “rasta”, dove scoprire molto di più di un paese. Il modo più giusto per lasciarsi alle spalle un’annata fortemente negativa: le presenze sono state solo 21, con tanti infortuni come un’intossicazione alimentare, poi una distorsione al ginocchio seguita da problemi muscolari al bicipite femorale. È volato anche in Spagna dal professor Cougat, specialista nelle cure con i fattori di crescita, ma non è riuscito a risolvere i problemi. Fuori dal campo le cose sono andate ancora peggio per una rapina in casa, con lui presente insieme alla moglie Sam, al figlio Leo, due anni, e ad alcuni familiari. Smalling, che abita in una villa in zona Appia Antica, tra l’Ardeatina e l’Eur, stava dormendo quando tre uomini armati e incappucciati sono entrati costringendolo ad aprire la cassaforte. Una notte di terrore, ennesimo episodio di una stagione da cancellare. Proverà a farlo agli ordini di José Mourinho, con cui allo United non è scoppiato mai un vero e proprio amore: non ci sono stati problemi tra i due, ma il portoghese gli ha lanciato qualche frecciata (“con i tuoi piedi di sicuro non imposteremo dal basso”) e qualche battuta (“di Smalling l’unica cosa che non mi piace sono i capelli”). Ci riproveranno, insieme, dopo che l’inglese avrà recuperato tutte le energie fisiche e mentali.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità