30 Luglio 2022

Roma Primavera, ufficiale: D’Alessio ceduto al Milan

romanews-roma-primavera-squadra-ciervo-rinnovo

I giovani della Roma continuano ad attirare l’attenzione del mercato. Alcuni di loro, poi, varcano la porta di Trigoria e salutano il club giallorosso. E’ il caso di Leonardo D’Alessio, che è stato ceduto al Milan a titolo definitivo, come fa sapere la società capitolina su Twitter: “In bocca al lupo”, si legge nel tweet. L’esterno 18enne della Roma Primavera, quindi, vestirà rossonero nella prossima stagione.

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 commenti

  1. Federico ha detto:

    Se l’ha preso il Milan sara molto bravo ma purtroppo è così, la Roma – anche nel Femminile – regala tutti i prodotti del vivaio, o li svalorizza.

    Ma cosa lo abbiamo a fare un eccellente settore giovanile?

    Poi vediamo i Reynolds, i Diawara, i Carles Perez qui a costi assurdi, mentre Frattesi Politano Scamacca e compagnia giocano altrove.

    Mah…

    • Secco ha detto:

      Ciao , buona osservazione , ma mi sembra che di tutti quelli che sono usciti i migliori in questo momento ce li abbiamo in casa.
      Pellegrini e Zalewski.
      Avete rotto il vazzo con Frattesi che non vale manco 25 milioni.
      Poi Scamacca caso a parte , se ne è andato lui all estero con pagamento del prezzo valorizzazione (era in età che ancora poteva farlo).

      Politano a parte Sassuolo non mi sembra abbia fatto chissà che , qui non giocherebbe mai.

      C’è la volontà del giocatore , i giochi dei procuratori , e il calcio va così. Ti ricordo Gigi Riva scartato da Juve e Inter…
      Dimmi in serie a chi ha i prodotti del proprio vivaio perché sono curioso. Poi, pinto su questo è un fenomeno (guarda benfica).
      Infatti sta valorizzando bove , zalewsky e volpato in primis.

      Poi i giocatori vanno e vengono guarda il Manchester con Pogba .. guarda il Barcellona con eric garcia.. tutti lo fanno
      In primavera a parte questi detti non ce n’è uno che può giocare in prima squadra oggi.
      Attenzione a ivkovic che tra 3 anni diventerà profotto del vivaio.. tanta roba , 2006..

      Forza roma !

      • tovi ha detto:

        Poi c’è da dire che non tutti possono andare in prima squadra, purtroppo sono tanti nella ROMA che sono bravi, non dimentichiamoci gli under 18 e 17. La bravura della società sta nel fatto di individuare quelli che tra i bravi hanno anche la “testa” (vedi Riccardi).

  2. bee ha detto:

    e’ la politica della roma, da sempre : VIA i giovani, piuttosto regalati
    noi solo vecchi, o al limite giovani sconosciuti , che non hanno mai visto il campionato e possibilmente costosissimi …
    politica miope, non come le altre squadre (basta vedere il chelsea che sta cercando di prendere i migliori giovani in giro per l’italia per farli giocare … pazzesco ehhh)