RITIRO ROMA – La gara di questa sera a Frosinone contro gli ungheresi del Debrecen chiuderà la prima parte del ritiro romanista, cominciato il 6 luglio con il raduno a Trigoria. Domani i giallorossi voleranno in Portogallo per la seconda parte di preparazione: in questo periodo affronteranno il Porto, il Siviglia, il Betis e un’altra avversaria ancora da definire.

Leggi anche:
La Roma cerca la partenza sprint: così cambia la preparazione atletica di Mou

Ora i rinforzi sul mercato

Come scrive il Corriere della Sera, José Mourinho è il vero catalizzatore: se si parla della Roma, in questo periodo, è per il suo allenatore. Ci ha messo pochissimo a prendersi la squadra e rivoluzionare Trigoria, non c’è cosa che non sia approvata da lui. Il carisma è la chiave che il portoghese sta utilizzando per entrare nella testa dei calciatori: Dzeko e Mkhitaryan sono i leader “recuperati”, Mancini e Zaniolo quelli che grazie a lui stanno crescendo, Pellegrini è il capitano confermato. Tra le cose positive anche il buon precampionato di alcuni giovani: Darboe ha convinto subito, Zalewski, Bove e Feratovic si sono messi in evidenza. La rosa ancora incompleta può diventare un problema, così come la lunga lista di esuberi che stanno bloccando il mercato.

1 commento

Comments are closed.